Rosario Pergolizzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rosario Pergolizzi
ROSARIO PERGOLIZZI.jpg
Rosario Pergolizzi con la maglia dell'Ascoli
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2002 - giocatore
Carriera
Giovanili
 ????-1986 Palermo Palermo
Squadre di club1
1986-1987 Olbia Olbia 32 (1)
1987-1988 Napoli Napoli 1 (0)
1988-1990 Reggina Reggina 49 (4)
1990-1993 Ascoli Ascoli 99 (7)
1993-1996 Bologna Bologna 91 (4)
1996-1997 Brescia Brescia 33 (1)
1997-1998 Padova Padova 30 (0)
1998-2000 Ravenna Ravenna 57 (0)
2000 Padova Padova 2 (0)
2000-2001 Ravenna Ravenna 15 (0)
2001-2002 Olbia Olbia 1 (0)
Carriera da allenatore
2002-2003 Ascoli Ascoli Vice
2003-2004 Bari Bari Vice
2004 Olbia Olbia
2005-2007 Palermo Palermo Primavera
2007 Palermo Palermo
2008-2010 Palermo Palermo Primavera
2011 Portogruaro Portogruaro
2011 Pavia Pavia
2013 Ascoli Ascoli
2013 Ascoli Ascoli
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 ottobre 2013

Rosario Pergolizzi (Palermo, 7 ottobre 1968) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Da calciatore vanta una carriera di 15 stagioni tra i professionisti con 410 presenze e 17 reti.

Ha esordito in Serie A ventenne con la maglia del Napoli nella stagione 1987-1988 il 15 maggio 1988 in occasione della sconfitta interna contro la Sampdoria (unica presenza in campionato fra i partenopei) e ha poi giocato in massima serie anche con l'Ascoli nella stagione 1991-1992 (29 presenze ed una rete in occasione del pareggio contro l'Atalanta dell'8 settembre 1991 sul campo neutro di Monza).[1]

Ha inoltre totalizzato 283 presenze e 12 reti in Serie B con le maglie di Reggina, Ascoli, Bologna, Brescia, Padova e Ravenna, aggiudicandosi due campionati consecutivi (col Bologna nel 1995-1996 e col Brescia nel 1996-1997, in entrambi i casi senza essere confermato in massima serie) e centrando un'altra promozione con l'Ascoli nel 1990-1991.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Le prime esperienze sono da vice di Giuseppe Pillon sulle panchine di Ascoli e Bari, prima di sedere da primo sulla panchina dell'Olbia dove aveva concluso la carriera da giocatore; l'esperienza di conclude con un esonero.

Nel 2005 diventa allenatore della squadra primavera del Palermo portandola alla semifinale del Campionato Primavera nel 2006 e nel 2007. Ha anche allenato la prima squadra assieme a Renzo Gobbo in 3 partite dopo l'esonero di Francesco Guidolin nella stagione 2006-2007, venendo poi esonerato a causa del richiamo in panchina dell'allenatore di Castelfranco Veneto.

Rimane fermo l'anno successivo, ritornando nel 2008 alla guida della primavera rosanero con la quale vince il Campionato di categoria, il primo nella storia della società.

Dopo un'altra stagione di pausa, il 5 luglio 2011 firma per il Portogruaro, formazione neoretrocessa nel campionato di Prima Divisione.[2] Il 18 luglio viene comunicata la separazione consensuale fra le parti a causa di problemi familiari di Pergolizzi.[3] Il 26 ottobre dello stesso anno, Pergolizzi accetta l'offerta del Pavia in Lega Pro Prima Divisione, che lo chiama a sostituire l'allenatore Manuele Domenicali, esonerato dopo la sconfitta contro il Lumezzane, e con cui firma un contratto fino a fine stagione.[4] Il 4 dicembre 2011 rassegna le proprie dimissioni,[5] dopo un pareggio e cinque sconfitte in sei partite.

Il 20 marzo 2013 diventa tecnico dell'Ascoli, subentrato a Massimo Silva,[6] firmando un contratto fino al termine della stagione con opzione di rinnovo.[7] Il 13 aprile, dopo aver collezionato una vittoria contro il Grosseto e tre sconfitte contro Novara, Livorno e Modena, viene esonerato dall'incarico e al suo posto Silva ritorna sulla panchina degli ascolani.[8]

Dopo la retrocessione dell'Ascoli a fine stagione e il conseguente esonero di Massimo Silva torna sulla panchina ascolana per la stagione 2013-2014.[9]

Il 27 ottobre 2013, dopo la partita persa contro il Lecce per 5-2, ha comunicato alla società le sue dimissioni irrevocabili,[10] dichiarando che «lavorare in queste condizioni non è facile».[11]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1995-1996
Brescia: 1996-1997
Bologna: 1994-1995
Olbia: 2001-2002

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Palermo: 2008-2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Serie A 1991-1992 Rsssf.com
  2. ^ Rosario Pergolizzi è il nuovo allenatore Portogruarosummaga.it
  3. ^ La Società Portogruaro è vicina alla difficile situazione che vive in questi giorni la famiglia di Rosario Pergolizzi. Portogruarosummaga.it
  4. ^ Pergolizzi è il nuovo allenatore del Pavia Paviacalcio.it
  5. ^ Pergolizzi rassegna le dimissioni Paviacalcio.it
  6. ^ Pergolizzi nuovo allenatore Ascolicalcio.net
  7. ^ TMW - Pergolizzi-Ascoli, è fatta: i dettagli Palermo24.net
  8. ^ Esonerato Pergolizzi, torna Silva Ascolicalcio.it
  9. ^ Rivoluzione Ascoli, il neotrainer Pergolizzi: "Anno zero, ripartiremo con tanti giovani" Solosalerno.it
  10. ^ Pergolizzi: dimissioni irrevocabili Ascolicalcio1898.com
  11. ^ Pergolizzi:"Me ne vado,così non si può lavorare" Mediagol.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]