P Cygni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
P Cygni
Classificazione Ipergigante LBV
Classe spettrale B2 Ia
Tipo di variabile S Doradus
Distanza dal Sole 6150 anni luce[1]
Costellazione Cigno
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 20h 17m 47,20s
Declinazione +38° 01' 59,0"
Dati fisici
Raggio medio 75[2] R
Massa
55 M
Temperatura
superficiale
19.000 K[4] (media)
Luminosità
700.000[3] L
Dati osservativi
Magnitudine app.
+3,00[5] (min)
+4,80 (media)
+6,00 (max)
Magnitudine ass. -7,65[6]
Moto proprio AR: -3.18 mas/anno
Dec: -6.45 mas/anno
Velocità radiale -8,9 km/s
Nomenclature alternative
NOVA Cyg 1600, P Cyg, 34 Cyg, HD 193237, HR 7763, HIP 100044, SAO 69773, AAVSO 2014+37A.

P Cygni (P Cyg / 34 Cygni), conosciuta anche con il nome Nova Cygni 1600, è una stella variabile di tipo S Doradus localizzata nella costellazione del Cigno. Si tratta di una stella ipergigante di tipo spettrale B2 Ia; è una delle stelle più luminose della Via Lattea ed è situata a circa 6 000 anni luce da Terra.

Storia delle osservazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'astro era sconosciuto fino al XVII secolo, quando improvvisamente apparve un astro di terza magnitudine in una zona della volta celeste dove prima non era visibile nessuna stella. Durante gli anni seguenti calò la sua luminosità fino a divenire invisibile ad occhio nudo, fino al 1655 quando tornò a brillare di magnitudine +3,5. Rimase tale fino al 1659, quando calò di nuovo di luminosità per attestarsi attorno alla magnitudine 6 fino al 1675, quando tornò di nuovo ad aumentare di brillantezza. Seguirono altre fluttuazioni, fin quando, nel 1715, parve attestarsi attorno alla quinta magnitudine, fluttuando entro questo valore anche per i successivi 200 anni[7]

Il P Cygni profile.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Le variabili S Doradus, come P Cygni, sono molto rare, hanno una vita breve e si formano soltanto in regioni galattiche dove si ha un'intensa attività di formazione stellare. Hanno inoltre masse enormi e sono estremamente energetiche (generalmente 50 masse solari e decine di migliaia di volte più luminose); pertanto esauriscono piuttosto rapidamente il loro combustibile nucleare. Dopo aver brillato per pochi milioni di anni (al contrario dei miliardi di anni di vita delle stelle nane) esplodono in brillantissime supernovae. La recente supernova di tipo II SN 2006gy [8], esplosa nella galassia NGC 1260, sarà presumibilmente simile alla fine di stelle LBV come P Cygni.

P Cygni dà il nome ad una caratteristica spettrale detta P Cygni profile (Profilo P Cygni), che consiste nella presenza di linee sia di assorbimento sia di emissione, il che indica l'esistenza di nubi di gas in espansione dalla stella. Il lobo di emissione presenta un accentuato redshift mentre il lobo di assorbimento presenta il blueshift conformemente al resto delle lunghezze d'onda dello spettro elettromagnetico. Questi profili sono utili nello studio dei venti stellari in molti tipi di stelle. Spesso sono utilizzati per indicare le variabili S Doradus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NOVA Cyg 1600 -- Nova SIMBAD
  2. ^ Catalogue of Stellar Diameters (CADARS) (Pasinetti-Fracassini+ 2001)
  3. ^ P Cygni jumk.de
  4. ^ P Cygni (Stars, Jim Kaler)
  5. ^ AAVSO International Variable Star Index VSX (Watson+, 2006-2012) AAVSO International Database
  6. ^ ROSAT all-sky survey catalogue of OB stars (Berghoefer+ 1996)
  7. ^ P Cygni profile. The Internet Encyclopedia of Science
  8. ^ (EN) Nathan Smith, SN 2006gy: Discovery of the most luminous supernova ever recorded, powered by the death of an extremely massive star like Eta Carinae, arXiv preprint, 2007. URL consultato il 28/04/2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni