Tarazed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Tarazed
La posizione della stella nella costellazioneLa posizione della stella nella costellazione
Classificazione Gigante brillante,
stella doppia
Classe spettrale K3 II
Distanza dal Sole 394 anni luce
Costellazione Aquila
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 19h 46m 15,5795s
Declinazione +10° 36′ 47,74″
Dati fisici
Raggio medio 110 R
Massa
5,66[1] M
Velocità di rotazione 3,50 km/s[3]
Temperatura
superficiale
4140 K[1] (media)
Luminosità
2950[2] L
Indice di colore (B-V) +1,507 ± 0,014
Età stimata 100 milioni di anni
Dati osservativi
Magnitudine app. +2,72
Magnitudine ass. -2,79[2]
Parallasse 7,08 ± 0,75 arcsec
Moto proprio AR: 15,72 mas/anno
Dec: -3,08 mas/anno
Velocità radiale -2,1 km/s
Nomenclature alternative
Tarazed, Reda, WDS 19463+1037, 2MASS J19461557+1036475, 50 Aql, GSC 01061-02577, HD 186791, BD+10° 4043, HIP 97278, HR 7525, SAO 105223

Tarazed (a volte Reda;[4] γ Aquilae / γ Aql / Gamma Aquilae) è la seconda stella più brillante della costellazione dell'Aquila (data la magnitudine apparente di 2,72), dopo Altair (α Aquilae). Il suo nome sembra derivare dal persiano شاهين ترازو šāhin tarāzu il "giogo della bilancia", riferendosi a un asterismo detto la "Bilancia" e formato da α, β e γ Aquilae. Dal persiano šāhīn, che significa "falco reale", "raggio" e "bacchetta", è derivato il nome ("falco") di β Aquilae.

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale; grazie alla sua posizione non fortemente boreale, può essere osservata dalla gran parte delle regioni della Terra, sebbene gli osservatori dell'emisfero nord siano più avvantaggiati. Nei pressi del circolo polare artico appare circumpolare, mentre resta sempre invisibile solo in prossimità dell'Antartide. La sua magnitudine pari a 2,72 fa sì che possa essere scorta anche dai piccoli centri urbani moderatamente affetti dall'inquinamento luminoso.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine giugno e novembre; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una stella gigante brillante di classe spettrale K3, che le conferisce una colorazione arancio-giallastra per via della temperatura effettiva piuttosto "bassa", circa 4100 K. Il suo diametro è approssimativamente pari a 0,5 UA, se fosse al posto del Sole si estenderebbe al di là dell'orbita di Venere ed occuperebbe 60º del cielo visto dalla Terra. Il suo diametro angolare rilevabile misura 0,0075 arcosecondi e si trova approssimativamente, dopo la riduzione dei dati del satellite Hipparcos, a 394 anni luce dalla Terra[2].

Nonostante sia una stella di età inferiore a quella del Sole (ha infatti circa 100 milioni di anni), Gamma Aquilae si trova in una fase avanzata della sua esistenza, in quanto nel suo nucleo ha luogo la fusione dell'elio in carbonio.

Tarazed è una stella doppia; la sua compagna, denominata γ Aquilae B, ha magnitudine 10,7 ed è separata dalla primaria di 133".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Hohle, M. M.; Neuhäuser, R.; Schutz, B. F., Masses and luminosities of O- and B-type stars and red supergiants in Astronomische Nachrichten, vol. 331, nº 4, aprile 2010, p. 349, DOI:10.1002/asna.200911355.
  2. ^ a b c Erik Anderson, Charles Francis, XHIP: An Extended Hipparcos Compilation in Astronomy Letters, 23 marzo 2012.arΧiv:1108.4971
  3. ^ Wilson-Bappu relation in late-type stars (Pace+, 2003)
  4. ^ (EN) HR 7525, alcyone.de. URL consultato il 19-05-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni