Guevarismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Guevarismo è la dottrina politica di stampo marxista nata dal pensiero del rivoluzionario e politico cubano di origini argentine Ernesto Che Guevara.

Aspetto socio-politico[modifica | modifica sorgente]

Secondo Guevara, lo Stato non è altro che il risultato del lavoro di tutti i cittadini, uniti nell'obiettivo di creare una società basata sull'uguaglianza e sulla solidarietà.

Ernesto Che Guevara

Aspetto economico[modifica | modifica sorgente]

Da punto di vista economico, Guevara non si scosta molto da Karl Marx, aggiungendovi ai suoi ideali fondamentali due principi puramente guevaristi:

  • il Trabajo volontario (Lavoro volontario), cioè l'idea di Guevara di istituire turni di lavoro gratuiti la domenica, con lo scopo di velocizzare la ricostruzione del paese dopo la rivoluzione;
  • l'Hombre nuevo (Uomo nuovo), cioè un vero e proprio ridimensionamento del pensiero umano (per questo Guevara definiva questi uomini nuovi), che avrebbe portato a far diventare tutti i lavoratori un'unica entità senza compromessi politici.

Aspetto rivoluzionario[modifica | modifica sorgente]

Ma l'aspetto più importante del Guevarismo è senza dubbio quello rivoluzionario: Guevara, infatti, oltre che al suo Paese, pensa al Guevarismo per liberare i Paesi del Terzo Mondo dall'Imperialismo americano, come egli stesso afferma.

comunismo Portale Comunismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunismo