Abbazia imperiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le abbazie imperiali (in tedesco: Reichsabteien o Reichsklöster oppure Reichsstifte) erano delle case religiose del Sacro Romano Impero che per gran parte della loro esistenza avevano mantenuto lo stato di Reichsunmittelbarkeit (dipendenza formale dal solo imperatore che ne ha il protettorato imperiale): in virtù di questo, molte di essere erano sottoposte alla sola autorità imperiale e molti territori ad esse relativi erano sovrani (ma di ridotte dimensioni), indipendentemente da qualsiasi altra realtà territoriale. Questo status comportava numerosi vantaggi politici e finanziari, come l'immunità legale dalla locale autorità del vescovo, oltre a diritti e donativi di varia natura e provenienza.

Il capo di un'abbazia imperiale era solitamente un abate imperiale (Reichsabt) o una badessa imperiale (Reichsäbtissin). (Il capo di un Reichspropstei - un prevostato impariale o un priorato - era generalmente un Reichspropst). Molte delle abbazie più grandi avevano il ruolo di principati ecclesiastici ed erano guidati da un principe abate o da un principe prevosto (Fürstabt, Fürstpropst), con uno status comparabile a quello di principe vescovo. Molti erano prelati imperiali (Reichsprelaten) e avevano un voto singolo o collettivo al Reichstag come membri del Seggio dei prelati, ma a partire dal 1575 vennero divisi nel "Collegio svevo dei prelati imperiali" e nel "Collegio renano dei prelati imperiali".

Era del resto usuale che molti di coloro che detenevano questo titolo non avessero direttamente a disposizione un Reichsunmittelbarkeit. Per citare tre esempi, il principe abate di San Gallo mantenne il proprio titolo sino alla secolarizzazione dell'abbazia, avvenuta nel 1798, anche se aveva cessato di essere un'abbazia imperiale dal 1648; l'abate di Muri (che aveva uno stretto legame con gli Asburgo) venne creato Principe dell'Impero nel 1710, anche se a quel tempo Muri apparteneva alla Confederazione Svizzera; il principe abate di San Biagio nel Baden-Württemberg mantenne questo titolo, malgrado lo status dell'abbazia non fosse quello di Reichsunmmittelbar, ma perché questo titolo gli venne conferito come complemento alla Contea sovrana di Bonndorf.

Lista delle abbazie imperiali[modifica | modifica sorgente]

Lista A: abbazie imperiali comprese nelle Matrikel[modifica | modifica sorgente]

Le case religiose sono indicate nella lista A quando sono nominate nelle Matrikel, ovvero nelle liste di quelle circoscrizioni che avevano voto nel Reichstag, che comprendevano coloro che avevano diritto di voto collettivo o singolo. Tre di queste liste sono oggi accessibili, dal 1521, dal 1755 e dal 1792.

L'elenco comprende principati, abbazie imperiali (Reichsabteien e -klöster), collegi imperiali (Reichsstifte), prevostati imperiali e priorati (Reichspropsteien) e le singole case religiose (Reichskartause).

La parola Stift, che in tedesco indica una collegiata o un canonicato, possibilmente avvalendosi di una varietà di differenti ordini o di nessuno, con o senza regole precise, per uomini (Herrenstift) o per donne (Frauenstift): i nomi con tale suffisso non sono stati tradotti, eccetto quando la parola faceva esplicito riferimento al capitolo di una chiesa.

Molte delle abbazie imperiali vennero dissolte nel periodo della Riforma protestante; altre vennero assorbite all'interno di altri territori in diversi momenti della storia politica dell'Impero. Quelle dell'Alsazia e della Svizzera uscirono dall'Impero nel 1648, quando la prima venne ceduta alla Francia e la seconda divenne indipendente. La grande maggioranza di queste corporazioni religiose vennero ad ogni modo secolarizzate durante i periodi della Rivoluzione francese, delle Guerre napoleoniche e nel periodo della Restaurazione, specialmente come risultato del Reichsdeputationshauptschluss nel febbraio 1803. Gli ultimi persero ogni definitivo potere con lo scioglimento del Sacro Romano Impero nel 1806.

Abbreviazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Colonna dei dati:
    • fdd indica "fondate"
    • RU indica "garanzia di Reichsunmittelbarkeit".
    • Nessuna: se non viene specificata alcuna data per il termine del Reichsunmittelbarkeit, equivalente alla secolarizzazione.
  • Colonna della descrizione dello status imperiale:
    • RA indica Reichsabtei (abbazia imperiale)
    • RF indica Reichsfürstentum (principato imperiale)
    • RP indica Reichspropstei (prevostato imperiale)
  • Colonna del collegio:
    • RC indica "Collegio Renano"
    • SC indica "Collegio Svevo"
  • RF indica Reichsfürst, ovvero che il capo della casa religiosa in questione ha un voto individuale; se ne contavano 8 in tutto l'Impero (tra cui le abbazie di Stablo e di Malmedy).
Casa religiosa Collocazione Data Descrizione o status imperiale Collegio
Abbazia di Baindt Baden-Württemberg fdd 1240; RU 1376; secolarizzato nel 1802 Monastero cistercense femminile[1] RA SC
Prevostato di Berchtesgaden Baviera fdd 1102; RU 1194; secolarizzato nel 1803 Canonici agostiniani. Fürstpropstei ("Principato Prevostale"). RF dal 1380 o dal 1559 RF
Abbazia di Buchau Baden-Württemberg fdd c 700; RU 1347; secolarizzato nel 1803[2] Frauenstift. RA. RF RC
Abbazia di Burtscheid Renania Settentrionale-Vestfalia (Aquisgrana) fdd 997; RU 1220/21; secolarizzato nel 1802 Monastero benedettino; dal 1220/21 monastero cistercense femminile. RF RC
Priorato di Buxheim Baviera fdd c 1100; RU 1548; secolarizzato nel 1802/03 Canonici; Certosini dal 1402 (l'unica Reichskartause). RP SC e RC
Comburg Baden-Württemberg (Svevia) fdd 1070s; RU prima del XV secolo; al Württemberg nel 1587 (secolarizzato nel 1803) monastero benedettino, poi Herrenstift. RA SC
Abbazia di Corvey Renania Settentrionale-Vestfalia (Höxter) fdd c. 820; RU c. 1150; secolarizzato nel 1803 Monastero benedettino. RA; RF non più tardi del 1582[3] RF
Abbazia di Disentis Svizzera fdd inizio dell'VIII secolo[4] RU al tempo di Carlomagno; uscita dal Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata nel 1798; ristabilita nel 1803) Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Echternach Lussemburgo fdd 700; RU 751; all'Austria dopo il 1521[5](secolarizzata nel 1794) Monastero benedettino. RA
Abbazia di Einsiedeln Svizzera fdd 934; RU 965; esce dal Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata nel 1798; ristabilita nel 1803) Monastero benedettino. RA
Abbazia di Elchingen Baviera fdd nk; RU nk; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Ellwangen Baden-Württemberg fdd c 764[6]; RU 1011 (probabilmente); secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino; Fürstpropstei ("Principato Prevostale"). RF RF
Abbazia di Essen Renania Settentrionale-Vestfalia fdd c. 845; RU 874 x 947; secolarizzata nel 1803 Frauenstift. RA RC
Abbazia di Frauenchiemsee (o Frauenwörth) Baviera fdd 772; RU nk; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino femminile. RA SC
Abbazia di Fraumünster Svizzera (Zurigo) fdd 853; RU 1218; secolarizzata nel 1524 Monastero benedettino femminile. RA SC
Abbazia di Fürstenfeld Baviera (Fürstenfeldbruck) fdd 1263 x 1265; RU probabilmente al tempo di Ludovico il Bavaro; secolarizzata nel 1803 Monastero cistercense. RA SC
Abbazia di Fulda Assia fdd 744; RU 765; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RF[7] RF
Abbazia di Gandersheim Bassa Sassonia fdd 852; RU 877 / 919; secolarizzata nel 1810[8] Frauenstift. RA RC
Abbazia di Gengenbach Baden-Württemberg fdd 727 x 735; RU IX secolo; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Gernrode Sassonia-Anhalt fdd prima del 961; RU prima del 965; secolarizzata nel 1610 Frauenstift. RA RC
