Leiningen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Leiningen è una antica famiglia germanica le cui terre si collacavano principalmente tra Alsazia, Lorena e Palatinato.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Il primo conte di Leiningen del quale nulla si sa certo fu un certo Emich II (morto prima del 1138), la cui famiglia si estinse in linea maschile quando il conte Friedrich, un Minnesänger, morì intorno al 1220. La sorella di Friedrich, Liutgarde, sposò Simon II, conte di Saarbrücken, e Friedrich, uno dei loro figli, ereditando le terre dei conti di Leiningen, adottò il loro nome e stemma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Avendo accresciuto i suoi possedimenti la famiglia Leiningen fu divisa nel 1317 circa in due rami; il maggiore il cui capo era un langravio si estinse nel 1467. In questo caso le sue terre passarono a una femmina, Margarete sorella dell'ultimo langravio, moglie di Reinhard, signore di Westerburg, ed i loro discendenti divennero noti come Leiningen-Westerburg. In seguito questa famiglia fu divisa in due rami, quelli di Alt-Leiningen-Westerburg e Neu-Leiningen-Westerburg, entrambi i quali sono rappresentati oggi.

Stemma di Leiningen

Nel frattempo, il ramo cadetto dei Leiningen, conosciuta come la famiglia di Leiningen-Dagsburg, stava prosperando e nel 1560 fu divisa nelle linee di Leiningen-Dagsburg-Hartenburg, fondata dal Conte Johann Philip (m.1562), e Leiningen-Dagsburg-Heidesheim o Falkenburg fondata dal Conte Emicho (m.1593). Nel 1779 il capo del primo ramo fu elevato a principe dell'Impero. Nel 1801 questa famiglia fu privata delle sue terre sulla riva sinistra del Reno dalla Francia, ma nel 1803 ebbe un indennizzo sufficiente per queste perdite. Pochi anni dopo i suoi possedimenti furono mediatizzati, ed attualmente sono inclusi principalmente nel Baden, ma in parte anche in Baviera e nell'Assia.

Un ex capo di questa famiglia, il Principe Emich Carl, sposò Marie Louise Viktoria, principessa di Sassonia-Coburgo; dopo la sua morte nel 1814 la principessa sposò il Principe Edoardo Augusto, Duca di Kent e Strathearn, figlio minore di Giorgio III, da cui divenne la madre della Regina Vittoria. Nel 1910 il capo della famiglia era il principe Emich (n.1866).

La famiglia di Leiningen-Dagsburg-Heidesheim fu divisa in tre rami, i due maggiori si estinsero. Attualmente è rappresentata dai conti di Leiningen-Guntersblum e Leiningen-Heidesheim, chiamato anche Leiningen-Billigheim e Leiningen-Neidenau.

Linee familiari[modifica | modifica wikitesto]

  • Leiningen-Hartenburg (1449-1467)
  • Leiningen-Westerburg (1459):
    • Altleiningen e Oberbrunn:
      • Altleiningen
      • Rixingen
      • Forbach, Oberbrunn +1665
      • Westerburg, Scadeck +
      • Schaumburg e Kleeberg

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Brinckmeier, Genealogische Geschichte des Hauses Leiningen (Brunswick, 1890–1891)
  • Ingo Toussaint: Die Grafen von Leiningen. Jan Thorbecke Verlag, Sigmaringen 1982. ISBN 3-7995-7017-9

Coordinate: 49°32′24″N 8°08′24″E / 49.54°N 8.14°E49.54; 8.14