Matt Hamill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matt Hamill
Matt Hamill cropped.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 93 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Lotta libera, Jiu jitsu brasiliano
Categoria Pesi mediomassimi
Squadra Stati Uniti RIT
Carriera
Soprannome The Hammer
Combatte da Stati Uniti Utica, Stati Uniti
Vittorie 11
per knockout 6
Sconfitte 5
 

Matthew Stanley Hamill (Loveland, 5 ottobre 1976) è un ex lottatore di arti marziali miste e di lotta libera statunitense.

Sordo dalla nascita, Hamill è stato campione di lotta libera ai giochi olimpici silenziosi del 2001 e medaglia d'argento di lotta greco-romana durante la medesima competizione; tra il 1997 ed il 1999 è stato per tre volte campione nazionale NCAA divisione III di lotta libera.

Attivo nelle arti marziali miste dal 2005, al momento è l'unico lottatore a poter vantare una vittoria sul campione dei pesi mediomassimi UFC Jon Jones, benché la stessa sia venuta per squalifica dell'avversario. Ha combattuto quasi esclusivamente in UFC per tutta la carriera. Stilisticamente si affida molto alle sue abilità nella lotta e nel jiu jitsu brasiliano.

La sua storia ha ispirato il regista Oren Kaplan per il film biografico del 2010 The Hammer, incentrato proprio sulla carriera da lottatore collegiale di Hamill.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Nato a Loveland, cittadina dell'Ohio, Matt ha iniziato a praticare lotta durante i suoi anni trascorsi nella High School di Loveland dove in particolar modo suo padre gli faceva da coach.

Finita la High School, Matt ha frequentato il Rochester Institute of Technology di Rochester dove però dopo un anno si è trasferito all'Università Purdue dove ha continuato a fare lotta.

The Ultimate Fighter[modifica | modifica sorgente]

Matt ha iniziato la propria carriera nelle arti marziali miste durante la terza stagione del reality show americano The Ultimate Fighter, opera della prestigiosa promozione UFC, dove era sotto la guida del lottatore Tito Ortiz.

Durante il suo primo incontro preliminare vinse contro Mike Nickels e arrivò fino in finale dove durante la diretta televisiva trasmessa su Spike TV uscì vittorioso per KO contro Jesse Forbes.

Dopo tale vittoria, Matt ha affrontato il concorrente dell'edizione precedente Seth Petruzelli nell'evento Ortiz vs Shamrock 3: The Final Chapter dove ha nuovamente vinto per decisione unanime con il punteggio di 29-28, 30-27 e 29-28.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica sorgente]

Sfida contro Bisping[modifica | modifica sorgente]

Durante l'evento UFC 68: The Uprising Matt affrontò Rex Holman vincendo per KO Tecnico durante il primo round.

Successivamente a Londra durante l'evento UFC 75: Champion vs. Champion, Matt affrontò il britannico Michael Bisping e venne battuto per decisione unanime anche se in seguito giudicata controversa per via dell'incontro disputatosi in Inghilterra (paese d'origine di Bisping).

Fu successivamente stipulata una rivincita che doveva concludersi a UFC 78: Validation ma dove per via di un infortunio di Hamill fu annullata.

2008-2011[modifica | modifica sorgente]

Matt Hamill durante una cerimonia del peso in UFC

SUccessivamente ha combattuto contro Tim Boetsch a UFC Fight Night: Florian vs. Lauzon dove ha trionfato per KO tecnico.

Grazie al suo record di 4-1 (vittorie-sconfitte) conquistò il diritto a combattere al Main Event di UFC 88: Breakthrough contro l'ex campione dei pesi medi Rich Franklin, dove perse per KO tecnico durante la terza ripresa.

Dopo tale sconfitta ottenne quattro vittorie di fila contro Reese Andy, il futuro top 10 dei pesi medi Mark Muñoz, il fuoriclasse assoluto e prossimo dominatore di categoria Jon Jones e Keith Jardine arrivando a un record di 9-2 (vittorie-sconfitte).

La decima vittoria arrivò contro l'ex campione Tito Ortiz a UFC 121: Lesnar vs. Velasquez il 23 ottobre 2010 per decisione unanime.

Durante il pay-per-view UFC 130: Rampage vs. Hamill è stato nominato come sostituto di Thiago Silva per combattere contro l'ex campione e nel ranking top 3 Quinton "Rampage" Jackson, uscendo sconfitto.

Il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dopo la sconfitta contro Rampage ne è seguita un'altra contro Alexander Gustafsson a UFC 133: Evans vs. Ortiz, il quale subentrò all'infortunato Vladimir Matyushenko.

L'incontro dopo un primo round terminato in maniera equilibrata è finito a favore dello svedese grazie ad un montante.

Dopo questo incontro, Matt a causa delle due sconfitte consecutive dichiarò: << Today is a sad day for me. After six years and 13 fights in the UFC I’m ready to hang up my gloves and retire from this amazing sport>>; volle ritirarsi dalla UFC dichiarando tutto sul proprio sito ufficiale.

Il ritorno[modifica | modifica sorgente]

Dopo un anno chiuso in ritiro, Matt tornò a combattere contro il debuttante Roger Hollett il 22 settembre 2012 a UFC 152: Jones vs. Belfort: Hamill vinse ai punti per decisione unanime dei giudici di gara.

Successivamente lottò a distanza di più di un anno in Brasile contro Thiago Silva, venendo sconfitto ai punti con i giudici che assegnarono tutti e tre i round all'avversario; in seguito a tale sconfitta Hamill venne licenziato dalla promozione.

World Series of Fighting[modifica | modifica sorgente]

Nel maggio 2014 Hamill rese noto di aver firmato un nuovo contratto con la promozione emergente World Series of Fighting.

Avrebbe dovuto esordire contro l'altro ex UFC Ronny Markes, ma un infortunio causò l'annullamento del match, e successivamente Hamill annunciò nuovamente il ritiro dalle MMA.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Gli incontri segnati su sfondo grigio si riferiscono ad incontri di esibizione non ufficiali o comunque non validi per essere integrati nel record da professionista.

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Sconfitta 11-5 Brasile Thiago Silva Decisione (unanime) UFC Fight Night: Maia vs. Shields 9 ottobre 2013 3 5:00 Brasile Barueri, Brasile
Vittoria 11–4 Canada Roger Hollett Decisione (unanime) UFC 152: Jones vs. Belfort 22 settembre 2012 3 5:00 Canada Toronto, Canada
Sconfitta 10–4 Svezia Alexander Gustafsson KO Tecnico (pugni e gomitate) UFC 133: Evans vs. Ortiz 6 agosto 2011 2 3:34 Stati Uniti Filadelfia, Stati Uniti
Sconfitta 10–3 Stati Uniti Quinton Jackson Decisione (unanime) UFC 130: Rampage vs. Hamill 28 maggio 2011 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 10–2 Stati Uniti Tito Ortiz Decisione (unanime) UFC 121: Lesnar vs. Velasquez 23 ottobre 2010 3 5:00 Stati Uniti Anaheim, Stati Uniti
Vittoria 9–2 Stati Uniti Keith Jardine Decisione (maggioranza) The Ultimate Fighter: Team Liddell vs. Team Ortiz Finale 19 giugno 2010 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 8–2 Stati Uniti Jon Jones Squalifica (gomitate illegali) The Ultimate Fighter: Heavyweights Finale 5 dicembre 2009 1 4:14 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 7–2 Stati Uniti Mark Muñoz KO (calcio alla testa) UFC 96: Jackson vs. Jardine 7 marzo 2009 1 3:53 Stati Uniti Columbus, Stati Uniti
Vittoria 6–2 Stati Uniti Reese Andy KO Tecnico (pugni) UFC 92: The Ultimate 2008 27 dicembre 2008 2 2:19 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 5–2 Stati Uniti Rich Franklin KO Tecnico (calcio al corpo) UFC 88: Breakthrough 6 settembre 2008 3 0:39 Stati Uniti Atlanta, Stati Uniti
Vittoria 5–1 Stati Uniti Tim Boetsch KO Tecnico (pugni) UFC Fight Night: Florian vs. Lauzon 2 aprile 2008 2 1:25 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti
Sconfitta 4–1 Regno Unito Michael Bisping Decisione (non unanime) UFC 75: Champion vs. Champion 8 settembre 2007 3 5:00 Regno Unito Londra, Regno Unito
Vittoria 4–0 Stati Uniti Rex Holman KO Tecnico (pugni) UFC 68: The Uprising 3 marzo 2007 1 4:00 Stati Uniti Columbus, Stati Uniti
Vittoria 3–0 Stati Uniti Seth Petruzelli Decisione (unanime) Ortiz vs. Shamrock 3: The Final Chapter 10 ottobre 2006 3 5:00 Stati Uniti Hollywood, Florida, Stati Uniti
Vittoria 2–0 Stati Uniti Jesse Forbes KO Tecnico (pugni) The Ultimate Fighter 3 Finale 24 giugno 2006 1 4:47 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria NU Stati Uniti Mike Nickels Decisione (unanime) The Ultimate Fighter 3 1 giugno 2006 2 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Torneo dei Pesi Mediomassimi TUF 3, Primo turno
Vittoria 1–0 Stati Uniti Robert Hitte KO Tecnico (pugni) XFO 7: Outdoor War 27 agosto 2005 1 1:52 Stati Uniti Island Lake, Stati Uniti

Premi UFC[modifica | modifica sorgente]

  • Knockout of the Night (una volta)
  • Fight of the Night (due volte)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]