Abbazia di Göss Austria (Leoben) fdd 1004; RU 1020; secolarizzata nel 1782 Monastero benedettino femminile. RA SC
Abbazia di Gutenzell Baden-Württemberg fdd 1237; RU nk; secolarizzata nel 1803 Monastero cistercense femminile. RA SC
Abbazia di Heggbach Baden-Württemberg (Maselheim) fdd 1195; RU nk; secolarizzata nel 1803 Monastero cistercense femminile dal 1231. RA SC
Abbazia di Helmarshausen Assia (Bad Karlshafen) fdd 997; RU probabilmente al tempo di Ottone III; secolarizzata nel 1538 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Herford Renania Settentrionale-Vestfalia fdd 789; RU al tempo di Ludovico il Pio (d. 840); secolarizzata nel 1802[9] Frauenstift. RA RC
Abbazia di Herrenalb Baden-Württemberg fdd 1147; RU nk; secolarizzata nel 1536 Monastero cistercense. RA SC
Abbazia Hersfeld Assia fdd 736 x 742; RU 775; secolarizzata nel 1606 / 1617 Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di Irsee Baviera fdd 1186; RU 1695; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Kaisheim (talvolta Kaisersheim) Baviera fdd 1135; RU 1346, confermata nel 1656[10] secolarizzata nel 1802 Monastero cistercense. RA SC e RC
Abbazia di Kaufungen Assia (Kassel) fdd 1017; RU probabilmente dalla fondazione; secolarizzata nel 1527[11] Monastero benedettino femminile. RA
Abbazia di Kempten Baviera fdd 752; RU 1062; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino; Fürststift dal 1524. RA / RF RF
Abbazia di Klingenmünster Renania-Palatinato fdd nk; RU prima o nel IX secolo; secolarizzata nel 1567 Abbazia benedettina sino al 1490; quindi Herrenstift. RA / RP RC
Abbazia di Königsbronn Baden-Württemberg (Heidenheim an der Brenz) fdd 1303; RU nk; ottenuta dai protestanti dal Württemberg nel 1553[12] Monastero cistercense. RA
Abbazia di Kornelimünster Renania Settentrionale-Vestfalia (Aquisgrana) fdd 614; RU dalla metà del IX secolo; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA[13] RC
Abbazia di Kreuzlingen Svizzera fdd c 1125; RU c 1150; cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 (sciolta nel 1848) Canonici agostiniani. RA
Abbazia di Lindau Baviera fdd inizio del IX secolo; RU 1466; secolarizzata nel 1802 Frauenstift; RA.[14] SC
Abbazia di Lorsch Assia (Darmstadt) fdd 764; RU c. X/XI secolo (?); secolarizzata nel 1556 Monastero benedettino sino al 1248; quindi monastero premostratense. RA SC
Abbazia di Malmedy Belgio fdd nk; RU nk; secolarizzata nel 1794-95 Monastero benedettino. RA[15] RF
Abbazia di Marchtal (anche Marchthal) Baden-Württemberg fdd prima del 776, rifondata nel 1171; RU 1500; secolarizzata nel 1803 Monastero premostratense. RA SC
Abbazia di Marmoutier; anche Maursmünster[16] Alsazia fdd 659 (?); RU VII/VIII secolo; secolarizzata nel 1790 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Maulbronn Baden-Württemberg fdd 1147; RU nk; al Württemberg nel 1504 (secolarizzata nel 1555) Monastero cistercense. RA SC
Abbazia di Memleben Sassonia-Anhalt fdd 975; RU al tempo di Ottone II o di Ottone III; secolarizzata nel 1548 Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di Michaelsberg (conosciuta anche col nome di Abbazia di Siegburg) Renania Settentrionale-Vestfalia (Siegburg) fdd 1064; RU 1512; perde la propria entità territoriale nel 1676; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA RC
Mönchrot Abbey, anche Mönchroth o abbazia di Münchenroth; abbazia di Rot o abbazia di Rot an der Rot Baden-Württemberg (Rot an der Rot) fdd 1126; RU 1376; secolarizzata nel 1803 Monastero premostratense. RA SC
Abbazia di Mondsee Austria fdd 748; RU 788; secolarizzata nel 1791 Monastero benedettino. RA SC
Münster im St. Gregoriental[17] vedi abbazia di Marmoutier
