Stelle più grandi conosciute

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Immagini comparative da Mercurio a VY Canis Majoris; l'astro più grande nella foto 1, è il più piccolo nella foto 2 e così via, la Terra è l'ultima nella foto 1 e la prima della foto 2, il Sole è il terzo nella foto 3.

La seguente è una selezione delle stelle più grandi conosciute fino ad oggi; oltre al nome della stella, è riportato anche il diametro in rapporto a quello del Sole; alla nostra stella è assegnato il valore uguale ad 1. Si tratta di stelle del tipo ipergigante o supergigante (rossa, arancio, gialla, blu ecc.), aventi un diametro (le maggiori) tale che se simili stelle fossero collocate al posto del Sole, i loro strati più esterni arriverebbero fino alle regioni periferiche del nostro Sistema solare.

Sulla base dei modelli evolutivi e tenendo conto del limite di Hayashi nessuna stella della nostra galassia dovrebbe essere più grande di circa 1.500 volte il Sole. Il limite esatto dipende dalla metallicità della stella e i limiti su temperatura e luminosità delle supergiganti nelle Nubi di Magellano sono leggermente diversi. Si sono osservate stelle che hanno passato questo limite per delle brevi e violente eruzioni, durante il quale anche il tipo spettrale variava notevolmente.

L'ordine esatto di questa lista non è del tutto completo, o non è completamente ben definito, in quanto esistono talvolta grosse incertezze sulle stime dei diametri stellari, per diversi motivi:

