L'ultimo dei Mohicani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultimo dei Mohicani
Titolo originale The Last of the Mohicans
James Fenimore Cooper Der letzte Mohikaner 002.jpg
Copertina di un'edizione in tedesco
Autore James Fenimore Cooper
1ª ed. originale 1826
Genere romanzo
Sottogenere sentimentale
Lingua originale inglese
Ambientazione America settentrionale, 1755-1762
Protagonisti Occhio di Falco
Coprotagonisti Uncas, Chingachook
Antagonisti Magua
Altri personaggi Duncan, Munro, Cora e Alice

L'ultimo dei Mohicani è un romanzo d'avventura scritto da James Fenimore Cooper (1789-1851) e pubblicato per la prima volta nel 1826. Fu il romanzo più letto al suo tempo ed è oggi considerato il suo romanzo migliore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo è ambientato nel teatro nordamericano della Guerra dei sette anni (1755-1762) tra Francia e Inghilterra. La storia ha come sfondo sia le frequenti battaglie tra francesi e inglesi sia tra Uroni (franco-fili) e Mohicani (anglo-fili). Essa narra le diverse vicende di Natty Bumppo, un cacciatore bianco soprannominato Occhio di Falco (in seguito chiamato La Longue Carabine, lungo fucile, dal sachem Urone), Uncas e suo padre Chingachgook. Questi tre si troveranno a dover aiutare le due figlie del Colonnello inglese Munro, Alice e Cora, rapite dal nemico comune Magua, capo di un gruppo urone e alleato con i francesi. Cora e Alice in realtà sono sorellastre poiché Cora è il frutto di una relazione di Munro con una ragazza caraibica. Fiera e determinata, è lei ad incoraggiare spesso la sorella, più delicata e inesperta. Nella vicenda interviene anche il giovane Duncan, ufficiale inglese innamorato di Cora, mentre Uncas è affascinato da Alice. Magua un tempo combatteva per gli inglesi, ma un giorno, ubriaco, straparlò, e il colonnello lo fece frustare; Magua si offese a morte per l'oltraggio e per le cicatrici rimastegli, e alleatosi ai francesi nemici degli inglesi, organizza la vendetta. Magua vuole Cora in moglie e più volte le offre la scelta fra il "matrimonio" e la morte, ma Cora rifiuterà sempre sdegnata. Il lungo inseguimento di Magua si concluderà con la morte di Cora e di Uncas; Natty vendicherà i due, ma si ritroverà solo con il padre, Chingachgook a piangere sulla tomba di Uncas. La morte di Uncas provocherà un danno alla salute di Chingachgook.

Caratteristiche testuali[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi principali del racconto sono:

Natty Bumppo, detto Occhio-di-falco e la Longue Carabine
vero protagonista del ciclo dei "Racconti di Calza-di-cuoio", è figlio di coloni bianchi, educato dai Fratelli Moravi e cresciuto fra i Mohicani. Amico di lunga data del capo indiano Chingachgook.
Maggiore Duncan Heyward
ufficiale dell'esercito britannico originario della Virginia, innamorato di Alice, sembra un personaggio marginale, ma il suo ruolo non è di secondo piano, poiché interviene in momenti difficili e la sua azione è determinante.
Colonnello Munro, Cora e Alice
una famiglia scozzese composta da padre e due sorelle. Munro comanda le truppe inglese di stanza a Forte William-Henry. In seguito, insieme ad Occhio-di-falco, Chingachgook ed Uncas dovranno salvare le sorelle rapite da Magua.
Chingachgook
è un Mohicano, il cui unico figlio è Uncas che per lui rappresenta la continuazione della sua gente, in quanto ultimo mohicano puro (cioè discendente sia per linea paterna sia per linea materna da soli Mohicani).
Uncas, soprannominato Cervo Agile
è figlio di Chingachgook, ed è innamorato di Cora. È l'Ultimo dei Mohicani.
Magua
è un Urone (e quindi nemico dei Mohicani), alleato dei francesi. Catturato dai Mohawk (nazione indiana alleata degli inglesi), gli fu risparmiata la vita e venne adottato nella nuova tribù. Fatto fustigare da Munro per essere stato sorpreso a bere whiskey, ritornò presso la sua tribù dove scoprì che la moglie aveva sposato un altro uomo. Decide così di tramare vendetta contro il colonnello, cercando di rapire la figlia Cora, della quale vorrebbe farne la propria nuova moglie. È il nemico comune di tutti i personaggi elencati.

La vicenda è ambientata nello stato di New York nel 1757, durante la guerra dei sette anni.

La focalizzazione nel romanzo è zero, quindi il punto di vista del narratore è onnisciente: conosce tutto e sa spiegare tutto. Molto spesso utilizza il discorso diretto cedendo la parola direttamente ad essi; così facendo si esprime senza alcuna mediazione.

Una scena del romanzo è ambientata sulle cascate di Glens Falls.

Analisi di momenti importanti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel romanzo è sottolineato il rispetto che gli Irochesi provano per i luoghi di sepoltura, anche dei nemici, al punto di sospendere la guerriglia in quei luoghi.

Film, TV e opere teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Numerosi film, basati sulla trama del libro,furono girati nel 1911, 1920, 1932, 1936 e 1992. La versione del 1920, diretta da Clarence Brown e Maurice Tourneur, e quella di George Brackett Seitz del 1936, sono considerate particolarmente importanti. Il film del 1920 film è stato classificato come "culturalmente significativo" dalla Biblioteca del Congresso (Library of Congress) e selezionato per la conservazione nel registro dei film americani (United States National Film Registry). Il film di Michael Mann del 1992 è basato più sulla versione del 1936 che sul libro di Cooper[senza fonte].

Numerose serie TV sono state fatte, inclusa quella del 1957 della ITC Entertainment serie Hawkeye and the Last of the Mohicans.

Anche la BBC, nel 1971, ha trasmesso una serie TV basata sul libro.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura