Jadranska Magistrala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima competizione ciclistica, vedi Jadranska Magistrala (ciclismo).
Jadranska Magistrala
Localizzazione
Stato Croazia Croazia
Dati
Classificazione Strada statale
Percorso
Strade europee Italian traffic signs - strada europea 65.svg
Tracciato della Jadranska Magistrala
Percorso della Jadranska Magistrala

La Jadranska Magistrala (in italiano: Strada Maestra Adriatica) è una strada che costeggia buona parte della costa orientale del mar Adriatico, appartenente alla strada europea E65. La strada si estende per la maggior parte in Croazia (dove è classificata D8) e passa per pochi chilometri anche attraverso Bosnia ed Erzegovina e Montenegro. Si tratta di una strada a due corsie per quasi tutta la sua lunghezza, con l'eccezione di una breve superstrada tra Castelli e Spalato; spesso il percorso stretto e tortuso la rende pericolosa.

Percorso[modifica | modifica sorgente]

Tratto croato[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Strada statale 8 (Croazia) e Ponte di Sabbioncello.
La Jadranska Magistrala tra Almissa e Spalato
Confine con la Bosnia ed Erzegovina a nord di Neum

In Croazia, la strada assume la classificazione di D8 (in croato: državna cesta 8) e si estende dal confine con la Slovenia a quello con il Montenegro, per un totale di 643,1 km. I principali centri che attraversa sono:

Dal momento che l'autostrada A1 termina a Ravča, circa 30 km a nord-ovest di Porto Tolero, gli automobilisti diretti verso sud in genere utilizzano la Jadranska Magistrala, che dopo circa 30 km passa per pochi chilometri nella striscia di territorio bosniaco e poi riprende ad estendersi in territorio croato, fino al confine col Montenegro.

Tratto bosniaco[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Strada statale 2 (Bosnia ed Erzegovina).

La strada attraversa per un brevissimo tratto il territorio bosniaco: si tratta dell'unico sbocco sul mare della Bosnia ed Erzegovina, dove sorge la cittadina di Neum. Tuttavia la Croazia ha in progetto la costruzione di un ponte tra la costa dalmata e la prospiciente penisola di Sabbioncello per stabilire un collegamento nazionale con l'exclave della Dalmazia meridionale, senza l'attraversamento della Bosnia. Questo ponte però, secondo l'opinione pubblica bosniaca, le impedirebbe il libero sbocco sul mare aperto, in quanto chiuderebbe la sua fascia marittima. Quindi la Bosnia ed Erzegovina ha minacciato di ricorrere al tribunale se la Croazia intendesse continuare la costruzione del ponte[1].

Tratto montenegrino[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Strada statale 2 (Montenegro).

La Jadranska Magistrala prosegue il suo percorso costeggiando le Bocche di Cattaro, passando per la stessa cittadina di Cattaro e, dopo un tratto interno di circa 20 km ritorna sulla costa adriatica a Budua; da lì prosegue per circa altri 20 km costeggiando il mare per terminare a Petrovac (Castellastua), da dove la E 65 prosegue verso Podgorica, la capitale del Montenegro che dista 60 km dalla costa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bosnia-Erzegovina: progressi lenti e difficili sulla strada per l’integrazione nell’Ue, a cura di Valerio Briani, dell’Istituto Affari Internazionali (IAI), URL consultato il 16/07/2010

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti