Gioco a due

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gioco a due
Gioco a due.jpg
Thomas Crown e Catherine Olds Banning, protagonisti del film
interpretati da Pierce Brosnan e Rene Russo
Titolo originale The Thomas Crown Affair
Paese di produzione USA
Anno 1999
Durata 113 min(USA) - 108 min(Italia)
Colore Colore
Audio Sonoro
Genere thriller, poliziesco, romantico
Regia John McTiernan
Soggetto Alan Trustman
Sceneggiatura Alan Trustman, Leslie Dixon e Kurt Wimmer
Fotografia Tom Priestley
Montaggio John Wright
Musiche Bill Conti
Scenografia Bruno Rubeo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

3 premi vinti e 2 nomination

Gioco a due è un film del 1999 diretto da John McTiernan.

La pellicola è un rifacimento del classico del 1968 Il caso Thomas Crown (The Thomas Crown Affair), allora diretto da Norman Jewison e interpretato da Steve McQueen e Faye Dunaway.

Uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 6 agosto 1999, è stato prodotto da Pierce Brosnan e Beau St. Clair e distribuito da Metro-Goldwyn-Mayer; in Italia è uscito lo stesso anno, distribuito da 20th Century Fox e Home Entertainment Italia S.p.A..

Trama[modifica | modifica sorgente]

Thomas Crown un miliardario di Wall Street, specializzato in fusioni societarie, che ha sempre contato solo sulle sue forze amando il rischio, la sfida, il pericolo e che soprattutto non ha fiducia nell'amore delle donne, annoiato dalla routine del lavoro, cerca un diversivo alla sua vita lussuosa; decide pertanto di rubare un quadro: il San Giorgio Maggiore al crepuscolo di Claude Monet dal Metropolitan Museum di New York, un museo d'arte di fama mondiale. Il quadro viene trafugato proprio davanti agli occhi di tutti e dello stesso Crown. Gli uomini ritenuti responsabili del furto, di nazionalità straniera, vengono catturati durante la fuga con l'aiuto dello stesso Mr.Crown e confessano poi alla polizia che il loro era stato un furto su commissione. Il detective Michael McCann indaga sui presunti colpevoli, affiancato da Catherine Banning, risoluta investigatrice ingaggiata dall'assicurazione per ritrovare il dipinto a qualunque costo, onde evitare l'oneroso esborso di ben cento milioni di dollari.

Catherine è una donna sicura di sé, stimolata all'idea di "cacciare" ed individuare il colpevole, non ci mette molto a capire che dietro al misterioso furto c'è il Sig. Crown, più complicato invece risulta essere il ritrovamento delle prove per incastrare il ladro. Tra i due inizia così un vero e proprio sottile ed astuto gioco che li porta inevitabilmente a letto. Fino alla fine entrambi sembrano non rinunciare ai propri principi, nonostante il loro crescente legame li metta a dura prova. Grazie alla conoscenza che Mr.Crown raggiunge di Catherine, ed alla fiducia che ripone in lei, riesce a sfuggire alla polizia ed anche alla società assicurativa per cui Catherine lavora ed a conservare anche il loro rapporto.

Location[modifica | modifica sorgente]

Alcune delle location dove è stato girato il film sono: Central Park, la New York Public Library ed il Metropolitan Museum of Art a Manhattan, Elmira, Gould Memorial Library, Bronx Community College e Yonkers a New York, e altre in Martinica.

Musica[modifica | modifica sorgente]

Il brano musicale che viene usato nella scena finale è intitolato Sinnerman ed è cantato da Nina Simone.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema