Stile galante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo stile galante è uno stile musicale affermatosi nella seconda metà del XVIII secolo, nel periodo del Classicismo, che realizza un ritorno alla semplicità classica dopo la complessità del tardo-barocco. Questo significa pura musica senza ornamenti, diminuzione di importanza della polifonia, e ritorno alla supremazia della melodia. In definitiva una reazione contro la musica barocca del XVIII secolo.

Il compositore più importante di questo stile è Johann Stamitz.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'uso della omofonia è iniziato circa due secoli prima quando i compositori inserirono linee melodiche omofoniche nelle messe e nei mottetti per sottolineare l'importanza del testo. Esso procede nella musica vocale del XVI secolo con la frottola e la villanella in Italia, che condurranno alla monodia e all'opera, l'air de cour in Francia e le canzoni accompagnate dal liuto in Inghilterra.

L'omofonia divenne popolare anche nella musica strumentale, o per meglio dire vennero fatte trascrizioni di canzoni per complessi strumentali.

I compositori più famosi[modifica | modifica wikitesto]

Compositori che scrissero musica in stile galante si possono trovare in tutta Europa. Fra questi si possono ricordare François Couperin e Jean-Philippe Rameau in Francia, Giovanni Battista Sammartini, Baldassare Galuppi, Antonio Vivaldi e Francesco Antonio Uttini in Italia, Georg Philipp Telemann e Carl Philipp Emanuel Bach in Germania, Thomas Arne e Johann Christian Bach in Inghilterra.

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica