Il conquistatore del Messico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il conquistatore del Messico
Il conquistatore del messico.JPG
Bette Davis e Brian Aherne in una scena del film
Titolo originale Juarez
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1939
Durata 132 min.

121 min (Turner Library)

Colore B/N
Audio sonoro Mono
Rapporto 1,37 : 1
Genere avventura, storico
Regia William Dieterle
Soggetto dal romanzo The Phantom Crown di Bertita Harding e dal lavoro teatrale Juarez and Maximilian di Franz Werfel
Sceneggiatura John Huston, Æneas MacKenzie e Wolfgang Reinhart
Produttore Henry Blanke (associato)
Produttore esecutivo Hal B. Wallis
Casa di produzione First National Pictures e Warner Bros. Pictures
Fotografia Tony Gaudio
Montaggio Warren Low
Musiche Erich Wolfgang Korngold
Scenografia Anton Grot

George James Hopkins (arredatore)

Costumi Orry-Kelly

Eugene Joseff gioielli

Trucco Perc Westmore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il conquistatore del Messico (Juarez) è un film del 1939 diretto da William Dieterle.

Spettacolare produzione della Warner Bros, ripresa con la fotografia curata da Tony Gaudio (nominato all'Oscar assieme a Brian Aherne, attore non protagonista) e diretta da un regista specializzato in questo genere di film.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver conquistato il Messico, Napoleone III ne offre la corona a Massimiliano d'Asburgo, sperando di vincere l'insurrezione e di impedire l'intervento degli Stati Uniti. Massimiliano accetta il trono che gli viene offerto attraverso un plebiscito, che egli crede spontaneo. Giunto in Messico si trova a fronteggiare la resistenza del partito repubblicano guidato da Benito Juárez. Animato da idee liberali e umanitarie, Massimiliano perde il supporto del partito conservatore, composto da latifondisti. Nel frattempo Benito Juárez organizza la guerriglia che colpisce duramente le truppe governative. Massimiliano tenta invano di giungere a un compromesso, ma di fronte al rifiuto di Juárez deve ricorrere alle misure forti. Nel frattempo gli Stati Uniti chiedono e ottengono il ritiro delle truppe francesi dal Messico. Dopo la partenza dei francesi, l'impero crolla. L'imperatrice Carlotta impazzisce; Massimiliano viene fatto prigioniero e infine fucilato.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla First National Pictures e Warner Bros. Pictures.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Warner Bros. Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 10 giugno dopo una prima tenuta a New York il 24 aprile 1939.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema