McDonnell Douglas MD-12

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
McDonnell Douglas MD-12
Rappresentazione grafica dell'MD-12
Rappresentazione grafica dell'MD-12
Descrizione
Tipo Aereo di linea a doppio ponte (Proposta)
Equipaggio 2 Piloti +
9-10 assistenti di volo
Progettista Stati Uniti McDonnell Douglas
Esemplari 0
Altre varianti MD-12 HC (High Capacity)
MD-12 LR (Long Range)
MD-12 ST (Stretch)
MD-12 Twin (versione a 2 motori)
Dimensioni e pesi
Tavole prospettiche
Lunghezza 63,40 m
Apertura alare 64,92 m
Freccia alare 35°
Altezza 22,55 m
Superficie alare 543,1
Carico alare 792,7 kg/m²
Peso a vuoto 187.650 kg
Peso max al decollo 430.500 kg
Passeggeri 430 in 3 classi
511 in classe unica
Propulsione
Motore 4 turbofan
General Electric CF6-80C2
Spinta 274 kN ciascuno
Prestazioni
Velocità max 0,85 Mach (1.050 km/h)
Autonomia 14.825 km
Note Dati riferiti alla versione MD-12 High Capacity design

Materiale promozionale della McDonnell Douglas

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il McDonnell Douglas MD-12 fu un progetto di aereo di linea ipotizzato dalla McDonnell Douglas nel 1992 e successivamente abbandonato per lo sviluppo di un "superjumbo" ,la cui prima versione aveva 3 motori. Il progetto venne abbandonato poiché la McDonnell Douglas non ricevette alcun ordine. Il design sarebbe dovuto essere simile al Boeing 747. Successivamente allo studio dell'MD-12 venne sviluppato l'MD-XX derivato dall'MD-11, ma anch'esso venne abbandonato poco dopo.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

La McDonnell Douglas iniziò lo sviluppo di una versione più grande dell'MD-11 chiamata MD-12X trijet[1]. L'MD-12 venne presentato nell'ottobre del 1991. Le dimensioni erano molto imponenti per l'epoca: 72,5 metri di lunghezza, 64,8 metri di apertura alare e 3 motori (trijet). Nel novembre dello stesso anno venne firmato tra McDonnell Douglas e Taiwan Aerospace Corporation un memorandum per formare un compagnia per lo sviluppo del "superjumbo". La compagnia avrebbe dovuto avere come azionisti la McDonnell (51%), la Taiwan Aerospace (41%) e il rimanente 9% suddiviso tra compagnie asiatiche[2].

MD-12[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991 la McDonnel Douglas separò l'attività civile da quella militare per ottenere i 4 milioni di dollari necessari allo sviluppo dell'MD-12X in versione trimotore. La separazione della parte militare di McDonnell si rese necessaria poiché lo sviluppo del costoso C-17, aveva portato ad una perdita economica alla società, mentre la parte civile (che produceva MD-80 e MD-11) avrebbe attratto più facilmente investitori stranieri[3].

Abbandonato il progetto a 3 motori iniziò lo sviluppo di un MD-12 con 4 motori e due ponti di volo sovrapposti. Le dimensioni diminuirono rispetto al precedente progetto a 3 motori: 63,4 metri di lunghezza (- 9,1 metri) e 64,9 metri di apertura alare. La presentazione dell'MD-12 avvenne nell' aprile del 1992. Il design era simile all'Airbus A3XX (il prototipo dell'A380) e al Boeing NLA. La Douglas Aircraft aveva già sviluppato un aereo a due ponti di volo nel 1960[4].

Il primo volo avrebbe dovuto avvenire nel 1995 e le consegne iniziare nel 1997. Malgrado una politica di marketing massiccia ed aggressiva, soprattutto nella stampa specializzata, la McDonnell Douglas non ricevette alcun ordine e la Taiwan Aerospace abbandonò il progetto. Un aereo a doppio ponte sembrava troppo costoso e complesso per essere costruito anche da aziende più grandi come Airbus e Boeing. Per vedere un aereo a doppio ponte costruito in serie si dovette aspettare il 2004 con l'Airbus A380[5].

MD-XX[modifica | modifica wikitesto]

Fallito il progetto con l'MD-12, la McDonnell Douglas sviluppò un velivolo da 300 a 400 posti dall'MD-11. Al Farnborough International Air Show nel 1996, il nuovo aereo trimotore a lungo raggio, MD-XX[6], venne presentato ufficialmente in due varianti: MD-XX con una fusoliera allungata e l'MD-LR per il lungo raggio. Entrambe le varianti avevano la stessa apertura alare dell'MD-12 mentre l'MD-XX era 9,8 metri più lungo dell'MD-11 con 375 passeggeri in 3 classi oppure 515 in classe economica. Il raggio di azione era di 7.020 nmi (13.000 km). La versione MD-LR condivideva le stesse dimensioni dell'MD-XX mentre il raggio di azione è stato portato fino a 15.400 km ( + 2.400 km). Tuttavia, nell'ottobre dello stesso anno, il consiglio di amministrazione della McDonnel Douglas decise di interrompere lo sviluppo ritenendolo troppo oneroso per la società.

Aeromobili simili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MD12 undeveloped models.
  2. ^ Arthur 2002, pp. 92-94.
  3. ^ MD-12 divides Douglas.
  4. ^ Proposed double deck DC-10 design in 1965.
  5. ^ Big plane, big problems.
  6. ^ McDonnell Douglas Unveils New MD-XX Trijet Design.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Steffen, Arthur. McDonnell Douglas MD-11: A Long Beach Swansong. Hinckley, UK: Midland, 2002. ISBN 1-85780-117-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]