Ritratto di Alof de Wignacourt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Alof de Wignacourt
Ritratto di Alof de Wignacourt
Autore Michelangelo Merisi da Caravaggio
Data 1608
Tecnica olio su tela
Dimensioni 195 cm × 134 cm 
Ubicazione Musée du Louvre, Parigi

Ritratto di Alof de Wignacourt è un dipinto a olio su tela (195x134 cm) realizzato nel 1608 dal pittore italiano Caravaggio.

È conservato nel Musée du Louvre di Parigi.

L'artista ha ritratto Alof de Wignacourt, Gran Maestro dei Cavalieri dell'Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, vestito con l'armatura. Sulla destra un giovine, anch'esso fregiato con la stella dei cavalieri, gli porge l'elmo a completamento della vestizione.

Il quadro in armi, anche se da parata, vuol quindi essere un elogio della vita attiva del Wignacourt, vera e propria incarnazione del "Miles Christianus" che lotta per la Fede, di cui l'Ordine dei Cavalieri di Malta era garante. Secondo il Baglione, sarebbe stato proprio grazie a questa tela che Caravaggio fu nominato "cavaliere di grazia".

Il quadro fu presto spedito in Francia, poiché nel 1670 comparirà nelle collezioni di Luigi XIV. Conformemente alla regola, la tela sarebbe dovuta passare in eredità all' Ordine stesso; il fatto che invece il proprietario abbia voluto sbarazzarsene, conferma l'imbarazzo del Wignacourt per l'espulsione di Caravaggio, che avvenne pochi mesi dopo per ragioni ancora oscure. Una possibile ipotesi, secondo alcuni, andrebbe ricercata proprio in questo dipinto e in chiave omosessuale: il paggio ritratto nell'opera che guarda maliziosamente verso lo spettatore, sarebbe stato un possibile "oggetto del desiderio" sia dal pittore, che dal Gran Maestro; da qui sarebbe scaturito il risentimento di quest'ultimo per Caravaggio, fino a farlo imprigionare.


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura