Sci di fondo ai XVIII Giochi olimpici invernali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nello sci di fondo ai XVIII Giochi olimpici invernali furono disputate dieci gare, cinque maschili e cinque femminili.

Rispetto all'edizione precedente furono introdotte alcune variazioni nel programma: la 30 km maschile e la 15 km femminile si disputarono in tecnica classica anziché in tecnica libera, mentre la 50 km maschile e la 30 km femminile si disputarono in tecnica libera anziché in tecnica classica.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Uomini[modifica | modifica sorgente]

10 km[modifica | modifica sorgente]

La gara sulla distanza di 10 km si disputò in tecnica classica il 12 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 100 m; presero parte alla competizione 97 atleti[1].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Bjørn Dæhlie Norvegia Norvegia 27:24,5
2 Markus Gandler Austria Austria 27:32,5
3 Mika Myllylä Finlandia Finlandia 27:40,1
4 Vladimir Smirnov Kazakistan Kazakistan 27:45,1
5 Thomas Alsgaard Norvegia Norvegia 27:48,1
6 Jaak Mae Estonia Estonia 27:56,0
7 Erling Jevne Norvegia Norvegia 27:58,7
8 Andrus Veerpalu Estonia Estonia 28:00,7
9 Sture Sivertsen Norvegia Norvegia 28:10,6
10 Silvio Fauner Italia Italia 28:15,5

30 km[modifica | modifica sorgente]

La gara sulla distanza di 30 km si disputò in tecnica classica il 9 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 113 m; presero parte alla competizione 72 atleti[2].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Mika Myllylä Finlandia Finlandia 1:33:55,8
2 Erling Jevne Norvegia Norvegia 1:35:27,1
3 Silvio Fauner Italia Italia 1:36:08,5
4 Jari Isometsä Finlandia Finlandia 1:36:51,4
5 Fulvio Valbusa Italia Italia 1:37:31,1
6 Harri Kirvesniemi Finlandia Finlandia 1:37:45,9
7 Marco Albarello Italia Italia 1:38:07,1
8 Giorgio Di Centa Italia Italia 1:38:14,9
9 Vladimir Legotin Russia Russia 1:38:23,7
10 Per Elofsson Svezia Svezia 1:38:47,0

50 km[modifica | modifica sorgente]

La gara sulla distanza di 50 km si disputò in tecnica libera il 22 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 113 m; presero parte alla competizione 75 atleti[3].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Bjørn Dæhlie Norvegia Norvegia 2:05:08,2
2 Niklas Jonsson Svezia Svezia 2:05:16,3
3 Christian Hoffmann Austria Austria 2:06:01,8
4 Aleksej Prokurorov Russia Russia 2:06:41,5
5 Fulvio Valbusa Italia Italia 2:06:44,3
6 Thomas Alsgaard Norvegia Norvegia 2:07:21,5
7 Johann Mühlegg Germania Germania 2:10:12,1
8 Vladimir Smirnov Kazakistan Kazakistan 2:07:26,4
9 Maurizio Pozzi Italia Italia 2:08:13,2
10 Silvio Fauner Italia Italia 2:08:44,3

Inseguimento 25 km[modifica | modifica sorgente]

La gara di inseguimento sulla distanza di 15 km si disputò in tecnica libera il 14 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 61 m; presero parte alla competizione 74 atleti. Il formato di gara prevedeva la partenza degli atleti scaglionata secondo l'ordine di piazzamento nella 10 km a tecnica classica, disputata due giorni prima; la classifica finale era determinata dall'ordine con il quale attraversavano il traguardo[4].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Thomas Alsgaard Norvegia Norvegia 1:07:01,7
2 Bjørn Dæhlie Norvegia Norvegia 1:07:02,8
3 Vladimir Smirnov Kazakistan Kazakistan 1:07:31,5
4 Silvio Fauner Italia Italia 1:07:48,9
5 Fulvio Valbusa Italia Italia 1:07:49,1
6 Mika Myllylä Finlandia Finlandia 1:07:50,6
7 Markus Gandler Austria Austria 1:08:14,2
8 Jari Isometsä Finlandia Finlandia 1:08:19,4
9 Sergej Čepikov Russia Russia 1:08:24,3
10 Niklas Jonsson Svezia Svezia 1:08:25,7

Staffetta 4x10 km[modifica | modifica sorgente]

La gara di staffetta si disputò il 17 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 98 m; presero parte alla competizione 20 squadre nazionali[5].

