Sephora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando Sephora, menzionata nel libro dell'Esodo come moglie di Mosè e figlia di Jetro, vedi Sefora.
Sephora
Stato Francia Francia
Fondazione 1973 a Parigi
Gruppo LVMH
Prodotti cosmetici
Sito web www.sephora.it/

Sephora è una catena di profumerie fondata in Francia nel 1973[1] ed acquisita da LVMH (Louis Vuitton and Moet Hennessy) nel 1997. La catena Sephora include oltre 750 punti vendita in 17 paesi del mondo. I negozi offrono cosmetici e prodotti di bellezza inclusi trucchi, prodotti per la pelle, profumi, prodotti da bagno e per il corpo, prodotti per la cura dei capelli e strumenti per capelli e trucco (pennelli, forbici, spazzole, spugne ed altro). Nei negozi Sephora sono distribuiti oltre 250 marchi, inclusa la linea a marchio Sephora.

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Sephora è una Divisione della società parigina Moet Hennessy Louis Vuitton (LVMH) ed aprì il suo primo negozio a New York City nel 1998.[2][3]

La sua direzione generale nel Nordamerica si trova a San Francisco, mentre ha uffici commerciali a New York ed a Montréal.

Nel 1999 Sephora ha lanciato le sue vendite via internet, disponibili in nove paesi.[4]

[modifica | modifica wikitesto]

Sephora è la combinazione di sephos, che in greco significa "bellezza", e del nome biblico Zippora, la moglie eccezionalmente bella di Mosé, citata nel Libro dell'Esodo.[1] Il nome di Sefora nella versione greca del Vecchio Testamento (LXX) è scritto Σεπφώρα (Sephora). Il logo è una "S" a forma di fiamma su sfondo nero.

Sephora e JCPenney[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2006 Sephora si è associata alla JCPenney per la vendita dei suoi cosmetici nei magazzini della medesima. La versione di Sephora con JCPenney segue il concetto di store within a store (Grande magazzino dentro un grande magazzino).[5] Questi punti di vendita Sephora hanno dimensioni minori di quelle di un normale grande magazzino Sephora ed offrono una scelta di prodotti più limitata di quella offerta da questi ultimi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b About Sephora, Sephora. URL consultato il 5 June 2011.
  2. ^ (EN) About Sephora, Sephora. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  3. ^ (EN) Sephora in New York Magazine. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  4. ^ (EN) Sephora.com: International, Sephora. URL consultato il 5 giugno 2011.
  5. ^ (EN) JCPenney press release announcing Sephora partnership, Ir.jcpenney.com, 28 gennaio 2006. URL consultato il 5 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]