Abbazia di Murbach (inclusa Lüders) Alsazia fdd 727; RU 782-783 (?); secolarizzata nel 1789[18] Monastero benedettino. RF SC
Abbazia di Muri Svizzera fdd 1027; RU - nessuna; cessò di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata nel 1798; ristabilita nel 1803)[19] Monastero benedettino. RA
Abbazia di Neresheim Baden-Württemberg fdd 1095; RU nk[20]; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC
Niedermünster Baviera (Ratisbona) fdd prima del 778; seconda fondazione nel 948 x 955; RU 1002; secolarizzata nel 1803 Frauenstift. RA RC
Capitolo di Nordhausen Turingia fdd nk; RU dal 1220; secolarizzata nel 1802 Capitolo della cattedrale di Nordhausen. RA
Obermünster Baviera (Ratisbona) fdd inizi del IX secolo; RU al tempo di Enrico II il Santo; secolarizzata nel 1810 Monastero bendettino femminile, poi Frauenstift. RA. RF dal 1315 RC
Abbazia di Oberschönenfeld Baviera fdd c. 1211 / 1248; RU nk; secolarizzata nel 1803 Confraternita sino a c. 1211, quindi monastero cistercense femminile, formalizzato dal 1248. RA
Abbazia di Ochsenhausen Baden-Württemberg fdd 1093; RU 1495; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Odenheim (originariamente Wigoldsberg; poi anche Odenheim e Bruchsal) Baden-Württemberg fdd c. 1108; RU nk; secolarizzata nel 1802-03 Monastero benedettino; Herrenstift dal 1496. RA RC
Abbazia di Ottobeuren Baviera fdd 764; RU 1299, rigarantito nel 1710[21]; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Petershausen Baden-Württemberg (Costanza) fdd 983; RU ai tempi di Federico II; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Pfäfers Svizzera fdd 731; RU IX secolo (?); cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata nel 1798; ristabilita nel 1803) Monastero benedettino. RA
Abbazia di Prüfening Baviera (Ratisbona) fdd 1109; RU nk; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Prüm Renania-Palatinato fdd 720; RU X/XI secolo; secolarizzata nel 1794 Monastero benedettino. RF[22] RF
Abbazia di Quedlinburg Sassonia-Anhalt fdd 936; RU al tempo della fondazione; luterana dal 1540; secolarizzata nel 1803 Frauenstift. RA RC
Abbazia di Recklinghausen (anche Rechenhausen) Renania Settentrionale-Vestfalia fdd nk; RU nk; all'abbazia di Essen (data sconosciuta) RA
Abbazia di Reichenau Baden-Württemberg fdd 724; RU nk; Reichsunmittelbarkeit all'arcivescovato di Costanza nel 1540 o nel 1548 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Riddagshausen Brunswick fdd 1145/46; RU nk; al Brunswick-Wolfenbüttel nel 1569 (secolarizzata nel 1809) Monastero cistercense. RA
Abbazia di Roggenburg Baviera fdd 1126; RU 1482 x 1485; secolarizzata nel 1803 Monastero premostratense. RA SC
Abbazia di Rottenmünster Baden-Württemberg (Rottweil) fdd nk; RU nk; secolarizzata nel 1803 (riaperta nel 1898) Monastero cistercense. RA SC
Abbazia di Saalfeld Turingia (Saalfeld/Saale) fdd 1071; RU nk; secolarizzata nel 1526 Monastero benedettino. RA
Capitolo della cattedrale di San Bartolomeo Assia (Francoforte sul Meno) fdd 852; RU nk; secolarizzata nel 1803 Capitolo del Kaiserdom di Francoforte. RP RC
Abbazia di San Biagio nella Foresta Nera (l'abbazia stessa non era un reichsunmittelbar)[23] Baden-Württemberg fdd nk; RU - nessuno; secolarizzata nel 1806 Monastero benedettino. RF in acconto della Contea di Bonndorf
Abbazia di Sant'Emmeram Baviera (Ratisbona) fdd c. 739; RU 1295; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di San Gallo Svizzera fdd 613; RU XIII secolo; secolarizzata temporaneamente nel 1527-32; ceacessò di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata definitivamente nel 1798; non ristabilita) Monasteo benedettino; poi Fürstabtei. RA / RF SC
