Odin Sphere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Odin Sphere
Sviluppo Vanillaware
Atlus
Pubblicazione Atlus
Square Enix
Data di pubblicazione Giappone 17 maggio 2007
Nord America 22 maggio 2007
Europa 14 marzo 2008
Genere Action RPG
Tema Fantasy
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma PlayStation 2
Supporto DVD
Fascia di età PEGI: 12+
Periferiche di input joypad

Odin Sphere (オーディンスフィア, Ōdin Sufia) è un Action RPG fantasy giapponese sviluppato da Vanillaware e pubblicato da Atlus in Giappone e nel Nord America nel 2007 e, successivamente, tradotto da Atlus e pubblicato da Square Enix in Europa un anno dopo circa.
Il gioco è considerato l'erede spirituale di Princess Crown, pubblicato dei medesimi team su Sega Saturn nel 1997 e ripubblicato su PSP nel 2005.

Plot del gioco[modifica | modifica sorgente]

La pace che vige tra le nazioni di Erion è pericolosamente in bilico: re e regine dei vari territori non fanno che guardarsi l'un l'altro con sospetto, aspettando con impazienza il momento in cui uno di essi mostri un segno di debolezza e mostri il fianco.
Non appena il regno di Valentine viene raso al suolo dal potere di un terribile artefatto, si scatena una sanguinosa guerra tra le fate di Ringford e i guerrieri di Ragnanival. Nessuno sembra accorgersi di recitare la propria parte sul palcoscenico di una profezia dimenticata: questa, una volta compiuta, porterà il mondo intero verso la distruzione.

Il gioco[modifica | modifica sorgente]

Odin Sphere è caratterizzato da cinque storie avente ognuno un proprio protagonista e ambientate in cinque nazioni diverse del mondo di Erion. Ogni personaggio ha una propria storia e la sua ricorrenza nel gioco lo può portare a essere il protagonista in un episodio e l'antagonista in un altro. Ognuno di essi possiede un'arma contenente un cristallo in grado di assorbire fozoni, dei cristalli di energia rilasciati dai personaggi alla loro morte e sono l'elemento alla base delle magie e della crescita delle piante i cui frutti possono essere usati a scopi curativi o alchemici. Gli oggetti, invece, sono di vario tipo e possono essere combinati tra loro: il gioco ne elargirà un po' all'interno di bauli che vengono dati come ricompensa alla fine di ogni schema.

Il gioco ci verrà introdotto da Alice, una ragazzina che, in un attico, ci permette di scegliere tramite la lettura dei libri presenti di quale personaggio vivere le vicende; questo comprende nel menù opzioni un archivio delle storie che permette di comprendere meglio come si intrecciano tra loro le vicende dei vari protagonisti.

Lo stile grafico ripropone digitalmente degli artwork dipinti a mano e l'audio presenta sia il parlato in inglese che in giapponese entrambi con sottotitoli in italiano che una colonna sonora composta da Hitoshi Sakimoto (già autore delle musiche di Final Fantasy XII).

Evoluzione dei personaggi[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di evoluzione dei personaggi è un po' diverso da quello tipico degli Action RPG. Tanto per cominciare, le barre di esperienza non sono una ma due -una dedicata alla magia e una dedicata alla vita- e, in secondo luogo, non è l'uccisione dei mostri a riempire le due suddette barre. La barra dell'energia si riempie con l'esperienza guadagnata mangiando cibo e piatti (vedere a tal proposito la sezione “cucina”), mentre quella della magia si riempie raccogliendo i cristalli che i nemici lasciano cadere ogni volta che vengono uccisi o che vengono sprigionati dai processi di alchimia.

Sistema di combattimento[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di combattimento è in tempo reale, come in ogni altro Action RPG: gli attacchi fisici sono votati all'uso di un unico tasto e il loro utilizzo consuma una barra d'energia (da non confondere con quella della vita): quando essa si svuota il personaggio rimarrà stordito per un breve lasso di tempo; la barra dell'energia si ricarica automaticamente nei periodi in cui non vengono eseguiti attacchi, ad eccezione di quella di Mercedes che non si ricarica in quanto la sua arma (la balestra) va a colpi e viene ricaricata a mano una volta che li si ha esauriti. Assorbire fozoni riduce i tempi di ricarica della barra d'energia. Agli attacchi vengono poi abbinate le magie, utilizzabili grazie alla raccolta dei fozoni: più se ne raccoglie e più si avranno unità d'attacco a disposizione. Le magie, che sono una decina per ogni personaggio, richiedono ognuna un quantitativo di unità d'attacco diverso e richiedono un uso attento perché possono essere subite anche dal giocatore.

