Rubbettino Editore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rubbettino)
Rubbettino Editore
Rubbettino Industrie Grafiche
Stato Italia Italia
Fondazione 1973 a Soveria Mannelli
Fondata da Rosario Rubbettino
Settore Editoriale
Fatturato € 10.000.000 (2003)
Dipendenti 90 (2003)
Sito web www.rubbettino.it

Rubbettino Editore è una casa editrice italiana.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È stata fondata da Rosario Rubbettino nel 1973 a Soveria Mannelli, un paese della Sila Piccola.

Il primo volume edito è stato un saggio filosofico di Domenico Vircillo Filosofia e sociologia della cultura: studi su Ernst Cassirer e Karl Mannheim. Dopo la morte di Rosario Rubbettino, avvenuta nel 2000, l'attività è passata sotto la direzione dei due figli del fondatore, Florindo e Marco. Al momento della morte di Rosario Rubbettino, il catalogo della casa editrice contava oltre 2000 titoli, con una produzione di 150 volumi l'anno.

La produzione editoriale della Rubbettino è orientata soprattutto alla saggistica. Nei primi anni venivano pubblicate soprattutto opere di interesse locale. In pochi anni, tuttavia, l'attività si estese notevolmente, dapprima con opere dedicate alla Calabria e al Mezzogiorno, successivamente con saggi sempre più numerosi dedicati alla storia internazionale ed italiana, all'economia politica, alla religione e alla filosofia. In ambito filosofico, la Rubbettino ha fatto conoscere in Italia le opere principali della Scuola austriaca, Friedrich von Hayek, Ludwig von Mises, Bruno Leoni, Murray N. Rothbard e Michael Polanyi. Fra i numerosi autori che hanno pubblicato con Rubbettino citiamo Dario Antiseri, Pino Arlacchi, Christopher Duggan, Emanuele Macaluso, Pascal Salin, Carlo Lottieri, padre Francesco Russo, Leonardo Sciascia, Raimondo Cubeddu, Luigi Marco Bassani, Lorenzo Infantino, Gianni Vattimo ed Elémire Zolla.
La Rubbettino è anche editore di servizio per alcune importanti istituzioni. Fra tutte il Senato della Repubblica[1], il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri[2][3][4], Centri studi, Istituti Culturali e Fondazioni, Università.[5]

Principali collane[modifica | modifica sorgente]

Nella sezione Saggistica le collane sono molto numerose:

Nella sezione Letteratura si segnalano due collane:

  • Calabria Letteraria: testi in prosa
  • Iride: raccolte poetiche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Collana Senato della Repubblica italiana, Archivio storico
  2. ^ Dipartimento della Funzione Pubblica, Prima della contrattazione integrativa, Rapporto sul lavoro pubblico e la contrattazione decentrata nel periodo 1995-1998, Giuseppe Della Rocca e Luigi Rampino (a cura di), Rubbettino, 2000
  3. ^ Dipartimento della Funzione Pubblica, Ufficio per l'Innovazione delle Pubbliche Amministrazioni, La valutazione e la retribuzione delle prestazioni. Esperienze e materiali. Rapporto sulle esperienze nazionali ed internazionali di valutazione e retribuzione dei dirigenti e del personale non dirigente nel pubblico impiego, Giuseppe Della Rocca (a cura di), Rubbettino, 2001
  4. ^ Dipartimento della Funzione Pubblica, Ufficio per l'Innovazione delle Pubbliche Amministrazioni, La valutazione dei costi e dei benefici nell'analisi dell'impatto della regolazione. Progetto finalizzato AIR, Sandro Momigliano e Fabio Giovanetti Nuti (a cura di), Rubbettino, 2001
  5. ^ Per molti anni la casa editrice ha pubblicato le principali ricerche del Centro di Metodologia delle Scienze Sociali dell'università Luiss di Roma (diretto da Dario Antiseri e Lorenzo Infantino), dell'Istituto Bruno Leoni di Torino, del Centro studi militari strategici, dell'Acton Institute, della Fondazione Luigi Einaudi di Roma

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria