Impero timuride

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Impero timuride
Impero timuride – Bandiera
Impero timuride - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Impero di Tamerlano
Nome ufficiale گوركانى
Lingue ufficiali Persiano
Lingue parlate
Capitale Samarcanda
Politica
Forma di Stato Monarchia
Forma di governo
Nascita 1370 con Tamerlano
Causa Invasione di Tamerlano
Fine 1506 con Muzaffar Hussayn
Causa Disgregazione
Territorio e popolazione
Bacino geografico Medio oriente
Religione e società
Religioni preminenti Islamismo
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of Ilkhanate.gifIlkhanato
Succeduto da Safavid Flag.pngSafavidi

L'impero timuride fu creato dal condottiero turco-mongolo Tamerlano, che conquistò gran parte dell'Asia centrale (Transoxiana) e del Medio Oriente appartenenti al Khanato Chagatai, a cominciare dal 1370, costituendo nella seconda metà del XIV secolo un vasto impero con capitale a Samarcanda. Nel 1400 iniziò ad invadere l'Anatolia e nel 1402 durante la battaglia di Ancyra sconfisse pesantemente gli ottomani, catturando il loro sultano Bayezid I. Alla sua morte, nel 1405, l'impero si estendeva dal Caucaso all'India.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tamerlano designò quale suo successore il nipote Pir Muhammad, che però sopravvisse brevemente al nonno e morì nel 1406, quindi il trono fu occupato brevemente da Miran Shah. Nel 1407 il figlio più giovane di Tamerlano, Shah Rukh, prese il potere e stabilì la sua capitale a Herat regnando fino al 1447. Ulugh Beg, figlio maggiore di Shah Rukh, regnò per due anni. Abu Sa'id, nipote di Miran Shah, governò su Transoxiana, Afghanistan e Persia settentrionale.

L'ultimo importante sovrano timuride fu Husayn Bayqarah, morto nel 1506, dopo il quale i domini della dinastia in Asia centrale furono conquistati dagli Uzbeki.

L'impero Timuride nel 1405

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]