Tōshirō Hitsugaya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Tutta l'acqua è la mia arma. Tutto il cielo è sotto il mio comando. »
(Tōshirō Hitsugaya ad Harribel.)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Toshiro Hitsugaya
Toshiro Hitsugaya durante lo scontro con Yukio
Toshiro Hitsugaya durante lo scontro con Yukio
Universo Bleach
Nome orig. 冬獅郎 日番谷 (Toshiro Hitsugaya)
Lingua orig. Giapponese
Autore Tite Kubo
Editore Shueisha
1ª app. *Manga: Capitolo 81
  • Anime: Episodio 24
1ª app. in Weekly Shonen Jump
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Romi Paku
Voce italiana Stefano Pozzi Lungometraggi Memories of Nobody e The DiamondDust Rebellion
Specie Shinigami
Sesso Maschio
Data di nascita 21 dicembre
Abilità Controllo di acqua,ghiaccio,umidità nell'atmosfera

Toshiro Hitsugaya (日番谷 冬獅郎 Hitsugaya Toshiro?) è uno dei personaggi della serie manga e anime Bleach di Tite Kubo. Hitsugaya è il capitano della 10ª Divisione nel Gotei 13. Il suo luogotenente è Rangiku Matsumoto.

Nel più recente sondaggio dei personaggi più amati della serie, tenutosi in Giappone nella rivista Shonen Jump, è arrivato 1º. È riuscito a scalzare Ichigo, classificatosi al terzo posto. Alle sue spalle si è classificata Rukia Kuchiki. Anche la sua zanpakutō, Hyorinmaru, è stata votata come la più popolare.

Nel secondo film di Bleach, intitolato Bleach: The DiamondDust Rebellion, Hitsugaya ricopre il ruolo di personaggio principale.

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene possa sembrare glaciale e distaccato, Toshiro in realtà ha stretto un ottimo rapporto con diversi personaggi, in particolare Momo Hinamori: i due sono amici di lunga durata, tanto che non perdona chiunque le faccia del male. Ha un'espressione quasi sempre imbronciata ed è oggetto di gag per la sua scrupolosità ossessionata nel compilare i documenti perennemente presenti a pile sulla sua scrivania. Anche se la sua vice Rangiku è molto affascinante non sembra minimamente attratto da lei, forse per via dell'età. Sebbene si comporti quasi sempre in modo freddo e serio, si ritrova spesso coinvolto in gag demenziali con Rangiku o Ukitake, a cui reagisce gridando o assumendo espressioni di buffa perplessità. Essendo molto giovane, e di conseguenza basso di statura, si altera moltissimo quando qualcuno non lo chiama Capitano Hitsugaya, come per esempio fanno Momo Hinamori, che lo chiama Shiro-chan per via dell'amicizia stretta da bambini, o Ichigo, che lo chiama solo Toshiro. Il capitano della 13ª compagnia Ukitake ha una simpatia unilaterale per lui, dato che i loro nomi contengono entrambi la parola 'Shiro' (che vuol dire "bianco") e entrambi sono nati il 21 dicembre: infatti, ogni volta che lo incontra, gli regala montagne di dolci.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In passato[modifica | modifica wikitesto]

Toshiro è nato nel Rukongai, ed è divenuto il capitano più giovane di sempre per la sua grande intelligenza e abilità. Lo vediamo da piccolo in un flashback di Momo Hinamori che mangia una fetta di anguria: si ha subito di lui l'impressione di un bambino abbastanza pigro. In contrapposizione a Momo, che si allena duramente per diventare shinigami, Toshiro non ne ha la minima voglia, ma il suo talento farà la sua parte. Dopo che Hinamori entra nell'accademia di Shinigami, Hitsugaya resta solo con la nonna; tuttavia non si rende conto che il suo potere spirituale aumenta di giorno in giorno, e che il piccolo rischia involontariamente nel sonno di congelare a morte la nonna. Sarà proprio Rangiku Matsumoto, in visita nel Rukongai, a consigliare a Hitsugaya di entrare all'accademia degli Shinigami per imparare a controllare il suo potere. Viene chiamato "il piccolo genio" ed è il soggetto delle battute di Ukitake, che fa spesso notare la somiglianza fra i loro due nomi (Jūshirō e Toshiro).

Saga della Soul Society[modifica | modifica wikitesto]

Già dalle sue prime apparizioni si può notare come Toshiro nutra forti sospetti su Gin Ichimaru, anche perché è stato testimone di un discorso tutt'altro che amichevole fra lui e Aizen. Quando Ichigo e i suoi compagni arrivano nella Soul Society non si interessa di loro e non li incontrerà.

