Gladys George

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'attrice in un fotogramma preso dalla pellicola del 1938 Maria Antonietta

Gladys George, nome di battesimo Gladys Anna Clare (Patten, 13 settembre 1904Los Angeles, 8 dicembre 1954), è stata un'attrice teatrale e attrice cinematografica statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I genitori di Gladys George erano attori girovaghi dal repertorio shakespeariano. Di origine anglosassone, all'età di soli tre anni esordì in teatro insieme ai genitori in uno spettacolo di vaudeville che avevano allestito per conto proprio creando una piccola compagnia di nome The Three Clares.

All'età di dieci anni, ormai presa dal mondo del palcoscenico, debutta nel teatro professionistico di Broadway nello spettacolo The Betrothal del 1918, al fianco del mostro sacro Isadora Duncan. Successivamente, si unisce alla compagnia teatrale dell'attrice Pauline Frederick con la quale viaggia attraversando tutti gli Stati Uniti. Probabilmente influenzata dall'esperienza nel mondo del cinema muto della stessa Frederick, la Gladys tenta anch'essa la strada del cinema ed esordisce nel film di Jerome Storm Red Hot Dollars del 1919, al fianco di Charles Ray, continuando a interpretare ruoli secondari in numerose altre pellicole fino al 1921, quando rimane vittima di un terribile incidente che la costringe a ritirarsi a vita privata per diverso tempo.

Nel 1922 si sposò con l'attore Ben Erway dal quale divorzierà nel 1930. Dopo il grave incidente che la costrinse ad abbandonare il cinema tornò al teatro, fino a quando, dopo aver sposato il milionario Edward Fowler il 16 dicembre 1933, grazie anche all'aiuto di quest'ultimo, riuscì a rientrare nel circuito cinematografico, ottenendo il uso primo ruolo importante nella pellicola del 1934 Straight Is the Way. In questa pellicola, che fu anche il debutto al sonoro dell'attrice, la Gladys poté fare sfoggio del suo timbro vocale ben collaudato in teatro. Tuttavia il successo di questa pellicola fu presto offuscato dagli scandali scoppiati nella sua vita personale, quando la stampa iniziò a porre in evidenza gli eccessi dell'attrice alle numerose feste mondane a cui partecipava assiduamente, fino ad accusarla di tradire suo marito con il primo attore dello spettacolo da lei interpretato dal titolo Personal Appearance, nel quale, ironicamente, recitava la parte di una donna mangia-uomini.

Costretta al divorzio nel 1935 da Fowler, costui cercò di osteggiare in ogni modo la carriera dell'ex moglie, che tuttavia riuscì a ottenere un contratto con la Paramount Pictures per la pellicola del 1936 Valiant Is the Word for Carrie, del regista Wesley Ruggles, che le fece ottenere una nomination come migliore attrice protagonista al Premio Oscar del 1937. A questa pellicola seguì un ulteriore ruolo di rilievo nel melodramma storico Madame X del 1937, nel tormentato ruolo di Jacqueline Floriot.

Il 18 settembre 1935 sposò l'attore teatrale Leonard Penn, attivo a Broadway negli anni trenta, dal quale divorziò nel 1944. Nonostante il successo e la nomination all'Oscar, la carriera cinematografica dell'attrice iniziò una fase discendente, ritagliandosi ruoli sempre più marginali, tra i quali però spiccano i personaggi di Madame du Barry nel dramma storico Maria Antonietta, al fianco di Norma Shearer e Tyrone Power, e di Panama Smith ne I ruggenti anni Venti del 1939, al fianco di James Cagney e Humphrey Bogart. Dopo essere apparsa in diverse altre pellicole di serie B, ebbe il suo ultimo ruolo di un certo rilievo con il personaggio di Iva Archer ne Il mistero del falco del 1941 al fianco di Humphrey Bogart.

A partire dagli anni quaranta la sua carriera ebbe un brusco arresto, anche a causa dei suoi numerosi problemi di salute, sono da annoverare solo due pellicole di rilievo, ovvero il ruolo di Hortense Derry ne I migliori anni della nostra vita del 1946, al fianco di Myrna Loy, Fredric March, Dana Andrews e Virginia Mayo, e di Lute Mae Sanders nel dramma del 1949 Viale Flamingo al fianco di Joan Crawford.

Nel 1946, all'età di 46 anni, sposò un giovane addetto d'albergo di nome Kenneth Bradley, più giovane di lui di 20 anni, e dal quale divorziò nel 1950. Ormai affetta da numerosi mali, tra i quali un tumore alla gola, l'attrice si ritirò a vita privata e morì all'età di 50 anni per un infarto, sola e in gravi difficoltà economiche. Il suo medico sollevò il sospetto che come causa del decesso potesse esserci l'assunzione volontaria di barbiturici[1]. Il suo funerale e la cerimonia di sepoltura vennero curate dal Motion Picture Relief Fund, e l'attrice venne sepolta al Pierce Brothers Valhalla Memorial Park.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Find a Grave

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 3557677 LCCN: no90003388