  • La distanza di molte stelle, in particolar modo delle più grandi, è incerta, e una stima errata della distanza si ripercuote sulla stima delle dimensioni.
  • Le stelle di questa hanno estese atmosfere, molte sono avvolte da dischi di polvere per lo più opachi, inoltre la maggior parte di esse sono stelle pulsanti, così che i loro raggi non sono ben definiti
  • Le stelle doppie sono spesso trattate individualmente, nonostante altre liste le trattino insieme;
  • Vi sono oltretutto anche variazioni statistiche nelle misure, dovute al fatto che queste stelle sono per lo più stelle variabili a causa della loro età avanzata, o stelle eruttive o particolari, come nel caso di V838 Monocerotis, che aumentò il suo raggio per un periodo di tempo molto breve a causa di un fenomeno esplosivo, per poi ridursi sensibilmente in periodi altrettanto brevi.
Nome stella Diametro
(Sole = 1)
Galassia
di appartenenza
Coordinate equatoriali
(2000)
Note
UY Scuti 1708 Via Lattea 18h 27m 36,53s
−12° 27′ 58,87″
Il margine d'errore è di ± 192: al massimo avrebbe un raggio di 1900 raggi solari, mentre al minimo sarebbe paragonabile a VX Sagittarii.
NML Cygni 1650 Via Lattea 20h 46m 25,5s
40° 06′ 59,4″
Ha una massa di 50 M, e uno dei tassi di perdita di massa più alti conosciuti.
WOH G64 1540 - 1730 Grande Nube
di Magellano
04h 55m 10,49s
-68° 20′ 29,8″
Una delle più grandi della Grande Nube di Magellano, circondata da una nebulosità di materiale espulso, come Eta Carinae.
Westerlund 1-26 1530 (2544) Via Lattea 16h 47m 05,40s
−45° 50′ 36,76″
Stella insolita con forte emissioni radio; il suo spettro è variabile, tuttavia non lo è la sua luminosità.
VX Sagittarii A 1520 Via Lattea 18h 08m 04,05s
−22° 13′ 26,61″
Stella pulsante, le cui dimensioni variano notevolmente.
V354 Cephei A 1520 Via Lattea 22h 33m 35,0s
+58° 53′ 45″
KW Sagittarii 1460 Via Lattea 17h 52m 00,7s
−28° 01′ 20,6″
VY Canis Majoris 1420 Via Lattea 07h 22m 58,29s
-25° 46′ 03,5″
Le prime stime sull'enorme diametro (2100 volte quello del Sole) contraddicevano le teorie evolutive stellari; successivamente nuovi studi ne hanno ridotto le dimensioni.
KY Cygni 1420 Via Lattea 20h 25m 57,2s
+38° 21′ 11″
Mu Cephei
(la Stella granata di Herschel)
1420 Via Lattea 21h 43m 30,46s
+58° 46' 48,2"
V766 Centauri A 1315 Via Lattea 13h 47m 10,87s
-62° 35′ 23″
Il margine d'errore è di ± 260 raggi solari.
AH Scorpii 1,287 - 1,535 Via Lattea Variabile di quasi 3 grandezze in luce visibile. La variazione del diametro non è chiara perché la temperatura varia.
RW Cephei 1260 Via Lattea 22h 23m 07,02s
+55° 57′ 47,6″
Variabile sia in luminosità (di un fattore 3) che tipo spettrale (da G8 a M), quindi probabilmente anche in diametro. Poiché il tipo spettrale e la temperatura alla massima luminosità non sono noti, la grandezza riportate è solo una stima approssimativa.
BC Cygni 1140-1230 Via Lattea 20h 21min 38,55s
+37º 31’ 58,9’’
S Persei 730-1230 Via Lattea 02h 22m 51.709s
+58° 31′ 11.45″
PZ Cassiopeiae 1190 (1940) Via Lattea 23h 44m 03.3s
+61° 47′ 22″
La stima più grande è dovuta ad una misurazione nella banda K insolita e si pensa sia un artefatto. La stima più bassa è coerente con le altre stelle degli stessi studi e con i modelli teorici.
RT Carinae 1090 Via Lattea 10h 44m 47,147s
-59° 24′ 48,13″
CK Carinae 1060 Via Lattea 10h 24min 25,36s
-60º 11’ 29,0’’
VV Cephei A 1050 Via Lattea 21h 56m 39,14s
+63° 37′ 32″
VV Cep A è una stella molto distorta che fa parte di un sistema binario stretto, con perdita di massa verso la secondaria.
HV 11423 1000 Piccola Nube di Magellano 01h 00min 55,2s
-71º 37’ 53’’
Betelgeuse (Alfa Orionis) 990-1000 Via Lattea 05h 55m 10,31s
+07° 24′ 25,43″
Antares (Alfa Scorpii) 850 Via Lattea 16h 29m 24,46s
-26° 25' 55,21"
V382 Carinae 747 Via Lattea 11h 08m 35,4s
-58° 58' 30"
119 Tauri (Ruby Star) 601 Via Lattea
S Pegasi 580 Via Lattea 23h 20m 33s
+08° 55' 08"
S Doradus 550 Grande Nube di Magellano
S Orionis 530 Via Lattea
Omicron1 Canis Majoris 530 Via Lattea
W Hydrae 520 Via Lattea
R Cassiopeiae 500 Via Lattea
Chi Cygni 470 Via Lattea
Ras Algethi
(Alfa Herculis)
460 Via Lattea
Rho Cassiopeiae 450 Via Lattea
Mira A
(Omicron Ceti)
400 Via Lattea
Eta Carinae 400 Via Lattea
V509 Cassiopeiae 400 Via Lattea
V838 Monocerotis 380 - 1540 Via Lattea 07h 04m 04,85s
-03° 50' 50,2"
Considerata una delle più grandi conosciute dopo che avvenne un'esplosione. Il diametro si ridusse poi velocemente.
R Doradus 370 Via Lattea
U Orionis 370±96 Via Lattea
HR Carinae 350 Via Lattea
R Leonis 350 Via Lattea
V4650 Sgr 350 Via Lattea
Stella Pistola
(Pistol Star)
340 Via Lattea
T Cephei 329 Via Lattea
Delta Apodis 314 Via Lattea
Pi Puppis 290 Via Lattea
Sadr (Gamma Cygni) 250 Via Lattea
Eta Persei 220 Via Lattea
Wezen
(Delta Canis Majoris)
215 Via Lattea
La Superba
(Y Canum Venaticorum)
214 Via Lattea
Lambda Velorum 207 Via Lattea
LBV 1806-20 200 Via Lattea
RS Puppis 198 Via Lattea
Epsilon Aurigae A 175 Via Lattea
Avior (Epsilon Carinae) 153 Via Lattea
Enif (Epsilon Pegasi) 150 Via Lattea
Zeta Aurigae 148 Via Lattea
Mebsuta
(Epsilon Geminorum)
140 Via Lattea
Alfa Trianguli Australis 130 Via Lattea
56 Aquilae 130 Via Lattea
Mu Bootis 130 Via Lattea
HD 37536
(NO Aurigae)
130 Via Lattea
Iota1 Scorpii 125 Via Lattea
Asmidiske (Xi Puppis) 120 Via Lattea
Deneb (Alfa Cygni) 114 Via Lattea
Gacrux (Gamma Crucis) 113 Via Lattea
W Orionis 110-220 Via Lattea
Tarazed
(Gamma Aquilae)
110 Via Lattea
Zeta Cephei 110 Via Lattea
Albireo
(Beta Cygni A1)
109 Via Lattea
Mu Geminorum 104 Via Lattea
Gamma Andromedae 83
Arneb (Alfa Leporis) 75
P Cygni 75
Rigel (Beta Orionis) 73
Canopo (Alfa Carinae) 71,5
Avior (Epsilon Carinae) 70
R 126 70 Grande Nube di Magellano
Eta Aquilae 66
R Coronae Borealis 65
Mekbuda (Zeta Geminorum) 65
Mirfak (Alfa Persei) 60
Alphard 56
Eltanin (Gamma Draconis) 48
Polaris 45
Shedir 45
Aldebaran (Alfa Tauri) 44,2
Kochab (Beta Ursae Minoris) 41
Delta Cephei 41
VY Canis Majoris confrontata con il Sole.

Il diametro solare (medio) è pari a circa 1.390.900 km.

Il fatto che quasi tutte le stelle elencate appartengano alla Via Lattea è solo un effetto di selezione strumentale dovuto al fatto che con gli strumenti disponibili attualmente si possono scoprire e misurare solo una parte delle più grandi stelle della nostra galassia e una parte infinitesima di quelle presenti nelle galassie vicine.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]