Posizione Nazione Atleti Tempo
1 Norvegia Norvegia Sture Sivertsen
Erling Jevne
Bjørn Dæhlie
Thomas Alsgaard
1:40:55,7
2 Italia Italia Marco Albarello
Fulvio Valbusa
Fabio Maj
Silvio Fauner
1:40:55,9
3 Finlandia Finlandia Harri Kirvesniemi
Mika Myllylä
Sami Repo
Jari Isometsä
1:42:15,5
4 Svezia Svezia Mathias Fredriksson
Niklas Jonsson
Per Elofsson
Henrik Forsberg
1:42:25,2
5 Russia Russia Vladimir Legotin
Aleksej Prokurorov
Sergej Krjanin
Sergej Čepikov
1:42:39,5
6 Svizzera Svizzera Jeremias Wigger
Beat Koch
Reto Burgermeister
Wilhelm Aschwanden
1:42:49,2
7 Giappone Giappone Katsuhito Ebisawa
Hiroyuki Imai
Mitsuo Horigome
Kazutoshi Nagatama
1:43:06,7
8 Germania Germania Andreas Schlütter
Jochen Behle
René Sommerfeldt
Johann Mühlegg
1:43:16,1
9 Austria Austria Markus Gandler
Alois Stadlober
Achim Walcher
Christian Hoffmann
1:43:16,5
10 Estonia Estonia Andrus Veerpalu
Raul Olle
Elmo Kassin
Jaak Mae
1:44:20,9

Donne[modifica | modifica sorgente]

5 km[modifica | modifica sorgente]

La gara sulla distanza di 5 km si disputò in tecnica classica il 10 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 98 m; presero parte alla competizione 79 atlete[6].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Larisa Lazutina Russia Russia 17:37,9
2 Kateřina Neumannová Rep. Ceca Rep. Ceca 17:42,7
3 Bente Skari Norvegia Norvegia 17:49,4
4 Nina Gavryljuk Russia Russia 17:50,3
5 Ol'ga Danilova Russia Russia 17:51,3
6 Marit Mikkelsplass Norvegia Norvegia 17:53,5
7 Anita Moen Norvegia Norvegia 18:04,4
8 Trude Dybendahl Norvegia Norvegia 18:08,0
9 Gabriella Paruzzi Italia Italia 18:14,7
10 Brigitte Albrecht-Loretan Svizzera Svizzera 18:16,5

15 km[modifica | modifica sorgente]

La gara sulla distanza di 15 km si disputò in tecnica classica l'8 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 113 m; presero parte alla competizione 65 atlete[7].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Ol'ga Danilova Russia Russia 46:55,4
2 Larisa Lazutina Russia Russia 47:01,0
3 Anita Moen Norvegia Norvegia 47:52,6
4 Iryna Taranenko-Terelja Ucraina Ucraina 48:10,2
5 Marit Mikkelsplass Norvegia Norvegia 48:12,5
6 Trude Dybendahl Norvegia Norvegia 48:19,0
Bente Skari Norvegia Norvegia 48:19,0
8 Stefania Belmondo Italia Italia 48:57,7
9 Kateřina Neumannová Rep. Ceca Rep. Ceca 49:01,9
10 Jaroslava Bukvajová Slovacchia Slovacchia 49:02,0

30 km[modifica | modifica sorgente]

La gara sulla distanza di 30 km si disputò in tecnica libera il 20 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 113 m; presero parte alla competizione 63 atlete[8].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Julija Čepalova Russia Russia 1:22:01,5
2 Stefania Belmondo Italia Italia 1:22:11,7
3 Larisa Lazutina Russia Russia 1:23:15,7
4 Elin Nilsen Norvegia Norvegia 1:24:24,5
5 Elena Välbe Russia Russia 1:24:52,8
6 Maria Theurl Austria Austria 1:24:54,3
7 Brigitte Albrecht Svizzera Svizzera 1:25:15,0
8 Iryna Taranenko-Terelja Ucraina Ucraina 1:25:22,3
9 Marit Mikkelsplass Norvegia Norvegia 1:25:36,9
10 Gabriella Paruzzi Italia Italia 1:26:06,0

Inseguimento 15 km[modifica | modifica sorgente]

La gara di inseguimento sulla distanza di 10 km si disputò in tecnica libera il 12 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 57 m; presero parte alla competizione 69 atlete. Il formato di gara prevedeva la partenza delle atlete scaglionata secondo l'ordine di piazzamento nella 5 km a tecnica classica, disputata due giorni prima; la classifica finale era determinata dall'ordine con il quale attraversavano il traguardo[9].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Larisa Lazutina Russia Russia 46:06,9
2 Ol'ga Danilova Russia Russia 46:13,4
3 Kateřina Neumannová Rep. Ceca Rep. Ceca 46:14,2
4 Iryna Taranenko-Terelja Ucraina Ucraina 46:17,1
5 Stefania Belmondo Italia Italia 46:19,6
6 Julija Čepalova Russia Russia 46:28,4
7 Nina Gavryljuk Russia Russia 46:49,3
8 Anita Moen Norvegia Norvegia 47:04,6
9 Bente Skari Norvegia Norvegia 47:11,1
10 Brigitte Albrecht-Loretan Svizzera Svizzera 47:11,8

Staffetta 4x5 km[modifica | modifica sorgente]

La gara di staffetta si disputò il 15 febbraio sul percorso che si snodava nello stadio Snow Harp di Hakuba, con un dislivello massimo di 98 m; presero parte alla competizione 16 squadre nazionali[10].

Posizione Nazione Atleti Tempo
1 Russia Russia Nina Gavryljuk
Ol'ga Danilova
Elena Välbe
Larisa Lazutina
55:13,5
2 Norvegia Norvegia Bente Skari
Marit Mikkelsplass
Elin Nilsen
Anita Moen
55:38,0
3 Italia Italia Karin Moroder
Gabriella Paruzzi
Manuela Di Centa
Stefania Belmondo
56:53,5
4 Svizzera Svizzera Sylvia Honegger
Andrea Huber
Brigitte Albrecht-Loretan
Natascia Leonardi
56:55,2
5 Germania Germania Kati Wilhelm
Manuela Henkel
Constanze Blum
Anke Reschwamm-Schulze
56:56,5
6 Rep. Ceca Rep. Ceca Jana Saldová
Kateřina Neumannová
Kateřina Hanusová
Zuzana Kočumová
56:58,7
7 Finlandia Finlandia Tuulikki Pyykkönen
Milla Jauho
Satu Salonen
Anita Nyman
57:34,3
8 Svezia Svezia Antonina Ordina
Anette Fanqvist
Magdalena Forsberg
Karin Säterkvist
57:53,7
9 Ucraina Ucraina Valentyna Ševčenko
Iryna Taranenko-Terelja
Olena Hajasova
Maryna Pestrjakova
57:54,8
10 Giappone Giappone Tomomi Otaka
Sumiko Yokoyama
Fumiko Aoki
Kumiko Yokoyama
58:22,8

Medagliere per nazioni[modifica | modifica sorgente]

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1 Russia Russia 5 2 1 8
2 Norvegia Norvegia 4 3 2 9
3 Finlandia Finlandia 1 0 2 3
4 Italia Italia 0 2 2 4
5 Austria Austria 0 1 1 2
Rep. Ceca Rep. Ceca 0 1 1 2
7 Svezia Svezia 0 1 0 1
8 Kazakistan Kazakistan 0 0 1 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 48-51.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  2. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 56-58.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  3. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 60-63.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  4. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 52-54.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  5. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 64-66.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  6. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 68-70.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  7. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 76-78.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  8. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 80-82.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  9. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 72-74.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.
  10. ^ The XVIII Olympic Winter Games Official Report, vol. III, pp. 84-86.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 2 agosto 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Olympic flag.svg Discipline ai XVIII Giochi olimpici invernali (Nagano 1998) Olympic flag.svg

Biathlon | Bob | Curling | Freestyle | Hockey su ghiaccio | Pattinaggio di figura | Pattinaggio di velocità | Sci alpino | Sci nordico (Combinata nordica | Salto con gli sci | Sci di fondo) | Short track | Slittino | Snowboard