Combinata nordica ai XX Giochi olimpici invernali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella combinata nordica ai XX Giochi olimpici invernali furono disputate tre gare, riservate agli atleti di sesso maschile: la sprint, l'individuale e la gara a squadre.

Rispetto all'edizione precedente fu introdotta una variazione nel programma: la prima prova della gara a squadre si disputò dal trampolino lungo anziché dal trampolino normale.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Sprint[modifica | modifica wikitesto]

Presero il via 48 atleti e la prima prova disputata, il 21 febbraio, fu quella di salto. Sul trampolino K125 dello Stadio del Trampolino dalle ore 11:52 si effettuò un solo salto, con valutazione della distanza e dello stile. S'impose il tedesco Georg Hettich davanti al francese Jason Lamy-Chappuis e al finlandese Anssi Koivuranta; dodicesimo e tredicesimo furono l'austriaco Felix Gottwald e il norvegese Magnus Moan. Lo stesso giorno, dalle ore 15:00, si corse la 7,5 km di sci di fondo nella formula a inseguimento a tecnica libera, sul percorso di Pragelato Plan con un dislivello massimo di 59 m; Gottwald e Moan, autori dei primi due migliori tempi, riuscirono a risalire fino all'oro e all'argento superando Hettich, che non andò oltre il ventiseiesimo tempo[1].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Felix Gottwald Austria Austria 18:29,0
2 Magnus Moan Norvegia Norvegia + 0:05,4
3 Georg Hettich Germania Germania + 0:09,6
4 Jason Lamy-Chappuis Francia Francia + 0:22,5
5 Jaakko Tallus Finlandia Finlandia + 0:29,1
6 Petter Tande Norvegia Norvegia + 0:30,1
7 Björn Kircheisen Germania Germania + 0:36,7
8 Ronny Ackermann Germania Germania + 0:38,7
9 Todd Lodwick Stati Uniti Stati Uniti + 0:42,4
10 Johnny Spillane Stati Uniti Stati Uniti + 0:46,2

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Presero il via 50 atleti e la prima prova disputata, l'11 febbraio, fu quella di salto. Sul trampolino K95 dello Stadio del Trampolino dalle ore 11:00 si effettuarono due salti, con valutazione della distanza e dello stile. S'impose il tedesco Georg Hettich davanti al norvegese Petter Tande e - terzi a pari merito - al francese Jason Lamy-Chappuis e al finlandese Jaakko Tallus; nono e undicesimo furono l'altro norvegese Magnus Moan e l'austriaco Felix Gottwald. Lo stesso giorno, dalle ore 15:00, si corse la 15 km di sci di fondo a tecnica libera, sul percorso di Pragelato Plan con un dislivello massimo di 69 m; il tedesco Sebastian Haseney, autore del miglior tempo, non riuscì a colmare accumulato nella prima prova, mentre Gottwald e Moan, rispettivamente secondo e terzo, riuscirono a risalire fino all'argento e al bronzo. Hettich, diciottesimo, confermò l'oro[2].

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Georg Hettich Germania Germania 39:44,6
2 Felix Gottwald Austria Austria + 0:09,8
3 Magnus Moan Norvegia Norvegia + 0:16,2
4 Petter Tande Norvegia Norvegia + 0:16,3
5 Jaakko Tallus Finlandia Finlandia + 0:17,3
6 Sebastian Haseney Germania Germania + 0:51,1
7 Björn Kircheisen Germania Germania + 1:10,5
8 Todd Lodwick Stati Uniti Stati Uniti + 1:12,0
9 Hannu Manninen Finlandia Finlandia + 1:35,6
10 Sergej Maslennikov Russia Russia + 1:45,6

Gara a squadre[modifica | modifica wikitesto]

Presero il via 10 squadre nazionali e la prima prova disputata, il 15 febbraio, fu quella di salto. La gara, in programma nella sola giornata del 15, venne sospesa dalla giuria dopo il primo turno di salti per avverse condizioni atmosferiche: il secondo salto e la staffetta 4 x 5 km vennero posticipati al 16 febbraio. Sul trampolino K125 dello Stadio del Trampolino dalle ore 10:30 s'impose la Germania davanti all'Austria, alla Russia e alla Finlandia. Il 16, dalle ore 15:00, si corse la staffetta 4x5 km di sci di fondo a tecnica libera, sul percorso di Pragelato Plan con un dislivello massimo di 59 m; l'Austria marcò il miglior tempo e ottenne l'oro, mentre la Finlandia, seconda, risalì fino al bronzo. Terza fu la Svizzera, che non riuscì a colmare il divario accumulato nella prima prova, mentre la Germania con il quarto tempo scalò in seconda posizione. L'Italia non concluse la gara[3].

Posizione Nazione Atleti Tempo
1 Austria Austria Michael Gruber
Christoph Bieler
Felix Gottwald
Mario Stecher
49:52,6
2 Germania Germania Björn Kircheisen
Georg Hettich
Ronny Ackermann
Jens Gaiser
+ 0:15,3
3 Finlandia Finlandia Antti Kuisma
Anssi Koivuranta
Jaakko Tallus
Hannu Manninen
+ 0:26,8
4 Svizzera Svizzera Ronny Heer
Jan Schmid
Andreas Hurschler
Ivan Rieder
+ 1:22,3
5 Francia Francia François Braud
Ludovic Roux
Jason Lamy-Chappuis
Nicolas Bal
+ 1:32,0
6 Giappone Giappone Daito Takahashi
Takashi Kitamura
Norihito Kobayashi
Yosuke Hatakeyama
+ 1:43,4
7 Stati Uniti Stati Uniti Johnny Spillane
Carl Van Loan
Bill Demong
Todd Lodwick
+ 1:59,9
8 Rep. Ceca Rep. Ceca Ladislav Rygl
Pavel Churavý
Aleš Vodsedálek
Tomáš Slavík
+ 4:05,9
9 Russia Russia Dmitrij Matveev
Ivan Fesenko
Anton Kamenev
Sergej Maslennikov
+ 4:12,5

Medagliere per nazioni[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1 Austria Austria 2 1 0 3
2 Germania Germania 1 1 1 3
3 Norvegia Norvegia 0 1 1 2
4 Finlandia Finlandia 0 0 1 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Risultati ufficiali, Nordic Combined/Combiné nordique.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 9 agosto 2011.
  2. ^ Risultati ufficiali, Nordic Combined/Combiné nordique.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 9 agosto 2011.
  3. ^ Risultati ufficiali, Nordic Combined/Combiné nordique.
    Scheda Sports-reference sulla gara. URL consultato il 9 agosto 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Olympic flag.svg Discipline ai XX Giochi olimpici invernali (Torino 2006) Olympic flag.svg

Biathlon | Bob | Curling | Freestyle | Hockey su ghiaccio | Pattinaggio di figura | Pattinaggio di velocità | Sci alpino | Sci nordico (Combinata nordica | Salto con gli sci | Sci di fondo) | Short track | Skeleton | Slittino | Snowboard