Georgios Grivas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Georgios Grivas
5 luglio 1898 - 24 gennaio 1974
Soprannome Digenis
Nato a Trikomo
Morto a Limisso
Cause della morte morte naturale
Religione greco-ortodossa
Dati militari
Paese servito Grecia Regno di Grecia
Forza armata Cipro Repubblica di Cipro
Arma Esercito
Grado Generale di brigata
Guerre Guerra greco-turca (1919-1922)

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Georgios Grivas (in greco Γεώργιος Γρίβας; Trikomo, 5 luglio 1898Limisso, 27 gennaio 1974) è stato un generale e guerrigliero greco di origine cipriota.

Noto anche con lo pseudonimo di Digenīs (in greco Διγενής),[1] Grivas fu un sostenitore dell'enōsis (l'unificazione di Cipro alla Grecia), fondatore e leader delle organizzazioni paramilitari greco-cipriote dell'EOKA prima e dell'EOKA B in seguito.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Georgios Grivas era il quarto figlio di Theodoros Grivas e di Kalomira Hadjimichael. Crebbe nella casa della sua famiglia a Trikomo (distretto di Famagosta) e, dopo aver frequentato la scuola del villaggio, studiò nel "Ginnasio Pancipriota" di Nicosia tra il 1909 e il 1915, dove dimorò presso la nonna.

Secondo il necrologio pubblicato dal quotidiano britannico The Times, suo padre intendeva fare di lui un medico. Non appena ne fu informato, Georgios fuggì di casa a Cipro nel in 1916 per entrare nell'Accademia Militare di Atene. Completò la sua preparazione militare nell'École Militaire di Parigi.[2] Ottenne i gradi di sottotenente nel 1919 e fu immediatamente destinato al fronte dell'Asia Minore, dove servì nella 10ª Divisione dell'esercito greco e partecipò alla prima impetuosa avanzata da Smirne a Panormos e a Eskişehir, quindi fu a Bursa e prese parte alla Battaglia di Sakarya (o Battaglia del fiume Sakarya), nel quadro di quella che sarebbe diventata famosa come la Guerra greco turca (1918-1922) che vide nascere la moderna Repubblica di Turchia dalle ceneri del dissolto Impero ottomano.
Con la rotta e la disfatta dell'esercito greco e il suo completo ritiro dall'Asia minore nel 1922, fu destinato a Redestos (Tracia). Fu decorato per il coraggio dimostrato e promosso tenente. Fu poi prescelto per studiare nell'Accademia militare francese e, al suo ritorno in Grecia servì in vari posti, incluso quello di Assistente nella Scuola Militare greca. Fu promosso capitano nel 1925 e maggiore nel 1935. Due anni dopo si sposò con Vasiliki Deka, figlia di un farmacista, ad Atene.

La Seconda guerra mondiale e l'occupazione tedesca[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ossia "dalla doppia origine", riferita al suo essere greco e cipriota, ma riferita al mitico Digenis Akritas, per metà bizantino e per metà arabo.
  2. ^ "Gen George Grivas (Obituaries)". The Times Digital Archive (London): pp. 14; Issue 59000; col E. January 29, 1974. Ultimo accesso 24-06-2008.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grivas Georgios-Digenis, Apomnimoneumata Agonos E.O.K.A. 1955-59, Atene 1961.
  • Grivas Georgios-Digenis, Crhonikon Agonos E.O.K.A. 1955-59, Nicosia 1972
  • Grivas George, General Grivas on Guerrilla Warfare. Translated by A. A. Palis, New York, N.Y., U.S.A., Praeger, 1965
  • Grivas George, Guerrilla warfare and EOKA's struggle: a politico-military study. Translated by A. A. Pallis. London, G.B.: Longmans, Green, 1964
  • Grivas George, The Memoirs of General Grivas. Edited by Charles Foley, New York, Frederick A. Praeger, 1965
  • Leonidas Leonidou F., Georgios Grivas Digenis, Viografia, Volume A, (1897–1950), [Cipro 1995]
  • Leonidas Leonidou F., Georgios Grivas Digenis, Viografia, Volume B, (1950–1959), Nicosia 1997
  • Papageorgiou Spyros, O Grivas kai i "X", To Chameno Archeio, Athens 2004
  • TyposOnline - EOKA
  • Woodhouse, Christopher Montague (1948). Apple of Discord: A Survey of Recent Greek Politics in their International Setting. London
  • H Tragiki Anametrisi kai i Prodosia tis Kyprou - Marios Adamides-Nicosia-2011 (E-Book).

Controllo di autorità VIAF: 42643017 LCCN: n85229136

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie