Fabio Maj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Maj
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Forestale Forestale
Ritirato 2004
Palmarès
Olimpiadi 0 2 0
Mondiali 0 0 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Fabio Maj (Schilpario, 16 giugno 1970) è un ex fondista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

In Coppa del Mondo ha esordito il 7 dicembre 1991 nella 10 km a tecnica classica di Silver Star (57°), ha ottenuto il primo podio il 15 gennaio 1995 nella staffetta di Nové Město na Moravě (3°) e la prima vittoria il 27 dicembre 1999 nella sprint a tecnica classica di Engelberg.

In carriera ha partecipato a due edizioni dei Giochi olimpici invernali (Nagano 1998 e Salt Lake City 2002), vincendo due medaglie, e a quattro dei Campionati mondiali, vincendo due medaglie.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 6º nel 2000
  • 12 podi (4 individuali, 8 a squadre[2]), oltre a quelli conquistati in sede iridata e validi ai fini della Coppa del Mondo:
    • 4 vittorie (2 individuali, 2 a squadre)
    • 3 secondi posti (1 individuale, 2 a squadre)
    • 5 terzi posti (1 individuale, 4 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Luogo Paese Disciplina
27 dicembre 1999 Engelberg Svizzera Svizzera Sprint TC
13 dicembre 2000 Clusone Italia Italia Sprint a squadre TL
(con Fulvio Valbusa)
12 gennaio 2002 Nové Město na Moravě Rep. Ceca Rep. Ceca 10 km TL
13 gennaio 2002 Nové Město na Moravě Rep. Ceca Rep. Ceca Sprint a squadre TL
(con Freddy Schwienbacher)

Legenda:
TC = tecnica classica
TL = tecnica libera

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 26 aprile 2002. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Gara valida anche ai fini della Coppa del Mondo.
  2. ^ Fino al 2000 dati parziali per le prove a squadre.
  3. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Fabio Maj. URL consultato il 10 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]