« Se spargerai il sangue di Hinamori io ti ammazzerò. »
(Tōshirō Hitsugaya, rivolgendosi a Gin Ichimaru, accortosi che stava per uccidere Momo Hinamori in segno di avvertimento.[1])
Toshiro Hitsugaya sulla copertina 16

Dopo la falsa morte di Aizen, Toshiro investiga per conto suo, scoprendo che i 46 consiglieri sono tutti deceduti. Nonostante l'avesse avvertita del pericolo, Hinamori crede alla lettera lasciatale dal suo capitano e sfida il suo grande amico. Successivamente, pieno di rabbia, Toshiro duella con lo stesso Ichimaru, che ritiene responsabile di tutto l'accaduto. Le loro forze sembrano pari fino a che Gin cambia avversario e cerca di uccidere Hinamori. Solo un intervento all'ultimo secondo di Rangiku Matsumoto salva la ragazza bloccando la lama del capitano della Terza Divisione. Poco tempo dopo, Toshiro scopre Hinamori gravemente ferita per mano di Aizen, che non era morto come tutti credevano: infuriato, rilascia il proprio Bankai e cerca di ucciderlo, ma viene sconfitto in un istante. Successivamente scopre che Hinamori non era morta come pensava e, dopo esserla andata a trovare, rimane allibito quando l'amica lo prega di salvare Aizen, pensando ancora che sia dalla parte del giusto.

Saga degli Arrancar[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'arrivo di Ulquiorra Schiffer e del suo compagno Yammy sulla terra, il Gotei 13 si preoccupa e manda una squadra per controllare la situazione. Hitsugaya, insieme alla sua vice, appartiene al piccolo gruppetto di Shinigami che resterà sulla terra per un eventuale attacco da parte degli Arrancar; oltre a loro nel gruppo vi sono anche Renji Abarai, Ikkaku Madarame e Yumichika Ayasegawa.

Più tardi affronterà Luppi, che ha preso il posto di Sesta Espada di Grimmjow Jeagerjaques dopo che questi aveva perso il braccio sinistro a causa di Tosen. Luppi, stanco di perdere tempo, decide di affrontare tutto il gruppo in una volta sola (all'appello manca il solo Renji, impegnato in un allenamento con Chad).

Il capitano della Decima Divisione, dopo le prime difficoltà, approfittando dell'inutile cianciare dell'avversario recupera le forze per colpire l'Espada e sconfiggerlo con un colpo solo. Sarà l'intervento di Ulquiorra a salvare la vita allo sconfitto.

Saga della falsa Karakura Town[modifica | modifica wikitesto]

Toshiro giunge nella falsa Karakura insieme alla sua vice Matsumoto per affrontare i servi di Aizen. Ingaggia così battaglia con il Terzo Espada Tia Harribel: subito dopo aver rilasciato il suo vero potere, l'Espada riesce a tagliare in due il Capitano. In realtà si tratta di una sorta di illusione creata con il ghiaccio preparata per precauzione e che, per stessa ammissione del giovane shinigami, non può utilizzare più di una volta. Il vero Hitsugaya, illeso, attacca alle spalle Harribel, che si era già rivolta al Generale Yamamoto per vendicare le sue Fracciònes, ma l'Espada riesce ad evitare il colpo per un soffio e si prepara a continuare lo scontro.

Hitsugaya afferma che, essendo tutta l'acqua presente nell'atmosfera la sua arma, un avversario che sfrutta l'acqua non potrà mai avere la meglio su di lui e attacca Harribel con un drago di ghiaccio che si getta su di lei. Questa tuttavia replica che lo stesso vale per lei e, dopo aver trasformato tutto il ghiaccio in una gigantesca colonna d'acqua, contrattacca dirigendo sul capitano la sua stessa tecnica, che riesce a difendersi congelando a sua volta la tecnica dell'avversaria. Il combattimento sembra in una fase di stallo, poiché entrambi stanno aspettando che la condensa nell'aria sia sufficiente a sconfiggere il nemico in un colpo solo, ma Hitsugaya commenta che non ha alcun senso tentare di battersi a quel modo e, dopo aver ribadito che Hyorinmaru è la Zanpakutō di tipo ghiaccio più potente che esista, si prepara ad usare la sua tecnica più potente, la "Hyōten Hyakkasō", tecnica che Harribel non può evitare e nemmeno sciogliere.

