Sergej Čepikov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sergej Čepikov
Dati biografici
Nome Sergej Vladimirovič Čepikov
Nazionalità URSS URSS
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 182 cm
Peso 75 kg
Sci nordico Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Biathlon, sci di fondo
Squadra Dynamo Ekaterinburg
Dynamo Novosibirsk
Ritirato 2007
Palmarès
URSS URSS
Olimpiadi 1 0 1
Mondiali di biathlon 1 3 2
Coppa del Mondo di biathlon 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Squadra Unificata Squadra Unificata
Olimpiadi 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Russia Russia
Olimpiadi 1 2 0
Mondiali di biathlon 1 6 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Sergej Vladimirovič Čepikov (cirillico Сергей Владимирович Чепиков; traslitterazione anglosassone Sergey Vladimirovich Chepikov ; Khor, 30 gennaio 1967) è un ex biatleta e fondista russo. Prima della dissoluzione dell'Unione Sovietica (1991), ha gareggiato per la nazionale sovietica; ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992 ha fatto parte della squadra unificata.

È marito di Elena Mel'nikova, a sua volta biatleta di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I successi nel biathlon[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Ekaterinburg, ha iniziato a praticare biathlon a livello agonistico nel 1980. In Coppa del Mondo ha esordito nel 1987 nell'individuale di Ruhpolding (22°), ha conquistato il primo podio nel 1989 nell'individuale di Hämeenlinna (3°) e la prima vittoria nello stesso anno nell'individuale di Östersund. Nelle stagioni 1989-1990 e 1990-1991 ha conquistato la Coppa del Mondo, unico atleta sovietico a vincerla.

A Calgary 1988 Čepikov ha vinto le sue prime due medaglie olimpiche; in seguito con quella di Albertville 1992 e le due di Lillehammer 1994, occasione in cui ha avuto l'onore di sfilare quale portabandiera della delegazione russa durante la cerimonia inaugurale, ha toccato le cinque le medaglie vinte, con due d'oro.

Il passaggio al fondo[modifica | modifica wikitesto]

Visti i risultati insoddisfacenti al tiro,[senza fonte] Čepikov è passato al fondo dal 1995 al 1998, participando anche a tre Mondiali (miglior piazzamento, 4° con la staffetta a Trondheim 1997) e ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998 (22° nella 10 km, 32° nella 30 km, 9° nell'inseguimento, 5° nella staffetta).

In Coppa del Mondo ha esordito il 26 novembre 1995 nella 10 km a tecnica classica di Vuokatti (21°) e ha ottenuto la sua unica vittoria, nonché primo podio, il 7 dicembre 1997 nella staffetta di Santa Caterina di Valfurva. In gare individuali vanta come miglior risultato un'ottava posizione nella 15 km a tecnica libera disputata il 16 dicembre 1995 a Santa Caterina di Valfurva, gara vinta da Bjørn Dæhlie.

Il ritorno al biathlon[modifica | modifica wikitesto]

Dalla stagione 2001-2002 Čepikov, ormai trentaquattrenne, è ritornato al biathlon, ottenendo subito un piazzamento nei primi dieci nella tappa di Pokljuka; una settimana dopo ottiene due quarti posti, nell'individuale e nella sprint di Osrblie. Inoltre, ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002 nell'individuale ha l'8º posto - come ai suoi ultimi Giochi olimpici nel 1994 - e, con la squadra russa, è arrivato quarto nella staffetta.

Il 24 gennaio 2004, dieci anni dopo la sua ultima vittoria individuale alle Olimpiadi di Lillehammer, Čepikov è tornato sul gradino più alto del podio nella sprint di Anterselva di Coppa del Mondo. Ai Mondiali del 2005 a Hochfilzen/Chanty-Mansijsk ha vinto tre medaglie d'argento: nell'inseguimento, nella staffetta e nella staffetta mista. Ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 con la squadra russa ha vinto la medaglia d'argento nella staffetta dopo esser arrivato 4º nell'individuale, perdendo il podio per otto decimi di distacco da Halvard Hanevold[2], e quinto nella partenza in linea; in entrambe le gare la vittoria è andata a Michael Greis.

Čepikov ha partecipato alla sua ultima stagione di Coppa del Mondo nel 2006-2007, a trentanove anni.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro si è dedicato alla politica locale e nel 2008 è stato eletto alla duma dell'oblast' di Sverdlovsk[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Biathlon[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitore della Coppa del Mondo nel 1990 e nel 1991
  • 25 podi (14 individuali, 11 a squadre[4]), oltre a quelli conquistati in sede olimpica e iridata e validi anche ai fini della Coppa del Mondo:
    • 6 vittorie (4 individuali, 2 a squadre)
    • 11 secondi posti (6 individuali, 5 a squadre)
    • 8 terzi posti (4 individuali, 4 a squadre)
Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Località Nazione Specialità
9 marzo 1989 Östersund Svezia Svezia IN
1990 Ruhpolding bandiera Germania Ovest IN
1990 Albertville Les Saisies Francia Francia SP
22 dicembre 2002 Osrblie Slovacchia Slovacchia RL
(con Viktor Majgurov, Pavel Rostovcev e Sergej Rožkov)
11 gennaio 2003 Oberhof Germania Germania RL
(con Viktor Majgurov, Pavel Rostovcev e Sergej Rožkov)
24 gennaio 2004 Anterselva Italia Italia SP

Legenda:
IN = individuale
SP = sprint
RL = staffetta

Sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 19º nel 1996
  • 2 podi (a squadre[5]):
    • 1 vittoria
    • 1 terzo posto
Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Località Nazione Specialità
7 dicembre 1997 Santa Caterina di Valfurva Italia Italia 4x10 km
(con Maksim Pičugin, Vladimir Legotin e Aleksej Prokurorov)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scheda Sports-reference. URL consultato il 10 marzo 2011.
  2. ^ Referto della gara. URL consultato il 10 marzo 2011.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l Gara valida anche ai fini della Coppa del Mondo.
  4. ^ Dati parziali fino al 1993 per le prove individuali, fino al 1997 per le prove a squadre.
  5. ^ Fino al 2000 dati parziali per le prove a squadre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere della Russia ai Giochi olimpici invernali Successore
-- Lillehammer 1994 Aleksej Prokurorov