La bussola d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la trasposizione cinematografica con Nicole Kidman e Daniel Craig, vedi La bussola d'oro (film).
La bussola d'oro
Titolo originale The Golden Compass
Autore Philip Pullman
1ª ed. originale 1995
Genere romanzo
Sottogenere fantasy, steamfantasy, science fantasy
Lingua originale inglese
Serie Queste oscure materie
Seguito da La lama sottile

La bussola d'oro è il primo romanzo della trilogia Queste oscure materie di Philip Pullman, pubblicato nel 1995. Si tratta di un romanzo fantastico ambientato in un mondo parallelo, in cui ogni persona è affiancata da un daimon, cioè un alter ego sotto forma di animale, una sorta di compagno personale che accompagna ognuno ovunque vada, e che scompare alla morte della persona stessa. Se d'altra parte il daimon viene staccato dalla persona cui appartiene, questa nella maggior parte dei casi muore, o resta comunque psichicamente menomata, in quanto il daimon è il canale che la collega alla Polvere, misteriosa e pervasiva sostanza cosmica vagamente apparentata con la materia oscura della cosmologia contemporanea. Tale sostanza ha anche a che fare con la facoltà di concepire pensieri originali e sviluppare una personalità indipendente, facoltà che il Magisterium, chiesa vocata al dominio universale ed al culto di un essere supremo chiamato Autorità, per definizione avversa e combatte. Tale scenario generale viene meglio chiarito nei due successivi romanzi della trilogia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Lyra è una ragazzina di 11 anni, cresciuta presso Oxford, in Inghilterra.

Il daimon di Lyra si chiama Pantalaimon. Lyra è una ragazzina vivace e sveglia, che passa il suo tempo a per la città insieme a Roger Parslow, aiutante cuoco del college, e ai bambini gyziani, nomadi che abitano in imbarcazioni e si spostano sull'acqua. Tuttavia, la sua vita spensierata cambia quando un giorno spia una riunione fra i professori del Jordan e Lord Asriel, suo zio, riguardo a una misteriosa entità nota come Polvere (Dust); durante la discussione Lord Asriel riesce ad ottenere un finanziamento dal College per una spedizione scientifica nella regione artica, malgrado un tentativo di assassinio e l'opposizione aperta da parte del Magisterium, potente organizzazione sostanzialmente egemone nel loro mondo. Lyra è d'altronde una bambina speciale, poiché esiste una profezia delle streghe che la vede protagonista e che coinvolgerà il destino di tutta l’umanità.

Nel frattempo, i bambini, soprattutto gyziani, iniziano a scomparire, ad Oxford e altrove, rapiti dagli Ingoiatori, che catturano e portano via anche Roger. Nello stesso tempo, Lyra conosce l'affascinante Mrs. Coulter, che la prende sotto le sue cure e la impiega come sua assistente personale, affinché la accompagni in una spedizione nell'Artico. La mattina in cui deve lasciare il Jordan College, il rettore dona a Lyra un misterioso oggetto, l'aletiometro, detto anche "bussola d'oro".

Vivendo con la signora Coulter, Lyra scopre che la donna ha un ruolo cruciale nell' oblazione,un'iniziativa gestita dal Magisterium dietro la quale si nascondono proprio gli Ingoiatori. I bambini rubati sono portati a Bolvangar, vicino all’Artico, per essere sottoposti a terribili esperimenti, nei quali sono separati dal loro daimon, attraverso un processo detto intercisione. Lyra scopre inoltre che Lord Asriel è stato catturato nella regione artica di Svalbard da banditi samoiedi al soldo del Magisterium, ma alla fine è riuscito a corrompere i suoi carcerieri onde ottenere di poter proseguire per proprio conto esperimenti sulla Polvere, onde il Magisterium intende ricorrere ad un nuovo tentativo di assassinio. Terrificata dalle sue scoperte, Lyra scappa da casa di Mrs. Coulter e viene soccorsa dai Gyziani, con i quali raggiunge la Eastern Anglia.

Con i Gyziani pian piano impara a usare l’aletiometro; raggiunge nel viaggio alla ricerca dei bambini rapiti il nord, dove si allea con un Panserbjørne, un orso corazzato di nome Iorek Byrnison, cui riesce grazie all'aletiometro a far recuperare il trono da cui era stato defraudato prima consentendogli di recuperare l'armatura e poi inducendo l'usurpatore ad un duello; e raggiunge infine Bolvangar, dove scopre che la signora Coulter e lord Asriel sono i suoi genitori, e infine riesce a salvare Roger, grazie all’aiuto dei Gyziani e di vari altri personaggi: la regina di una tribù di streghe, Serafina Pekkala, l’orso corazzato, il texano Lee Scoresby, pilota di dirigibile, che si scontrano alla fine tutti insieme in un'epica battaglia contro il reggimento di Tartari posto dal Magisterium a difesa di Bolvangar.

Sebbene i bambini di Bolvangar vengano salvati, l'avventura di Lyra è tutt'altro che finita. Il suo viaggio verso nord continua; Lyra raggiunge infatti suo padre, il quale nel frattempo ha scoperto che la Polvere ha un ruolo importante per consentire il passaggio da un mondo all'altro. Asriel ha costruito un ponte per raggiungere un altro mondo, ma per attraversarlo ha bisogno di un’enorme quantità di energia. Tale energia può essere ottenuta solo tramite una intercisione. Perciò, incapace di sacrificare sua figlia, Asriel fa del povero Roger la sua vittima; invita la signora Coulter a seguirlo ma questa, dopo un breve momento romantico fra i due, declina l'offerta e ritorna sui suoi passi, verso il dirigibile che l'aveva portata sul luogo. Lord Asriel si dirige così verso il varco appena aperto, seguito poco tempo dopo da Lyra decisa a fermarlo.

Adattamento cinematografico[modifica | modifica sorgente]

Il 7 dicembre 2007 è uscito in Italia il film intitolato La bussola d'oro prodotto dalla New Line Cinema, diretto da Chris Weitz e con Dakota Blue Richards nel ruolo di Lyra, Daniel Craig nel ruolo di Lord Asriel, Nicole Kidman nel ruolo della Sig.ra Coulter, Eva Green nel ruolo della strega Serafina Pekkala. Il film è stato lodato dall'autore del romanzo per la sua fedeltà ai capitoli prima della conclusione del libro, forse anche allo scopo di favorire la curiosità per un possibile sequel.

Il film ha suscitato, come già il libro, vivaci reazioni negli ambienti cattolici, a causa dell'allusione alla Chiesa Cattolica, rappresentata dal Magisterium.

Edizioni Internazionali[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fantasy