Portare a segno degli attacchi fa aumentare un contatore di combo e più alto sarà il contatore più probabilità ci saranno che i nemici, alla loro morte, lascino cadere degli oggetti. Alla fine di ogni scontro si riceverà dei punti in base alla propria prestazione che porteranno ad una classificazione del tipo:

E --> D --> C --> B --> A --> S

dove E è la valutazione più bassa e S la più alta. Più alta sarà la valutazione, migliori saranno gli oggetti ottenuti alla fine del quadro.

Come negli RPG più classici è presente l'alterazione di stato. Nello specifico, il gioco prevede:

  • stanchezza: si raggiunge quando l'esecuzione di molti attacchi consecutivi porta all'azzeramento della barra d'energia. Il personaggio rimane fermo fino a quando la barra non si sarà ricaricata.
  • confusione: dopo aver subito un po' di colpi si finisce in stato confusionale e il personaggio rimane stordito per qualche secondo.
  • infiammazione: il personaggio soffre gli effetti delle fiamme. Per spegnerle si può usare una pozione guaritrice o spegnerle correndo per lo scenario.
  • congelamento: il personaggio rimane congelato per qualche secondo. Gli attacchi nemici possono rompere il ghiaccio
  • avvelenamento: il personaggio avvelenato continua a perdere energia fino a quando non si cura. In alternativa l'avvelenamento passa anche da solo, ma impiega molto più tempo rispetto alle altre alterazioni di stato.

Ogni alterazione di stato ad eccezione della stanchezza può essere di un livello che va da 1 (il più basso) a 3 (il più alto); qualora fosse di un livello alto, per scomparire dovrebbe prima scendere di livello; ciò comporta che più il livello di alterazione sarà alto è più tempo sarà necessario perché il personaggio guarisca da solo.

C'è ancora un'ultima alterazione che sarebbe la trasformazione in rospo: quando si viene trasformati in rospo non si è in grado di usare le magie né di assorbire fozoni, ma solo di eseguire attacchi fisici (tramite la lingua) e di spostarsi, ma in maniera molto più lenta. Per ritornare allo stato originario l'unico modo è quello di bere la pozione della metamorfosi.

È interessante notare che, a differenza di tutti gli altri RPG e Action RPG, non è l'uccisione dei mostri a far aumentare l'esperienza ma la consumazione di cibo e frutta. Questa, però, è vincolata agli oggetti rilasciati dai mostri morti, dagli oggetti rilasciati dallo scenario una volta completato e dalla crescita delle piante avvenente tramite l'assorbimento dei fozoni rilasciati dai nemici deceduti, rendendo, di conseguenza, il combattimento ugualmente fondamentale.

Archivio[modifica | modifica sorgente]

Il gioco possiede un archivio all'interno del quale è memorizzato tutto ciò che c'è di importante per il gioco, dalle ricette ai menù (vedi cucina), passando per le pozioni (vedi Alchimia) fino ad arrivare alle leggende che fanno da sfondo agli eventi nerrati nelle storie. In un archivio a parte c'è l'albero genealogico delle storie e dei loro svolgimenti con cui comprendere meglio gli intrecci della trama.

Equipaggiamenti[modifica | modifica sorgente]

Nell'arco dell'avventura si possono ottenere molti oggetti di vario tipo e, principalmente, li si ottiene o in scrigni che possono essere rilasciati dai nemici morti o dal completamento del livello, oppure li si può acquistare dai bazar sparsi per le varie nazioni del regno.

Tutti gli oggetti, le pozioni, i cibi e i potenziamenti acquistati o raccolti nell'esplorazione del regno vengono conservati nell'inventario composto inizialmente da 2 borse contenenti al massimo 8 oggetti l'una; esso è però espandibile tramite l'acquisto di ulteriori borse dalla capienza variabile. Non si possono avere più di 6 borse. Ogni oggetto all'interno delle borse occupa uno spazio indipendentemente dalla sua grandezza; gli oggetti che vengono equipaggiati (come gli anelli o le pietre) continuano ad occupare comunque uno spazio all'interno delle borsa. Le mappe, le ricette e le monete invece sono liberamente accumulabili e non figurano all'interno delle borse.

Ogni personaggio non può equipaggiare più di uno strumento alla volta ed essi si dividono in:

  • anelli
  • pendagli
  • cinture
  • pietre

di questi oggetti ce ne sono di diversi tipi per ognuno e hanno tutti caratteristiche variabili.

Mandragore[modifica | modifica sorgente]

Le mandragore sono elementi fondamentali alla fine del gioco e hanno impiego sia nella cucina che nell'alchimia (vedi). Nel gioco ne esistono 5 tipi e hanno una diffusione che varia da nazione a nazione. Nella tabella del mondo di gioco è indicato per ogni Paese quali sono le mandragore più diffuse.

Alchimia[modifica | modifica sorgente]

L'alchimia è basata sull'unione di materie e mandragore. Le materie sono elementi neutri acquistabili in ogni bazar o raccoglibili all'interno dei dungeon del gioco e possono avere più livelli. Durante l'esplorazione dei dungeon, oltre a materie e mandragore si raccolgono anche le ricette alchemiche che insegnano a combinarli; le fusioni alchemiche generano fozoni e più sarà alto il grado della materia fusa e più alto sarà il numero dei fozoni sprigionati. Per far salire il grado della materia è sufficiente fonderla con altre materie, semi, o cibi.

I risultati delle fusioni alchemiche sono pozioni che hanno bonus di vario tipo, della stessa tipologia che di solito si trovano all'interno dei dungeon; queste spaziano dall'indebolimento dell'aversario alla guarigione di determinati alterazioni di stato. L'unica fusione che non è finalizzata al combattimento è quella dello Yogurt, che si ottiene unendo materia e latte; lo Yogurt si utilizza in cucina per determinate ricette.

Cucina[modifica | modifica sorgente]

Durante l'esplorazione dei dungeon è possibile raccogliere mandragore e cibi (di solito si tratta di frutti nati dai semi, ma si possono anche raccogliere gamberi o trasformare pulcini in polli); la loro raccolta è finalizzata alla realizzazione di ricette e menù da consumare al villaggio Puka. Le ricette culinarie, esattamente come quelle alchemiche, vanno raccolte esplorando i dungeon e, una volta raggiunto il villaggio Puka, andranno ad aggiornare i menù del Ristorante "Puka" e della sala da tè "Leprotto". Mangiare i piatti cucinati in questi due luoghi è assolutamente fondamentale all'economia del gioco, in quanto mangiare è l'unico metodo per aumentare di livello e diventare così più forti e i piatti cucinati nel villaggio Puka hanno un concentrato di punti esperienza molto alto. Alcuni di essi sono da asporto, il che li rende l'ideale da usare durante l'esplorazione dei dungeon, in quanto generalmente hanno anche molti punti vita.

Sia i cibi cucinati sia i frutti nati dai semi hanno valori d'esperienza e di punti vita variabili, perciò bisogna farne un uso abbastanza strategico. Bisogna anche tenere a mente che i frutti, se non vengono raccolti per tempo tendono a marcire, con il risultato che danno sempre lo stesso quantitativo d'esperienza, ma ricaricano la barra della vita della metà dei punti che ricaricherebbe lo stesso frutto da sano. Ci sono alcune ricette che richiedono, però, alcuni frutti marciti.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Gwendolyn: valchiria figlia di Odino, re dei demoni, combatte al fianco della sorella Griselda sia per spirito guerriero che per ottenere l'attenzione del padre. Quando la sorella muore sul campo di battaglia, le lascia in custodia la sua lancia. Durante le sue peripezie si imbatterà nel cavaliere oscuro Oswald e nella strega Velvet, entrambi destinati ad avere un ruolo importante nella sua vita soprattutto Oswald che con il passare del tempo i due si innamorano perdutamente.
  • Cornelius: principe di Titania; è innamorato perdutamente della giovane principessa decaduta Velvet ed è intenzionato a sposarla anche contro il volere del padre. Un giorno si risveglia nella landa oscura trasformato in un animale antropomorfo (furry) e una persona dall'identità sconosciuta gli dona la spada con cui proseguire il cammino che il destino ha in serbo per lui.
  • Mercedes: figlia della regina Elfaria, si ritroverà a doverla sostituire alla sua morte avvenuta per mano di Odino in tenera età. Purtroppo per lei suo cugino Melvin è intenzionato a prendere il potere e la sua giovane età farà sì che non tutta la popolazione sia schierata a suo favore. Ad aiutarla c'è però un rospo che nasconde un segreto.
  • Oswald: giovane combattente che viene raccolto ancora in fasce e allevato da Melvin, appartenente alla stirpe reale del regno delle fate. Questi lo cede al regno delle tenebre per donargli il potere oscuro dell'oltretomba, ma lo rende così vittima delle persecuzioni di Odette. Fondamentale nel suo destino si rivelerà essere l'incontro/scontro con la principessa Gwendolyn della quale con il tempo si innamora.
  • Velvet: principessa del defunto regno di Valentie, innamorata del principe Cornelius. Sulla sua sorte e su quella di suo fratello pende una maledizione lanciatagli dalla madre e il suo obiettivo è quello di cancellarla. Si rifugia nel villaggio Puka sotto i Campi di battaglia tempestosi.
  • Ingway: Fratello di Velvet è un personaggio non molto rilevante però aiuterà molto Mercedes, la piccola nuova Regina delle fate. Nasconde un grande segreto, e grazie a lei tornerà ad essere umano, visto che era stato trasformato in un rospo.

Ognuno di essi ha delle vicende che si intrecciano con quelle degli altri e combatte con un'arma creata con gli psiliti, dei potenti cristalli che hanno il potere di assorbire i fozoni (a parte Ingway che non ha nessun potere, anche se la sua vicenda s'intreccerà con alcuni di loro).

A differenza di quanto accade di solito con queste tipologie di giochi, non esistono le "classi" (come guerriero,mago,ladro,ecc.), bensì sono tutti personaggi predefiniti dalle caratteristiche comuni.

Struttura del regno[modifica | modifica sorgente]

Erion è un regno composto da più nazioni, avente ognuna caratteristiche geografiche proprie (foresta, ghiaccio, ecc.) e un proprio conio della moneta del reame. Il giocatore può spendere tutte le monete dappertutto, ma il valore che esse hanno cambiano da moneta a moneta perché cambia la composizione metallica alla loro base.

Ogni volta che si usa un personaggio nuovo, il suo regno di appartenenza guadagna automaticamente un teletrasporto per raggiungere il villaggio Puka.

Nazione Caratteristiche Mandragore più diffuse
Nebulapolis È la capitale dello stato di Ragnanival ed è il luogo dove è situato il castello del re dei demoni Odino, padre di Gwendolyn e valoroso condottiero. C'è un sentiero che collega Nebulapolis e l'oltretomba e Odino lo conosce, per questo motivo tra Odino e Odette non corre buon sangue. Carotello
La misteriosa foresta di Elrit Si tratta di un territorio pianeggiante, prevalentemente occupato da boschi. Al suo interno è situato il castello di cui prenderà possesso Oswald. Cipolletto
Capitale di Titania È la capitale del regno di Titania, è il luogo dove dimora il principe Cornelius. Si tratta di una città piena di stradine e vicoli e nei suoi sotterranei si nasconde il drago Belial. Raparello
Cratere Magmavulcanico È il regno del fuoco di Erion e il suo re è Onyx, una creatura fatta di magma che per comodità ha assunto sembianze umane. Il regno è minacciato da un cucciolo di drago di nome Leventhan che la popolazione non riesce in alcun modo a sconfiggere. Zenzerello
Ringford, la foresta incantata Si tratta di un insediamento ricavato all'interno di una grande foresta abitato dalle fate. Queste, nonostante siano contrarie alla guerra, combattono per difendere un calderone dai poteri magici, affinché non cada nelle mani sbagliate. La regina delle fate è la bella Elfaria ed è la madre di Mercedes. Con le fate convive pacificamente anche la popolazione degli unicorni. Carotello
Campi di battaglia tempestosi In tempi anctichi era il luogo dove sorgeva Valentine, il centro più imponente di tutto il regno mentre adesso è solo una landa desolata, teatro delle battaglie tra il re dei demoni Odino e la regina delle fate Elfaria. I nani che anticamente vi risiedevano si sono divisi e sono andati ad unirsi alle due fazioni in lotta, forgiando armi per Odino o diventando gnomi e servendo Elfaria. Nel sottosuolo di questa landa si nasconde il villaggio Puka. Carotello
Picco delle nevi perenni Si tratta di una grande montagna su cui, come dice il nome, le nevi sono perenni. Il freddo è talmente pungente che può seriamente intaccare lo stato di salute di chiunque ci si avventuri, compresi gli eroi del gioco. È il luogo dove si rifugia il saggio drago Hindel. Raparello
Endelphia, l'oltretomba La landa oscura del regno è sostanzialmente la terra dei morti ed è governata dalla fredda e spietata Odette. Crudelbulbo

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi