Kosovska Mitrovica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kosovska Mitrovica
comune
Mitrovicë
Kosovska Mitrovica/Косовска Митровица
Kosovska Mitrovica – Veduta
Dati amministrativi
Stato Nazioni Unite/Kosovo/Serbia Kosovo[1]
Distretto Kosovska Mitrovica
Sindaco Mitrovica sud:
Mursel Ibrahimi (LDK)
Mitrovica nord:
Krstimir Pantić (SNS)
Territorio
Coordinate 42°53′24″N 20°52′12″E / 42.89°N 20.87°E42.89; 20.87 (Kosovska Mitrovica)Coordinate: 42°53′24″N 20°52′12″E / 42.89°N 20.87°E42.89; 20.87 (Kosovska Mitrovica)
Altitudine 500 m s.l.m.
Superficie 315 km²
Abitanti 71 601 (2011)
Densità 227,3 ab./km²
Frazioni 48
Altre informazioni
Lingue Albanese (Mitrovica sud)
Serbo (Mitrovica nord)
Cod. postale 40000
Prefisso +381 280
Fuso orario UTC+1
Targa 02
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Kosovo
Kosovska Mitrovica
Kosovska Mitrovica – Mappa
Sito istituzionale

Mitrovica rahova è il capoluogo dell'omonimo distretto del Kosovo settentrionale ed uno dei principali centri del territorio (307.500 abitanti). Viene considerato il "capoluogo" del Kosovo del Nord e la parte nord a maggioranza serba è sede di tutte le istituzioni serbe nel Kosovo che sono riconosciute dal governo di Belgrado ma non riconosciute dal governo secessionista kosovaro. La città inoltre ha anche due amministrazioni, una serba nella parte nord e una kosovara nella parte sud.

Persone legate a Kosovska Mitrovica[modifica | modifica sorgente]

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

La città è divisa in due dal fiume Ibar. La parte a nord è abitata in grandissima parte da serbi (oltre 20 mila), con sparute minoranze di rom e di altre etnie. A sud abitano solo albanesi (ca. 80 mila). La doppia indicazione delle località e/o distretti si spiega in questo modo: la prima è la dizione serba, la seconda albanese. Un'altra differenza ovviamente è che le scritte serbe sono in caratteri cirillici, quelle albanesi in caratteri latini. La convivenza fra le due comunità è estremamente problematica[2].

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

La municipalità è costituita dalle seguenti frazioni e villaggi:

Bajgora, Bare, Bataire, Braboniç, Vaganicë, kqiq i madh, Vidomirić, Vidishiq, Vlahinje, Vrbnica, Gornje Vinarce, Gornje Žabare, Gornje Rašane, Gornji Suvi Do, Gušavac, Dedinje, Donje Vinarce, Donje Žabare, Donje Rašane, Donji Suvi Do, Zabrđe, Zasela, Zijača, Kačandol, Kovačica, Kopriva, Kosovska Mitrovica, Košutovo, Kutlovac, Lisica, Ljušta, Mađare, Mažić, Malo Kičiće, Meljenica, Ovčare, Orahovo, Pirče, Prvi Tunel, Reka, Ržana, Svinjare, Seljance, Stari Trg, Stari Trg(selo), Strana, Trstena, Šipolje e Šupkovac.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sotto protettorato ONU (UNMIK), dichiaratosi unilateralmente Repubblica indipendente (riconosciuta da alcuni stati), secessionista dalla Serbia secondo cui è una Provincia autonoma
  2. ^ Mario Morcone (Caserta 1952, prefetto italiano e dal 2010 direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata) nell’ambito della missione delle Nazioni Unite in Kosovo (UNMIK), vi ha lavorato nel 1999-2000 per l'Onu, contribuendo ad amministrare il territorio in questa situazione molto conflittuale tra le forze in campo, e favorendo lo spostamento delle famiglie secondo le loro etnie (vd. corriere.it; Continuum International Publishing Group, 2002; un.org).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]