Bonaria (traghetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Olympia Palace)
M/n Bonaria
Tirrenia Bonaria (Olympia Palace) nel porto di Genova
Tirrenia Bonaria (Olympia Palace) nel porto di Genova
Descrizione generale
Civil Ensign of Italy.svg
Tipo passeggeri e carico ro/ro
Classe Palace
Numero unità 2
Armatore Tirrenia CIN (dal 2012 al 2017)
Proprietario/a Minoan Lines
Registro navale RINA
Porto di registrazione Cagliari
Identificazione Numero IMO: 9220330
Rotta Genova-Porto Torres
Costruttori Fincantieri
Cantiere Sestri Ponente (GE), Italia
Impostata 29 aprile 2001
Varata 14 giugno 2001
Entrata in servizio 11 dicembre 2001
Nomi precedenti M/n Olympia Palace
Stato in servizio
Caratteristiche generali
Stazza lorda 36.800 tsl
Lunghezza 214 m
Larghezza 26,40 m
Pescaggio 6,90 m
Propulsione 4 Motori Wärtsilä 16V46C diesel 67.200 kW
Velocità 29 nodi
Numero dei ponti 8
Capacità di carico 730 auto o 2.000 m.l.
Numero di cabine 190
Passeggeri 1.922

[senza fonte]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La nave traghetto Bonaria, costruita nel 2001 inizialmente per la greca Minoan Lines con il nome di Olympia Palace, dove operava prevalentemente sulle rotte tra Grecia continentale e Italia, è stata, nell'estate 2012, noleggiata alla società di navigazione Tirrenia e ribattezzata contestualmente con il nome attuale.

Inserita nella flotta Tirrenia dopo l'acquisizione della società da parte di CIN Bonaria assieme alla gemella Amsicora ha il compito di sostituire le vecchie unità della classe Strade Romane nei collegamenti tra Continente e Sardegna, riducendo i tempi di traversata e aumentando gli standard alberghieri.

Entrambe le unità sono state costruite dalla Fincantieri di Sestri Ponente.

La Bonaria dispone di 190 cabine standard e lusso suddivise in 101 cabine interne con quattro posti letto, 75 cabine esterne a con quattro posti letto, 5 suite esterne due letti e divano letto, 7 suite esterne con letto matrimoniale e divano letto, 2 cabine per portatori di handicap per un totale di 732 posti letto inoltre vi sono 108 poltrone di seconda classe. Può imbarcare 110 autovetture assieme a circa 140 semirimorchi oppure 730 autovetture. Dispone inoltre di 3 bar, (Olympia 460 posti, armonia 334 + 118 posti, poseidon 100 posti) un self service da 268 coperti, un ristorante da 160 coperti, una discoteca, un cinema, uno shopping center, internet corner, casinò, area videogiochi, area bambini e una piscina all'aperto.

Storia operativa[modifica | modifica sorgente]

La nave entra in flotta alla Minoan Lines nel dicembre 2001 dove viene inserita assieme alla gemella Europa Palace nella rotta più importante per la compagnia, la Patrasso - Gomenizza - Ancona, grazie alla elevata velocità della nave (circa 30 nodi) e la grande capacità merci (di 2.000 metri lineari), collegando l'Italia alla Grecia in meno di 19 ore. La nave ha servito anche la rotta domestica greca tra continente e l'isola di Creta: Candia - Pireo. Dal 2009 il traghetto viene spostato sulla rotta Patrasso - Gomenizza - Venezia, in seguito all'entrata in servizio di unità più grandi come le gemelle Cruise Olympia e Cruise Europa che prendono il posto sulla rotta da e per Ancona.

Durante la crisi economica che attanaglia l'Europa ed in particolare la Grecia, e ad un conseguente perdita di traffico merci e passeggeri tra Italia e Grecia la Minoan Lines decide nel 2012 di chiudere la rotta da e per Venezia, lasciando le due navi in disarmo o in rinforzo ad altre linee, mettendole di fatto sul mercato. Nell'estate 2012 vengono noleggiate dalla CIN con lo scopo di sostituire vecchi e lenti traghetti Tirrenia inseriti sulle rotte tra Civitavecchia e Cagliari rilanciando così l'immagine della nuova compagnia appena privatizzata.

La tratta viene così coperta in 11 ore contro le 15/16 ore delle vecchie navi. La rotta non viene comunque percorsa alla potenziale velocità di crociera della nave (circa 30 nodi) che la renderebbe antieconomica per gli elevati consumi che si andrebbero a sommare ad un non elevato traffico e tariffe imposte dal Ministero dei Trasporti, per cui la linea viene percorsa ad una più modesta e comunque importante velocità compresa tra i 21 e i 22 nodi che impegnano solo due dei quattro potenti motori.

Le due navi giungono ai cantieri navali Palumbo di Messina il 19 luglio 2012 per le certificazioni e il cambio nome, ma la fretta di mettere la coppia di traghetti in linea per l'esodo estivo fa sì che le imbarcazioni rimangono con la livrea a righe rosse e la sola scritta blu Tirrenia sulle fianchiate e la T sul fumaiolo.

La nave nel periodo invernale lascia la sua rotta preferenziale per Cagliari spostandosi sulle rotte Genova - Porto Torres o Civitavecchia - Olbia, dove è più necessario avere maggiore capacità merci, spostando su Cagliari le meno capienti unità Bithia.

Navi gemelle[modifica | modifica sorgente]

Seppure diverse nella configurazione interna e negli allestimenti la nave appartiene alla stessa serie delle altre 2 unità della flotta Minoan: Knossos Palace e Festos Palace, e alle 5 unità tipo Bithia / Nuraghes della Tirrenia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]