Jim Sheridan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jim Sheridan

Jim Sheridan (Dublino, 6 febbraio 1949) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico irlandese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Dublino, fratello dell'autore teatrale Peter Sheridan, riceve un'educazione molto religiosa. Nel 1989 ha diretto Il mio piede sinistro, che è presto diventato un successo e un fenomeno per la critica. Subito è stato seguito da Il campo nel 1990 e Nel nome del padre nel 1993, la riproposizione filmica della vicenda dei quattro di Guildford.

Nel 1997 ha diretto The Boxer, che è stato candidato come miglior film drammatico ai Golden Globe 1998. Nel 2003 è uscito il semi-autobiografico In America - Il sogno che non c'era. Nel 2005 è uscito il film Get Rich or Die Tryin', sulla vita del rapper 50 Cent. Del 2009 è Brothers, remake del film danese del 2004 Non desiderare la donna d'altri. Nel 2011 ha girato in Canada il thriller Dream House con Daniel Craig e Rachel Weisz, film che però il regista ha disconosciuto per i forti contrasti con la produzione in fase di montaggio.[1]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dream House, sentieriselvaggi.it. URL consultato il 12 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85079849 LCCN: n78087552