Abbazia di San Giorgio a Isny Baden-Württemberg (Isny im Allgäu) fdd 1096; RU 1781; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Sant'Egidio (Schottenkloster Sankt Ägidien) Baviera fdd c. 1140; RU nk; assorbita dalla città di Norimberga nel 1525[24] Schottenkloster; Monastero benedettino dal 1418. RA
Abbazia di San Ludgero Bassa Sassonia (Helmstedt) fdd c. 800; RU sconosciuta; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di San Massimino Renania-Palatinato fdd IV secolo; RU sconosciuta; al Palatinato nel XIV secolo, ma lo status non venne definito sino al 1669, quando la Reichsunmittelbarkeit venne definitivamente concessa all'arcivescovo di Treviri Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di San Pietro nella Foresta Nera Baden-Württemberg fdd prima del 1073; RU sconosciuta; all'Austria, data sconosciuta (XV secolo?) (secolarizzata nel 1806) Monastero benedettino. RA
Abbazia di Sant'Ulrico e Sant'Afra Augusta-Baviera fdd V secolo(?); RU 1577 o 1643/44; secolarizzata nel 1802[25] Monastero benedettino dal 1006 x 1012. RA RC
Abbazia di Salem o Salmansweiler Baden-Württemberg fdd 1136; RU 1138 x 1152; secolarizzata nel 1803 Monastero cistercense. RA SC
Abbazia di Sciaffusa Svizzera fdd nk; RU 1190; alla città di Sciaffusa, data sconosciuta; cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 Monastero benedettino. RA
Abbazia di Schänis Svizzera fdd IX secolo; RU o c. 1045; secolarizzata temporaneamente nel 1529-31; cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata definitivamente nel 1811) Frauenstift. RA SC
Abbazia di Schussenried Baden-Württemberg fdd 1183; RU 1440; secolarizzata nel 1803 Monastero premostratense. RA SC
Abbazia Schuttern[26] Baden-Württemberg fdd 603; RU c. VIII secolo; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Selz Baden, poi Alsazia fdd c. 991; RU dal 992; al Palatinato durante la riforma (secolarizzata nel 1803) Monastero benedettino / monastero benedettino femminile. RA
Abbazuia di Söflingen (o Söfflingen) Baden-Württemberg (Ulma) fdd sconosciuto; RU sconosciuto; secolarizzata nel 1802 o 1803[27] Clarisse. RA SC
Abbazia di Stablo (anche Stavelot o Stablingen) Belgio fdd c. 650; RU sconosciuto (prima del XII secolo); secolarizzata nel 1794-95 Monastero benedettino. RF[28] RF
Abbazia di Stein am Rhein Svizzera fdd IX secolo a Hohentwiel; sede spostata a Stein am Rhein c. 1007; RU sconosciuto; secolarizzata da Zurigo nel 1521 x 1526 RA
Abbazia di Thorn Paesi Bassi (Limburg) fdd X secolo; RU c 1000 (?); secolarizzata nel 1794 Frauenstift. RA RC
Abbazia di Ursberg[29] Baviera fdd 1126 x 1128; RU 1143; secolarizzata nel 1803 Monastero premostratense. RA SC
Abbazia di Waldsassen Baviera fdd 1128 x 1132; RU 1177; al Palatinato nel 1543 (secolarizzata nel 1803; riaperta come monastero femminile cistercense nel 1863) Monastero cistercense. RA SC
Abbazia di Walkenried Turingia fdd 1127; RU 1542; secolarizzata nel 1648 Monastero cistercense. RA RC
Abbazia di Weingarten Baden-Württemberg fdd 1056; RU 1274; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA SC
Abbazia di Weissenau Baden-Württemberg (Ravensburg) fdd 1145; RU c. 1257; secolarizzata nel 1802 Monastero premostratense. RA SC
Abbazia di Wissembourg Alsazia fdd VII secolo; RU nk; cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 (secolarizzata nel 1798 circa) Reichspropstei. RP / RF[30] RF
Abbazia di Werden Renania Settentrionale-Vestfalia (Essen) fdd 799; RU 877; secolarizzata nel 1803 Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di Wettenhausen Baviera fdd 1130[31]; RU sconosciuta; secolarizzata nel 1802 Canonici agostiniani. RA SC
Abbazia di Zwiefalten Baden-Württemberg fdd 1089; RU 1750; secolarizzata nel 1802 Monastero benedettino. RA SC

Lista B: Case religiose non identificate, 1521[modifica | modifica sorgente]

La Matrikel del 1521 include anche un numero di case religiose non identificate:

Casa religiosa Collocazione Data Descrizione e status imperiale
Abbazia di Beckenried[32] Svizzera Cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 RA
Abbazia di Blankenburg sconosciuta[33] sconosciuta sconosciuta
Abbazia di Brunnen Landstrass, Carinzia (Austria) sconosciuta sconosciuta
Abbazia di Hynoltshusen nk[34] sconosciuta Monastero
Abbazia di Kitzingen sconosciuta sconosciuta Monastero
Rockenhausen nk[35] sconosciuta RA
Abbazia di San Giovanni sconosciuta sconosciuta sconosciuta
Abbazia di San Giovanni im Turital Svizzera Cessa di essere parte del Sacro Romano Impero nel 1648 RA

Lista C: abbazie imperiali non presenti nel Matrikel[modifica | modifica sorgente]

Per una serie di ragioni alcune case religiose avevano, o pretendevano, lo status di feudi imperiali anche se non avevano seggi nel Reichstag, o non ci sono giunte nelle Matrikel. La lista che segue è relativa a ciò che ci è giunto classificato come reichsunmittelbar da altri documenti.

Casa religiosa Collocazione Data Descrizione e status imperiale
Abbazia di Amorbach Baviera
Abbazia di Münsterbilzen Paesi Bassi
Abbazia di Nienburg Sassonia-Anhalt fdd 975; RU al tempo di Ottone II; dal 1166 all'arcivescovo di Magdeburgo; secolarizzato nel 1563 dal Principato di Anhalt-Dessau Monastero benedettino. RA RC
Abbazia di Nivelles Paesi Bassi
Abbazia di Schöntal[36] Baden-Württemberg fdd. 1157; RU dal 1418 al 1495; secolarizzata nel 1803 Monastero cistercense; RA
Abbazia di Tegernsee Baviera
Abbazia di Wiblingen Baden-Württemberg, Ulma fdd. 1037; RU dal 1701; secolarizzata nel 1806 Monastero benedettino; RA

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Reichsunmittelbar, ma rimase subordinata all'Abbazia di Salem
  2. ^ Nel 1792 la Gefürstete Äbtissin zu Buchau venne compresa tra i conti svevi, non tra i prelati
  3. ^ L'abate divenne vescovo di Corvey; il territorio entrò in seguito a far parte del Principato vescovile di Paderborn
  4. ^ La data tradizionale del 614 non è comprovata da ritrovamenti archeologici
  5. ^ Compresa nel 1521 nella Matrikel ma non compresa definitivamente sino al 1755
  6. ^ Forse prima del 732
  7. ^ Dal 1752 gli abati furono anche principi-vescovi di Fulda
  8. ^ L'abbazzia ottenne il ruolo di Reichsunmittelbarkeit ma non mantenne lo stato di reichsunmittelbar, e venne compresa dal 1709 nel Brunswick-Wolfenbüttel
  9. ^ O forse nel 1810
  10. ^ Status non riconosciuto dai Wittelsbach, che ne erano i Vögte; venne raggiunto un accordo legale con i loro successori nel 1656
  11. ^ Data alla Hessische Ritterschaft 1532; continua ad esistere come fondazione privata
  12. ^ Rimase protestante sin quando non passò nuovamente ai cattolici nel 1630-32 e nel 1635-1648; sciolta nel 1710
  13. ^ Forse poi una Reichsfürstabtei
  14. ^ Forse poi una Reichsfürstabtei.
  15. ^ Formò un singolo principato con l'abbazia di Stablo
  16. ^ Münster im St Georgental o St. Grigoriental, compresa nella Matrikel del 1521 e indicata anche come Marmoutier
  17. ^ Menzionata nella Matrikel del 1521
  18. ^ Effettivamente francese dal 1648, ma, stranamente, rimase legalmente legata al Sacro Romano Impero
  19. ^ L'abate di Muri venne creato Reichsfürst nel 1701
  20. ^ Lo status dell'abbazia fu oggetto di discussioni con Öttingen sino a dopo il 1760
  21. ^ RU perde il proprio potere quando viene compresa nel vescovato di Augusta (data sconosciuta); RU rigarantito nel 1710, ma l'abate non ottiene nuovamente il seggio nel Reichstag
  22. ^ Status assunto poi dall'arcivescovo di Treviri
  23. ^ Il principe abate di San Biagio aveva lo status principesco non perché l'abbazia l'avesse ottenuto, ma perché esso era compreso nella Contea di Bonndorf, che aveva ottenuto uno status principesco dal 1609: 1792 Matrikel: Fürst u. Abt zu St. Blasien wegen der gefürsteten Grafschaft Bonndorf
  24. ^ La data viene anche ricollegata al 1567. Nel 1526 Melantone si recò al ginnasio locale; la chiesa ed il monastero bruciarono nel 1696
  25. ^ L'abbazia ottenne lo status di reichsunmittelbar nel 1577 ma esso venne conteso dal vescovo di Augusta sino al 1643/44
  26. ^ Da non confondere con l'abbazia di Schottern in Austria, secolarizzata nel XV secolo
  27. ^ Lo status dell'abbazia venne discusso a lungo
  28. ^ Forma un singolo principato con l'abbazia di Malmedy
  29. ^ Da non confondere con l'abbazia di Urspring
  30. ^ Status successivamente assunto dal vescovo di Spira
  31. ^ Sul sito dell'antica fondazione del 982
  32. ^ Non vi è traccia di una casa religiosa a Beckenried
  33. ^ Attribuita a Blankenberg nel Ducato di Lorena o ad un luogo denominato Blankenburg presso Oldenburg
  34. ^ Honnecourt presso Cambrai
  35. ^ Luogo presso Kaiserslautern
  36. ^ Da non confondere con il priorato di Schönthal in Baviera, che non aveva lo status di reichsunmittelbar

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

In tedesco:

  • Matthäi, George, 1877: Die Klosterpolitik Kaiser Heinrichs II. Ein Beitrag zur *Geschichte der Reichsabteien. Grünberg i.Schl.
  • Brennich, Max, 1908: Die Besetzung der Reichsabteien in den Jahren 1138 - 1209. Greifswald.
  • Polzin, Johannes: Die Abtswahlen in den Reichsabteien von 1024 - 1056.
  • Riese, Heinrich, 1911: Die Besetzung der Reichsabteien in den Jahren 1056 - 1137.
  • Feierabend, Hans, 1913, repr. 1971: Die politische Stellung der deutschen Reichsabteien während des Investiturstreites. Breslau 1913; Aalen 1971
  • Wehlt, Hans-Peter, 1970: Reichsabtei und König
  • Vogtherr, Thomas, 2000: Die Reichsabteien der Benediktiner und das Königtum im hohen Mittelalter (900–1125) (Mittelalter-Forschungen, vol. 5)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]