Jaculus jaculus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Topo delle piramidi
Immagine di Jaculus jaculus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Famiglia Dipodidae
Genere Jaculus
Specie J. jaculus
Nomenclatura binomiale
Jaculus jaculus
Sinonimi

Myoxus glis

Il topo delle piramidi (Jaculus jaculus), conosciuto anche Gerboa del Deserto, è un roditore diffuso in Africa e Medio Oriente.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Lungo 10–12 cm (più 20 di coda), è adatto a saltare a grande velocità sul suolo sabbioso. Ha piedi posteriori lunghi, ciascuno con tre dita su un cuscinetto di peli e coda lunga che viene usata per bilanciarsi. Il pelo è arancio sul dorso, arancio-grigiastro lungo i fianchi e bianco nelle parti inferiori. Scava tane con molte uscite di emergenze e tappa questi buchi per tenere fuori il calore e i predatori. Percorre grandi distanze di notte e fa dei bagni di sabbia per tenere pulito il proprio corpo. Solitario, la femmina dà alla luce dopo una breve gestazione da 4 a 10 piccoli.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

L'areale del Topo delle piramidi è grande, andando del Sahara all'Arabia includendo: Marocco, Spagna (Melilla), Algeria, Egitto, Libia, Mali, Mauritania, Sudan, Siria, Giordania, Palestina, Israele, Arabia Saudita, Yemen, Oman, Qatar e Afghanistan.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Questo roditore, riguardo all'alimentazione è prudente. Infatti, a differenza di altri Roditori nordafricani, non è molto goloso e si accontenta di mangiare ciò che trova: fiori, erba, frutta, semi, tuberi, insetti, uova di uccelli.

Predatori[modifica | modifica sorgente]

Nella notte del Sahara, del Deserto di Nubia, del Deserto del Sinai e del Deserto Arabico sono molti i predatori che bramano il piccolo topo: vipere, fennec, falchi, cobra, gatti. Si difende correndo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi