Investigatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un investigatore (in lingua inglese detective, dal verbo detect: "trovare", "scoprire") è una persona che svolge indagini finalizzate all'accertamento o all'esclusione dell'accadimento di determinati fatti e avvenimenti.

Qualora l'attività venga svolta da privati cittadini, si parla comunemente di investigatore privato.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

L'investigatore può essere pubblico, ove la funzione è svolta dalle autorità statali competenti in materia (ad es. le forze di polizia dei vari Stati), in contrapposizione all'investigatore privato, ovverosia quando il ruolo è svolto da un privato cittadino che, nel rispetto previsti dalla legge, può essere autorizzato ad esercitare indagini per conto di altri soggetti privati, o anche pubblici (ove previsto); questi ultimi hanno però bisogno di permessi e/o autorizzazioni, previsti e rilasciati dalla legge del proprio Stato di appartenenza, valevoli solo per il territorio statale.

L'attività degli investigatori è finalizzata ad accertare ed a ricostruire determinati accadimenti che si sospettano avvenuti o meno - che generalmente si abbia un interesse a dimostrare - e dei quali gli si richiede una prova valida, anche a tutela di un diritto in un processo. Allo scopo essi possono effettuare interrogatori, intercettazioni, analizzano la scena del crimine, e cosí via.

Nel mondo[modifica | modifica sorgente]

Australia[modifica | modifica sorgente]

Gli investigatori privati devono essere autorizzati dall'autorità competente di rilascio di apposita licenza dello Stato in cui essi trovano. Ciò vale per tutti gli Stati membri, tranne che per il territorio della capitale australiana. Le aziende che offrono servizi investigativi devono inoltre essere titolari di una licenza commerciale e tutti i loro operatori devono essere in possesso di licenze individuali. Generalmente le licenze sono sottoposte al controllo della polizia dello stato; tuttavia in alcuni di tali stati le licenze possono anche essere gestito da altre agenzie governative.[1]

Per registrarsi nello stato del Nuovo Galles del Sud si richiede una licenza di tipo CAPI (Commercial and Private Inquiry Agent), per la quale è possibile fare richiesta sul sito web della forza di polizia del predetto stato. Nel territorio della capitale australiana invece non si richiede che gli investigatori siano in possesso di licenza, anche se sono comunque vincolati dalla normativa. In investigatorer che operi qui non può farlo nel territoriio del Nuovo Galles del Sud senza essere in possesso di una licenza CAPI altrimenti essi violeranno la legge.

Italia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Investigatore privato (ordinamento italiano).

Un privato cittadino per poter esercitare deve ottenere una specifica autorizzazione rilasciata dal prefetto (licenza prefettizia), che non è vincolata territorialmente, consentendo di svolgere l'attività su tutto il territorio nazionale. L'investigatore può svolgere indagini su incarico di privati, aziende, enti pubblici, nonché di avvocati al fine della ricerca di elementi di prova da utilizzare in un processo sia civile che penale.[2]

Importante è da ricordare in proposito, in base al combinato disposto dalla legge 7 dicembre 2000 n. 397 e dal decreto legislativo d.lgs. 27 luglio 1989 n. 271, che gli investigatori, i periti tecnici ed anche gli avvocati possono ora svolgere direttamente investigazioni difensive per conto dei loro assistiti, in particolare il difensore, il sostituto, gli investigatori privati autorizzati o i consulenti tecnici possono conferire con le persone in grado di riferire circostanze utili ai fini dell'attività investigativa. In questo caso, l'acquisizione delle notizie avviene attraverso un colloquio non documentato.[3]

Il d.lgs 27 luglio 1989 n. 271 afferma che:

« Al fine di esercitare il diritto alla prova [...], i difensori, anche a mezzo di sostituti e di consulenti tecnici, hanno facoltà di svolgere investigazioni per ricercare e individuare elementi di prova a favore del proprio assistito e di conferire con le persone che possano dare informazioni.[4] »

L'investigatore pubblico invece è un ruolo svolto dalle forze di polizia italiane, in particolare la funzione è esercitata dalla polizia giudiziaria italiana, che risponde solitamente al pubblico ministero e generalmente opera su impulso di questi, tranne in particolari casi previsti dalla legge.

Regno Unito[modifica | modifica sorgente]

Nel 2001, il governo britannico ha stabilito la concessione di licenze di investigatori privati ​​e imprese di investigazione privata in Gran Bretagna e Galles sia di competenza della Security Industry Authority (SIA), che da allora agisce come organo di regolamentazione. Tuttavia, a causa di tagli di fondi al SIA, l'attribuzione delle licenze si è sostanzialmente interrotta fino a nuova comunicazione. Al momento quindi non ci sono altre autorità governative preposte alla concesisone di licenze.

Stati Uniti d'America[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) How to choose a private investigator in Australia da onlineinvestigations.com.au, 5 giugno 2012
  2. ^ Ad esempio per quanto riguarda il processo penale italiano vedasi l'art. 327 bis comma 3° del codice di procedura penale italiano
  3. ^ Art. 11 legge 7 dicembre 2000 n. 397.
  4. ^ Art. 38 comma 1 d.lgs 27 luglio 1989 n. 271

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]