Gian Antonio Stella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gian Antonio Stella a Trento ad un incontro organizzato dal Corriere del Trentino.

Gian Antonio Stella (Asolo, 15 marzo 1953) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

È nato ad Asolo (TV), dove il padre insegnava, ma la famiglia Stella è originaria di Asiago. Ha vissuto a Vicenza, dove ha frequentato il Liceo Ginnasio Antonio Pigafetta.

Stella giornalista e scrittore[modifica | modifica wikitesto]

Inviato ed editorialista del Corriere della Sera, dopo essersi occupato di cronaca romana ed interni ed essere stato a lungo inviato nel Nord Est, da molti anni scrive di politica, cronaca e costume.

Nel 2007 ha pubblicato La casta, scritto con Sergio Rizzo, che con oltre 1.300.000 copie vendute e ben 24 edizioni resta il saggio italiano più venduto di sempre[senza fonte] e la pubblicazione più importante della sua carriera.

Tra i suoi libri più famosi L'Orda, in cui parla dell'ostilità che per decenni accolse gli emigranti italiani all’estero (erano talvolta soprannominati con un'espressione spregiativa in tedesco, Tschingg)[1]; Schei, un'indagine sul Nordest d'Italia, il cui titolo in Veneto significa soldi; La Deriva (ancora con Rizzo) che denunciava prima della grande crisi i temi del declino italiano e Negri, froci, giudei & co. L’eterna guerra contro l’altro, un libro sul razzismo salutato da Claudio Magris come “un potente, ferocemente ilare e doloroso dizionario o prontuario universale di tutte le ingiurie, odi e pregiudizi nei confronti del diverso d’ogni ge­nere”[2].

Nel 2005 ha esordito nella narrativa con il romanzo Il maestro magro. Il suo ultimo saggio è "I misteri di via dell'Amorino" pubblicato da Rizzoli nel 2012.

Nel 2008 riceve il 'Premio La Tore isola d'Elba', un premio all'ingegno e all'eccellenza, per la sua complessiva opera di scrittore e giornalista. Nell'ambiente giornalistico è soprannominato "Zio Gas", dalle iniziali del nome e cognome[3]. Ha condotto alcune puntate di Faccia a faccia, trasmissione di Radio3.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Foto del 2010

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Stella alla premiazione del Premiolino 2009

Spettacoli teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Con Gualtiero Bertelli e la Compagnia delle Acque[4]:

Altri:

  • La tavola e il potere
  • Bolli, sempre bolli, fortissimamente bolli (con Natalino Balasso)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sul termine vedi anche: swissinfo.ch; Edizioni della Fondazione Giovanni Agnelli, 1991.
  2. ^ La scheda del libro nel catalogo BUR
  3. ^ veronafedele - «Politici, sveglia! La gente è furiosa»
  4. ^ Gerschwin spettacoli
  5. ^ L'Orda a teatro

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]