Premio Goya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Premio Goya è il più importante riconoscimento cinematografico spagnolo ed è attribuito annualmente dall'Academia de las Artes y las Ciencias Cinematográficas alle personalità del mondo del cinema che si sono maggiormente distinte nel proprio settore.[1] Il premio consiste in un busto in bronzo di Francisco Goya.[2] La scelta del famoso pittore sembra dovuta a due fattori: è un artista conosciuto a livello internazionale la cui opera in certi casi ricorda il cinema e il suo nome è corto e facile da ricordare.

La cerimonia di consegna dei premi ha luogo a fine gennaio o nei primi giorni di febbraio secondo il modello del Premio Oscar, così come accade anche in Italia con il David di Donatello.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I premi vennero istituiti nel 1987, un anno dopo la fondazione della Academia de las Artes y las Ciencias Cinematográficas de España (8 gennaio 1986), e la prima cerimonia di premiazione ebbe luogo il 16 marzo 1987 al Teatro Lope de Vega di Madrid. Nella prima cerimonia furono premiate 15 categorie (al giorno d'oggi esse sono diventate 28).

La prima scultura che si consegnò era opera dello scultore spagnolo Miguel Berrocal: si trattava di una scultura smontabile, dalla testa di Goya usciva una cinepresa a forma di mappa di Spagna.

Come spesso accade in occasioni di premiazioni cinematografiche o dei festival, anche la storia del Premio Goya non è stata esente da episodi attinenti alla vita politica e civile. Nel 2003, molte personalità del cinema approfittarono della cerimonia di consegna dei premi per manifestare il dissenso nei confronti della politica del governo di José María Aznar di sostegno all'invasione statunitense dell'Iraq.

L'anno successivo, l'associazione delle vittime del terrorismo indisse una manifestazione per protestare contro l'inclusione tra i film candidati ai premi del lungometraggio documentario di Julio Medem La pelota vasca che secondo i contestatori equiparava le vittime del terrorismo ai loro assassini.

Categorie[modifica | modifica wikitesto]

Record[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Tre film sono riusciti a vincere tutti e cinque i premi "maggiori" (film, regista, attore, attrice e sceneggiatura): ¡Ay, Carmela! di Carlos Saura nel 1991, Ti do i miei occhi di Icíar Bollaín nel 2004 e Mare dentro di Alejandro Amenábar nel 2005.

I film che hanno vinto il maggior numero di premi sono i seguenti:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Registi[modifica | modifica wikitesto]

Il premio per il miglior regista è stato vinto due volte da Fernando Trueba, Fernando León de Aranoa, Pedro Almodóvar e Alejandro Amenábar. León de Aranoa e Amenábar hanno vinto anche il premio per il miglior regista esordiente, mentre tutti e quattro sono stati premiati almeno una volta anche in veste di sceneggiatore e Amenábar ha vinto anche come compositore della colonna sonora.

Attori[modifica | modifica wikitesto]

Gli attori, senza distinzione di sesso e di categoria (attore, attore non protagonista, rivelazione), che hanno vinto il maggior numero di premi sono i seguenti:

  • 3 premi:
    • Penélope Cruz - (due come attrice protagonista e uno come attrice non protagonista)
    • Fernando Fernán Gómez - (due come attore protagonista e uno come attore non protagonista)
    • Luis Tosar - (due come attore protagonista e uno come attore non protagonista)
    • Juan Diego - (uno come attore protagonista e due come attore non protagonista)
    • Laia Marull - (uno come attrice protagonista, uno come attrice non protagonista e uno come attrice rivelazione)

Altre categorie[modifica | modifica wikitesto]

Il premio per la miglior fotografia è stato vinto 6 volte da Javier Aguirresarobe e 5 da José Luis Alcaine.

Il premio per il miglior montaggio è stato vinto 3 volte da Pablo del Amo e José Salcedo.

Il premio per la miglior scenografia è stato vinto 5 volte da Félix Murcia e 4 da Gil Parrondo.

Il premio per i migliori costumi è stato vinto 5 volte da Javier Artiñano e 4 da Yvonne Blake.

Il premio per la miglior colonna sonora è stato vinto 10 volte da Alberto Iglesias e 6 da José Nieto.

Il premio per la miglior produzione è stato vinto 4 volte da José Luis Escolar.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Historia de los premios Goya, premiosgoya.academiadecine.com. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  2. ^ (ES) Estatuilla de los premios Goya, premiosgoya.academiadecine.com. URL consultato il 23 febbraio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema