Louis de Grandmaison

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis Loyzeau de Grandmaison
21 gennaio 1861 - 18 febbraio 1915
Nato a Le Mans
Morto a Soissons
Dati militari
Paese servito Flag of France.svg Repubblica Francese
Forza armata Armée de terre
Anni di servizio 1883 - 1915
Grado Generale
Guerre Prima guerra mondiale
Battaglie Battaglia delle Frontiere
Battaglia di Verdun

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

François Jules Louis Loyzeau de Grandmaison (Le Mans, 21 gennaio 1861Soissons, 18 febbraio 1915) è stato un generale francese. Fu uno dei principali teorici militari dell'esercito francese all'inizio del Novecento. Fervente sostenitore della teoria aggressiva dell'offensiva ad oltranza che sarebbe stata adottata dall'esercito e impiegata con risultati negativi all'inizio della prima guerra mondiale, morì in combattimento nel 1915.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Louis de Grandmaison nacque a Le Mans nel 1861, settimo figlio di François (Alfred) Loyseau de Grandmaison e fratello del poi celebre teologo gesuita Léonce de Grandmaison. Dal 1881 iniziò la frequentazione dell'accademia militare di Saint-Cyr, uscendone nel 1883 come sottotenente e venendo destinato al 20º battaglione di fanteria di stanza a Rouen.

Promosso tenente nel 1886, venne assegnato quindi al 24º battaglione di fanteria leggera di base a Nizza.

Capitano dal 29 dicembre 1892, passò al 1º reggimento straniero a Sidi-Bel-Abbes, divenendo attaché alla sede di Tonchino dal 1894 al 1895 amministrando gli affari della Francia in Cina.

Nel 1896 venne destinato al 131º reggimento di fanteria di Orleans e ricevette in quello stesso anno la legion d'onore. Nel maggio di quell'anno si sposò a Parigi con Marie-Julie Gillet Virginia. Nel 1898 venne ammesso al collegio di guerra per poi passare al 25º ed al 110º reggimento di fanteria.

Promosso nel 1900 a capo di battaglione, continuò il proprio servizio per poi essere trasferito nel 1902 a Annecy con il 30º reggimento. Nominato Tenente Colonnello nel 1908 divenne capo del 3° ufficio del dipartimento di guerra che stava organizzando la difesa del confine orientale, già preludendo al primo conflitto mondiale..

Nominato ufficiale della legion d'onore nel luglio del 1911, divenne Colonnello quello stesso anno e venne assegnato al 153º reggimento di fanteria a Toul, uno dei reggimenti appartenenti al XX corpo d'armata del generale Ferdinand Foch destinati a proteggere i confini della frontiera in Lorena. Dopo la morte della prima moglie, nell'aprile del 1912 si risposò con Germaine Delambre, figlia del generale Delambre.

Sei volte ferito alla testa del suo reggimento a Morhange durante la battaglia di Lorena (19 e 20 agosto 1914), ricevette il comando della 53ª divisione e venne promosso commendatore dell'ordine della legion d'onore il 3 gennaio 1915, venendo poi promosso generale.

Venne ucciso il 18 febbraio 1915 a un chilometro a nord di Soissons per via di una scheggia di bomba che lo colpì alla testa. Venne sepolto a Parigi il 22 febbraio successivo.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • L’Expansion française au Tonkin. En territoire militaire, Paris, Plon, 1898
  • Le Dressage de l’infanterie en vue du combat offensif, Paris, Berger-Levrault, 1908
  • Deux conférences aux officiers du Centre des hautes études militaires (CHEM), Paris, Berger-Levrault, 1911 (prix Alfred Née de l’Académie française)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze francesi[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore
— 11 luglio 1896
Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore
— 12 luglio 1911
Commendatore dell'Ordine della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Legion d'onore
— 30 dicembre 1914
Croix de la valeur militaire - nastrino per uniforme ordinaria Croix de la valeur militaire
Ufficiale dell'Ordine delle Palme Accademiche - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine delle Palme Accademiche
Médaille coloniale con barretta "Tonchino" - nastrino per uniforme ordinaria Médaille coloniale con barretta "Tonchino"
Ufficiale dell'Ordine reale della Cambogia - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine reale della Cambogia
Ufficiale dell'Ordine del Dragone di Annam - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Dragone di Annam

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di III classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di III classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero di Russia)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bulletins des Armées de la République, nº 76, 28 février-3 mars 1915 p. 3
  • La Mort du chef, extrait des Études, n° du 5 mars 1915
  • Ste Croix [du Mans] au champ d’honneur, 1914-1915
  • Comte Jean de Morant, La Noblesse française au champ d’honneur, p. 108

Controllo di autorità VIAF: 39254658

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie