Bloody Sunday (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bloody Sunday
Bloody Sunday.png
Una scena del film
Titolo originale Bloody Sunday
Paese di produzione Regno Unito, Irlanda
Anno 2002
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Paul Greengrass
Soggetto Paul Greengrass
Sceneggiatura Paul Greengrass
Fotografia Ivan Strasburg
Montaggio Clare Douglas
Musiche Dominic Muldowney
Scenografia John Paul Kelly, Padraig O'Neill
Interpreti e personaggi
Premi

Bloody Sunday è un film del 2002 scritto e diretto da Paul Greengrass, tratto dal libro Eyewitness Bloody Sunday di Don Mullan, sulla cosiddetta domenica di sangue, avvenuta nel 1972 a Derry, nell'Irlanda del Nord.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Derry, Irlanda del Nord, 30 gennaio 1972, Ivan Cooper, politico protestante e membro del Parlamento per il Partito Socialdemocratico e Laburista, promuove, insieme ad altri membri dell'Associazione dei diritti civili dell'Irlanda del Nord[1], di cui anch'egli fa parte, una marcia di protesta che dovrebbe concludersi con un suo comizio sul tema dell'indipendenza. L'intento della manifestazione è assolutamente pacifico, ed egli chiede personalmente ai membri dell'IRA di non parteciparvi, ricevendone l'assicurazione che essi si limiteranno ad osservarla a distanza.
La manifestazione, nonostante qualche isolato incidente, sembra seguire il programma previsto ma, poco dopo l'inizio del comizio, un reparto di paracadutisti britannici apre il fuoco sui dimostranti, uccidendone tredici e ferendone altri quattordici, uno dei quali morirà quattro mesi e mezzo più tardi a causa delle ferite. La conseguenza della domenica di sangue, come riporterà lo stesso Cooper in una accorata conferenza stampa, sarà una massiccia adesione dei giovani all'IRA ed una recrudescenza dello scontro tra esercito britannico ed indipendentisti irlandesi.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Anche se è stato prodotto dalla Granada Television come film TV, il suo potenziale cinematografico è stato notato e premiato al Sundance Film Festival il 16 gennaio, pochi giorni prima della sua proiezione su ITV, il 20 gennaio, mentre in Italia è stato distribuito il 3 maggio.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il film è totalmente privo di colonna sonora, ad eccezione della versione live di Sunday Bloody Sunday degli U2, nei titoli di coda.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In lingua irlandese: Cumann Chearta Sibhialta Thuaisceart Éireann.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]