Scott Fujita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scott Fujita
Scott Fujita 11-13-07 071113-N-7427G-004.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 113 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Linebacker
Squadra Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns
Carriera
Giovanili
Stemma California Golden Bears Cal. Golden Bears
Squadre di club
2002 - 2004 Stemma Kansas City Chiefs Kansas City Chiefs
2005 Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys
2006 - 2009 Stemma New Orleans Saints New Orleans Saints
2010 - 2012 Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns
Statistiche aggiornate al 14 maggio 2013

Scott Anthony Fujita (Camarillo, 28 aprile 1979) è un ex giocatore di football americano, di nazionalità statunitense, che ha giocato nel ruolo di linebacker nella National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del quinto giro (143°assoluto) del Draft NFL 2002 dai Kansas City Chiefs. Al college ha giocato a football coi California Golden Bears.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Kansas City Chiefs[modifica | modifica sorgente]

Fujita fu scelto nel corso del quinto giro del Draft 2002 dai Kansas City Chiefs[1]. Con essi disputò tre stagioni giocando tutte le partite, 41 delle quali come titolare, e facendo registrare un record in carriera di 111 tackle nella sua seconda stagione da professionista.

Dallas Cowboys[modifica | modifica sorgente]

Fujita fu scambiato coi Cowboys prima dell'inizio della stagione 2005. Rimase in Texas una sola stagione, disputando 16 gare (8 come titolare) con 53 tackle, 2 sack e 2 fumble forzati.

New Orleans Saints[modifica | modifica sorgente]

Il 13 marzo 2006, Fujita firmò con i Saints, riunendosi col suo ex coordinatore offensivo, ora capo-allenatore, ai Cowboys Sean Payton. Egli fu il primo giocatore a firmare con la squadra a seguito del loro ritorno dopo un anno trascorso lontano da New Orleans a causa della devastazione operata dall'uragano Katrina[2].

Fujita fu nominato capitano della formazione difensive dei Saints prima della stagione 2007. Nella prima settimana della stagione, Scott mise a segno l'intercetto della vittoria nella gara contro i Tampa Bay Buccaneers.

Nell'annata 2009, Fujita mise a segno 58 tackle in 11 partite, 10 disputate come titolare. I Saints iniziarono la stagione vincendo le prime 13 partite consecutive, prima di perdere le ultime tre. La possibilità di saltare il turno delle wild card si rivelò di gran beneficio per la squadra, che poté ritemprarsi dopo il difficile finale di stagione regolare. Nel division round dei playoff, i Saints superarono i Cardinals 41-14 e nella finale della NFC i Minnesota Vikings per 31-28 nei tempi supplementari. Il 7 febbraio 2010, i Saints sconfissero i favoriti Indianapolis Colts nel Super Bowl XLIV disputato a Miami e Scott si laureò per la prima volta campione NFL[3][4]. Nella partita, Fujita mise a segno 4 tackle.

Cleveland Browns[modifica | modifica sorgente]

Fujita divenne un free agent dopo la stagione 2009 e il 7 marzo 2010 firmò un contratto triennale del valore di 14 milioni di dollari, 8 milioni dei quali garantiti, coi Cleveland Browns[5]. A settembre, fu eletto capitano difensivo della squadra per la stagione 2010[6]. In nove gare, Fujita si classificò al secondo posto nella squadra per sack e tackle, prima di infortunarsi nella gara del 14 novembre contro i New York Jets, terminando così la sua prima stagione in Ohio[7]. Nella stagione 2011, il giocatore disputò 10 partite, tutte come titolare, con 50 tackle e 3 passaggi deviati.

Nella primavera del 2012, Fujita fu sospeso dalla NFL per le prime tre gare della successiva stagione a causa del suo coinvolgimento nello scandalo delle taglie dei New Orleans Saints[8]. Il 7 settembre 2012, la commissione a cui si era rivolta in appello l'Associazione Giocatori sospese unanimemente le pene di Fujita e degli altri tre atleti coinvolti, permettendo loro di essere schierabili nell'imminente prima giornata della stagione 2012[9].

Ritiro[modifica | modifica sorgente]

Nell'aprile 2013, Fujita annunciò la firma di un contratto di un giorno con i New Orleans Saints ed annunciò il proprio ritiro.

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 139
Tackle totali 753
Intercetti fatti 7
Fumble forzati 11

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) 2002 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 5 ottobre 2012.
  2. ^ (EN) "Fujita’s Warrior Heart: New county resident Scott Fujita uses the game to attack everything from quarterbacks to social injustice".
  3. ^ (EN) Super Bowl XLIV Statistics.
  4. ^ (EN) Saints win 1st NFL title by beating Colts 31–17.
  5. ^ (EN) "Cleveland Browns sign first two free agents, linebacker Scott Fujita and lineman Tony Pashos".
  6. ^ (EN) "Browns name 2010 captains".
  7. ^ (EN) "Scott Fujita 'could be a little while' with knee injury, guard Billy Yates on IR: Browns Insider".
  8. ^ Breaking news: Goodell sospende quattro Saints.
  9. ^ (EN) Saints player bounty suspensions overturned on appeal, NFL.com, 7 settembre. URL consultato l'8 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]