Empfindsamer Stil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Retorica musicale.

L'empfindsamer Stil (in italiano stile sentimentale, sensitivo, o della sensibilità) è uno stile compositivo sviluppatosi nel Settecento nella Germania settentrionale per esprimere sentimenti che si ritenevano veri, semplici e naturali - qualità apprezzate soprattutto dalla dottrina illuminista; si utilizza il contrasto di umori differenti in repentino cambiamento anche fra i temi, i quali incarnavano un dato sentimento in modo molto accentuato.

Questo stile si sviluppò in un'epoca dove anche in altre forme di arte veniva perseguita questa giustapposizione di sentimenti, come nello Sturm und Drang. L'empfindsamer Stil si contrapponeva pertanto alla dottrina barocca degli affetti (la cosiddetta Affektenlehre), dove in una stessa composizione si presentava invece un solo "affetto".

Gli affetti vengono espressi tramite uno stile discorsivo e rapsodico, l'utilizzo di una agogica (vedi l'uso del rubato e dell'arioso di stile operistico) e di indicazioni dinamiche con frequenti cambiamenti, e la mancanza di frasi melodiche simmetriche e frequenti modulazioni improvvise, anche dal maggiore al minore. Prende dallo stile galante l'eliminazione della componente erudita, ma ne rifiuta gli accompagnamenti in stile basso albertino, prediligendone uno più energico.

Ad esempio Carl Philip Emmanuel Bach predilesse la parte espressiva alla parte formale, utilizzando di frequente questo stile nelle sue sonate per strumenti a tastiera, quali le Sei sonate, ma è nelle libere fantasie per clavicordo, trascrizioni delle sue improvvisazioni sul clavicordo per le quali era famoso, che è evidente l'Utilizzo di molte audacie armoniche ed accordi dissonanti, sullo stampo dell'esecuzione dei recitativi. Utilizzarono questo stile anche:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Encyclopædia Britannica
  • Elvidio Surian, Manuale di storia della musica, Rugginenti Editore. II Vol. (ISBN 88-7665-039-3)
  • Mario Carrozzo, Cristina Cimagalli, Storia della musica occidentale Vol II:Dal Barocco al Classicismo viennese, Armando editore. (ISBN 978-88-6081-106-6)
  • Elvidio Surian, Manuale di storia della musica, Ruggimenti Editore. I Vol. (ISBN 88-7665-038-5) e II Vol. (ISBN 88-7665-039-3)
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica