Dario Antiseri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dario Antiseri

Dario Antiseri (Foligno, 9 gennaio 1940) è un filosofo e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Originario della città umbra di Spello, si laurea in filosofia nel 1963 presso l'Università di Perugia; ha poi proseguito i suoi studi presso varie università europee sui temi legati alla logica matematica, all'epistemologia ed alla filosofia del linguaggio.

Divenuto libero docente nel 1968 ha iniziato l'insegnamento presso l'Università "La Sapienza" di Roma e l'Università di Siena. È inoltre membro dell'Advisory Board del Centro Studi Tocqueville-Acton.

Dal 1975 al 1986 è stato ordinario di filosofia del linguaggio presso l'Università di Padova mentre, dal 1986 al 2009, ha assunto la cattedra di "Metodologia delle scienze sociali" alla LUISS di Roma per poi ricoprire l'incarico di preside della Facoltà di Scienze politiche della stessa Università tra il 1994 ed il 1998. Nel febbraio del 2002 è stato insignito, assieme a Giovanni Reale, di una laurea honoris causa presso l'Università Statale di Mosca. Collabora stabilmente con il quotidiano Avvenire.

La sua notorietà è in parte dovuta alla pubblicazione di testi didattici di filosofia largamente utilizzati. È autore, inoltre, di numerosi testi di divulgazione filosofica.

Critiche[modifica | modifica sorgente]

Il pensiero del professor Antiseri è da tempo sottoposto a critiche sia all'interno della Chiesa sia all'interno del mondo intellettuale liberale. A tal proposito sono interessanti le critiche recentemente mosse al pensiero dell'intellettuale da Assuntina Morresi sul giornale on-line L'occidentale[1] e l'articolo del 2005 su "espressonline" di Sandro Magister in cui l'opera di Antiseri viene definita "apologia del relativismo".[2] Altrettanto interessante è il commento al relativismo di Antiseri apparso sul web nel blog di Fabrizio Falconi,[3] e quello di Litta Modignani pubblicato sul sito Critica liberale. [4]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vedi L'impegno dei cattolici in politica si misura sui valori non negoziabili di Assuntina Morresi, l'Occidentale, 12 giugno 2012.
  2. ^ Vedi Questioni disputate. Un filosofo cattolico fa l’apologia del relativismo di Sandro Magister, www.chiesa.espressoonline.it, 3 novembre 2005.
  3. ^ Vedi Il relativismo inevitabile? Risposta a Dario Antiseri, Il blog di Fabrizio Falconi, 1º gennaio 2012.
  4. ^ Vedi La falsa "laicità" che piace al Corriere di Alessandro Litta Modignani, Fondazione critica liberale, 29 maggio 2011.

Bibliografia sul pensiero filosofico di Antiseri[modifica | modifica sorgente]

  • Giuseppe Franco, Per una biografia intellettuale. In dialogo con Dario Antiseri, in Giuseppe Franco (a cura di), Sentieri aperti della ragione. Verità, metodo, scienza. Scritti in onore di Dario Antiseri nel suo 70º compleanno, Pensa Editore, Lecce 2010, pp. 23-43.
  • Tommaso Valentini, Per un "razionalismo della contingenza". Epistemologia e fede religiosa in Dario Antiseri, in Tommaso Valentini, Filosofia e cristianesimo nell'Italia del Novecento, Presentazione di Armando Rigobello, Drengo Edizioni, Roma 2012, pp. 571-612.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84496563 LCCN: n50021305 SBN: IT\ICCU\CFIV\002949