La sconfitta dell'Espada apparentemente segnata, ma l'arrivo improvviso di Wonderweiss, che con un semplice urlo riesce a mandare in frantumi la prigione di ghiaccio di Hitsugaya, rimette in gioco Harribel. Il terzo Espada si lancia immediatamente sul suo avversario, ma viene fermata da Hiyori Sarugaki e Lisa Yadōmaru e costretta ad indietreggiare. Hitsugaya chiede allora alle due Vizard se possono occuparsi loro di Harribel, poiché lui vorrebbe andare direttamente contro Sosuke Aizen. Hiyori però si arrabbia con lui, dicendogli che anche loro sono venuti per Aizen e che, visto che stava avendo problemi con gli Espada, come pensava di poter farcela contro Aizen. Mentre i due ancora stanno litigando, Lisa attacca improvvisamente Harribel, e Hitsugaya si unisce a lei e Hiyori per combattere l'Espada, venendo però presto interrotto dall'improvvisa intromissione di Aizen, che mette fuori gioco l'Arrancar e sfida apertamente tutto il Gotei 13 e i Vizard.

Hitsugaya viene poi visto assieme agli altri capitani e ai Vizard mentre tenta di difendere Ichigo dallo Shikai di Aizen. Sarà il primo a farsi avanti, affermando che se nessuno avesse fatto la prima mossa la battaglia non sarebbe mai iniziata e che è tipico di Aizen far perdere ai propri avversari l'opportunità di colpire. Hitsugaya si complimenta con Aizen per non aver usato l'abilità speciale del suo Shikai per evitare il primo attacco, al che Aizen para con una tecnica del Kido il colpo al fianco del capitano Kyoraku, appena uscito vincitore dallo scontro con il Primera Espada Stark, e si complimenta a sua volta con il giovane capitano per essere stato sufficientemente saggio da non averlo attaccato da solo. Quando Shunshui attacca di nuovo alle spalle Aizen, Hitsugaya utilizza il Bankai e ammette di essere andato a Karakura non per combattere, ma unicamente per farlo a pezzi violentemente. Dopo aver ammesso i suoi reali sentimenti di odio nei suoi confronti, Hitsugaya afferma di non essere interessato a mantenere la sua posizione di capitano, fintanto che ha la possibilità di uccidere Aizen usando la sua rabbia; successivamente avverte Aizen di tenersi pronto perché lo avrebbe attaccato con tutta la sua potenza senza dargli la possibilità di usare Kyoka Suigetsu.

Aizen evita con facilità la sua tecnica; Komamura e Love ne approfittano per colpirlo con i rispettivi Shikai, anche in questo caso inutilmente. Aizen sconfigge con facilità Komamura, Love e Rose, ma viene poi attaccato da Soifon, che cerca di colpirlo col suo Shikai. Quando Aizen accenna ad estrarre la sua Zanpakutō per difendersi, il suo braccio e la spada vengono improvvisamente bloccati da una colonna di ghiaccio, con sua grande sorpresa. Grazie a questo Aizen viene quindi colpito da Soifon, senza conseguenze, e da Kyoraku che lo ferisce gravemente. Hitsugaya dice ad Aizen che ormai è finita e si precipita su di lui. Aizen pensa fra se che Hitsugaya è così giovane che quando vede la propria occasione attacca senza pensarci un secondo; solo dopo nota che Shinji sta tenendo in mano lo Shikai di Sakanade e sta sorridendo. Aizen si rende conto troppo tardi di essere sotto l'effetto del potere di Sakanade e viene trafitto al petto da Hitsugaya, che in realtà gli era alle spalle.

Il povero Hitsugaya scoprirà ben presto l'orrenda verità, ovvero che erano tutti sotto l'effetto dell'ipnosi totale causata da Kyouka Suigestu, e che in verità ad esser trafitto non è stato Aizen ma la sua cara amica Hinamori. Si scaglierà così pieno di ira contro Aizen, che però lo sconfiggerà con un solo colpo insieme agli altri capitani tagliandogli un braccio ed una gamba.

Saga dei Fullbringers[modifica | modifica wikitesto]

Ritorna a Karakura dopo 17 mesi con un nuovo taglio di capelli e una sciarpa e rivela a Ichigo che il primo sostituto shinigami della storia è stato proprio Ginjou. Separato dai suoi compagni, è costretto a combattere col giovane Yukio, fullbringer con capacità insidiose, ma riesce comunque a sconfiggerlo evitando le trappole del suo avversario e congelandolo.

Saga della Guerra dei Mille Anni[modifica | modifica wikitesto]

Nella saga della Guerra dei Mille Anni, Hitsugaya affronta lo Stern Ritter "I", Cang Du, che gli ruba il Bankai e lo utilizza contro di lui, mettendolo dunque in estrema difficoltà.

Durante la seconda invasione, accompagnato da Matsumoto, salva un gruppo di Shinigami da un attacco dello Stern Ritter "H", Bazz-B. Nonostante, in un primo momento, i due riescano a sopraffare l'avversario combinando i poteri delle loro Zanpakutō, il Quincy decide di fare sul serio, sconfiggendo in un istante sia il capitano che il suo luogotenente. Poco prima che Bazz-B possa dare loro il colpo di grazia, interviene Cang Du, che ricorda al suo collega di come ogni Quincy debba combattere contro il capitano a cui ha rubato Bankai. Poco prima che Cang Du possa usare Daigoren Hyōrinmaru per finirlo, Hitsugaya riesce a recuperare il proprio Bankai grazie ad una pillola creata da Kisuke Urahara, riuscendo a sconfiggere il Quincy imprigionandolo in un feretro di ghiaccio a forma di croce. Sviene per le ferite riportate prima che possa soccorrere Matsumoto.

Subordinati[modifica | modifica wikitesto]

Ecco una lista dei suoi subordinati:

  • Kōkichirō Takezoe: Comandante di 7° seggio.

Abilità[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la giovanissima età, Toshiro è uno degli shinigami più potenti della Soul Society e, proprio grazie al suo enorme potenziale, è riuscito a diventare il più giovane capitano del Gotei 13. La sua abilità viene sottolineata anche da Kyoraku, il quale afferma, durante la battaglia alla falsa Karakura, che Toshiro è un bambino prodigio che nel giro di un centinaio di anni lo supererà sicuramente.

Zanpakuto[modifica | modifica wikitesto]

La sua Zanpakutō si chiama Hyōrinmaru (氷輪丸? letteralmente "Anello di ghiaccio", idiomaticamente "Luna piena congelata"), ed è una Zanpakuto di tipo elementale, in grado di controllare in particolare l'acqua e il ghiaccio.

Lo Shikai viene rilasciato al comando "troneggia sui cieli ghiacciati" (霜天に坐せ soten ni zase?), e dall'elsa della spada si protende una lunga catena che termina con una piccola lama a forma di luna crescente. Il suo potere consiste nell'abbassare la temperatura dell'acqua, rendendola ghiaccio e potendo così comandarlo; ogni suo fendente provoca ondate di ghiaccio che prendono la forma di un dragone. Sia il drago che la catena congelano tutto ciò che si trova nel raggio di diversi chilometri. Hyōrinmaru viene definita la Zanpakutō di ghiaccio più potente di tutta la Soul Society.

  • Tensō Jūrin (天相従臨? "Conquista del Paradiso"): uno dei poteri base di Hyōrinmaru, nonché il più potente. Gli permette di controllare il tempo nelle vicinanze. Poiché i suoi poteri non si sono sviluppati ancora del tutto, Hitsugaya precisa che non gli piace usare questa tecnica quando si trova in stato di Bankai perché non è sicuro di poterlo controllare al meglio ed evitare quindi di uccidere chiunque si trovi nelle vicinanze. Questa abilità può essere usata sia in stato di Shikai che in quello di Bankai.
  • Shinkū Tasō Hyōheki (真空多層氷壁? "Muro di ghiaccio multistrato ad assoluto isolamento"): tecnica creata per compensare la piccola quantità di ghiaccio che Hyōrinmaru è in grado di creare. In collaborazione con lo Shikai della Zanpakutō di Matsumoto, Hitsugaya ricopre le ceneri create da Haineko con un finissimo strato di ghiaccio, facendo poi tornare quest'ultima a forma di spada e creando così una parete di ghiaccio mutistrato con degli spazi vuoti tra i diversi strati. In questo modo, il ghiaccio di Hyōrinmaru è in grado di resistere agli attacchi di fuoco e fiamme.
    • Shinkū no Kōri no Yaiba (真空の氷の刃? "Spada vuota di ghiaccio"): questa tecnica permette ad Hitsugaya di controllare il ghiaccio creato con Shinku Taso Hyōheki, manipolandolo in una grande lama di ghiaccio che trafigge il suo avversario.
  • Ryōjin Hyōheki (綾陣氷壁? "Muro di ghiaccio intrecciato"): Hitsugaya genera un muro protettivo di ghiaccio tessendo finemente numerosi fili ghiacciati.
  • Rokui Hyōketsujin (六衣氷結陣?): più che una tecnica, è una trappola con cui Hitsugaya coglie l'avversario di sorpresa. Ponendo sul terreno, a forma di fiocco di neve, cinque cristalli di ghiaccio a formazione pentagonale, questi intrappolano all'interno di un pilastro di ghiaccio qualunque avversario ci passi sopra.

Il suo Bankai si chiama Daiguren Hyōrinmaru (大紅蓮・氷輪丸? "Anello di Ghiaccio del Grande Loto Scarlatto", riferito all'ultimo girone dell'inferno buddista, dove le carni dei dannati vengono lacerate dal freddo e ricordano un loto scarlatto) e lo vediamo usare per la prima volta contro Aizen. Quando lo attiva, dalle spalle alla schiena si formano due grandi ali di ghiaccio e sul fondoschiena una lunga coda. Le gambe e le braccia vengono ricoperte dal ghiaccio fino a formare, in corrispondenza dei piedi e delle mani, zampe con artigli da rapace. Le ali possono essere usate per parare i colpi, mentre la coda per attaccare e congelare il nemico. La Zanpakutō invece rimane praticamente uguale a prima, tranne per il fatto che la guardia dell'impugnatura assume la forma di una stella a otto punte invece che a quattro. Una volta attivato, il Bankai congela immediatamente eventuali ferite in modo da bloccare una continua perdita di sangue.

Daigoren Hyōrinmaru possiede diverse potenti abilità, tra cui avvolgersi nelle sue stesse ali di ghiaccio per proteggersi dagli attacchi dei nemici o rigenerare il suo Bankai fin tanto che c'è acqua nell'atmosfera. Oltre a queste, altre abilità di questo Bankai sono:

  • Ryūsenka (竜霰花? "Grandine dei Fiori di Drago"): il bersaglio viene congelato istantaneamente quando viene colpito con la spada. Dopo il congelamento, il ghiaccio si frantuma insieme al bersaglio.
  • Sennen Hyōrō (千年氷牢? "Prigione di Ghiaccio Millenaria"): La Zanpakutō di Hitsugaya sfrutta la sua abilità di condensare tutta l'acqua presente nell'atmosfera e genera colonne di ghiaccio che intrappolano il nemico, congelandolo completamente.
  • Zanhyō Ningyō (残氷人形? "Persistente marionetta di ghiaccio"): Hitsugaya è in grado di modellare un'ampia porzione di ghiaccio in modo che assuma la forma di una sua perfetta copia. Non è ancora chiaro come funzioni il processo ma sembra si tratti di un gioco di riflessi.
  • Gunchō Tsurara (群鳥氷柱? "Stormo Ghiacciato"): Hitsugaya spara una scarica di appuntite lame di ghiaccio.
  • Hyōten Hyakkasō (氷天百華葬? "Funerale dei Cento Fiori del Paradiso di Ghiaccio"): grazie al Tensō Jūrin, col quale è possibile controllare i fenomeni atmosferici, è possibile sviluppare un'altra tecnica, lo Hyōten Hyakkasō. In pratica, le nuvole del cielo si condensano in un unico punto, per poi dare origine ad un'apertura attraverso la quale una grande quantità di fiocchi di neve cade sull'avversario. Ovunque questi si posino, istantaneamente congelano assumendo la forma di un fiore. Quando anche l'ultimo dei cento fiori di ghiaccio "sboccia", la vita di chi è stato toccato giunge alla fine.
  • Hyōryū Senbi (氷竜旋尾? "Coda Rotante del Drago di Ghiaccio"): con questa tecnica, Hitsugaya, agitando la sua spada, crea una grande onda di ghiaccio a forma di mezzaluna con la quale può congelare una parte del corpo dell'avversario.
    • Zekku (絶空? "Interruzione d'aria"): questa abilità permette ad Hitsugaya di controllare il suo Hyōryū Senbi e di elevarlo verso l'alto per seguire i movimenti dell'avversario.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Nel "libro delle anime" di Bleach, il databook ufficiale della serie redatto da Tite Kubo, è presente uno schema che riassume tutte le sue caratteristiche[2]:

  • Potere offensivo (攻撃力?): 90
  • Potere difensivo (防御力?): 85
  • Agilità (機動力?): 100
  • Arti demoniache ・ Forza spirituale (鬼道・霊圧?): 90
  • Intelligenza (知力?): 100
  • Stamina (体力?): 80
  • Totale: 545
  • In percentuale: 90,00 %

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BLEACH, manga numero 12, edizione italiana, pag 58, traduzione a cura di Simona Stanzani
  2. ^ Dal databook ufficiale giapponese di Bleach

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga