Gabriel Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gabriel Gonzaga
GabrielGonzaga2.png
Dati biografici
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 188 cm
Peso 115,2 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Jiu jitsu brasiliano, Muay thai, Lotta libera
Categoria Pesi massimi
Squadra Stati Uniti Team Link
Carriera
Soprannome Napão
Combatte da Stati Uniti Ludlow, Stati Uniti
Vittorie 16
per knockout 7
per sottomissione 8
Sconfitte 8
 

Gabriel Gonzaga (Rio de Janeiro, 18 maggio 1979) è un lottatore di arti marziali miste brasiliano.

Combatte nella divisione dei pesi massimi per la promozione statunitense UFC nella quale è stato un contendente al titolo di categoria nel 2007, venendo sconfitto dal campione in carica Randy Couture.

È una cintura nera di jiu jitsu brasiliano ed un ex membro della Chute Boxe Academy.

Ha vinto la medaglia d'oro nella divisione Ultra Heavyweight ai mondiali 2006 che sono considerati la più prestigiosa competizione di jiu jitsu brasiliano nel mondo; inoltre vanta un secondo posto all'ADCC Submission Wrestling World Championship del 2005 nella categoria sopra i 99 kg.

Per il sito specializzato MMAWeekly.com Gonzaga è il nono peso massimo più forte del mondo[1]; per i ranking ufficiali dell'UFC è il contendente numero 11 nella divisione dei pesi massimi.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica sorgente]

Gonzaga fece il suo debutto in UFC a UFC 56, mandando KO Kevin Jordan al minuto 4:39 del terzo round. Questo debutto non fu però privo di complicazioni: alcune settimane prima dell'incontro, sua moglie in attesa di due bambini iniziò ad aver complicazioni, perdendo uno dei gemelli che stava portando in grembo. La necessità del fighter di stare vicino alla moglie gli impedì di allenarsi a dovere.

Ad UFC 70, Gonzaga mandò KO Mirko "Crocop" Filipovic con un calcio alla testa, il quale era proprio il marchio di fabbrica del croato. Con questa vittoria potà affrontare per l'UFC Heavyweight Championship Randy "The Natural" Couture, contro cui perse ad UFC 74 per TKO nel terzo round.

Ad UFC 80 perse nuovamente con l'unico uomo ad averlo sconfitto in carriera prima di Couture, Fabricio Werdum. Dopo questa sconfitta infilò due vittorie consecutive contro Justin McCully e il debuttante Josh Hendricks, prima di perdere nuovamente contro l'imbattuto Shane Carwin.

Ad UFC 102 Gonzaga superò Chris Tuchscherer per TKO at 2:27 mentre ad UFC LIVE: Vera vs. Jones, perse contro il futuro campione dei pesi massimi Junior dos Santos, dopo che inizialmente il loro match previsto per UFC 108 fu rimandato.

Il 23 ottobre 2010, Brendan Schaub a UFC 121 gli inflisse la prima sconfitta in carriera sulla distanza, battendolo per decisione unanime[2]. Dopo questo match e un record di 7-5 fu licenziato dalla federazione a cui però fece ritorno a UFC 142 contro Ednaldo Oliveira. Nel match, disputato nella sua terra natale, a Rio de Janeiro, Gonzaga superò il connazionale per sottomissione durante il primo round[3].

Tornò a combattere un anno dopo e sempre in Brasile contro Ben Rothwell, imponendosi con una vittoria per sottomissione durante il secondo round.

Nel 2013 viene sconfitto dall'atletico peso massimo Travis Browne per KO in poco più di un minuto di combattimento. Si rifà in luglio con una delle più veloci vittorie nella storia dei pesi massimi UFC, in quanto stende Dave Herman in soli 17 secondi in una sfida nella quale sostituiva l'indisponibile Shane del Rosario. In ottobre mette KO al primo round anche Shawn Jordan.

Nel gennaio 2014 la sua serie di vittorie viene arrestata dal numero 8 dei ranking UFC Stipe Miočić che sconfigge Gonzaga ai punti.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Luogo Note
Sconfitta 16-8 Stati Uniti Stipe Miočić Decisione (unanime) UFC on Fox: Henderson vs. Thomson 25 gennaio 2014 3 5:00 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Vittoria 16-7 Stati Uniti Shawn Jordan KO Tecnico (pugni) UFC 166: Velasquez vs. dos Santos 3 19 ottobre 2013 1 1:33 Stati Uniti Houston, Stati Uniti
Vittoria 15-7 Stati Uniti Dave Herman KO Tecnico (pugni) UFC 162: Silva vs. Weidman 6 luglio 2013 1 0:17 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 14-7 Stati Uniti Travis Browne KO (gomitate) The Ultimate Fighter 17 Finale: Faber vs. Jorgensen 13 aprile 2013 1 1:11 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 14-6 Stati Uniti Ben Rothwell Sottomissione (ghigliottina) UFC on FX: Belfort vs. Bisping 19 gennaio 2013 2 1:01 Brasile San Paolo, Brasile
Vittoria 13–6 Brasile Ednaldo Oliveira Sottomissione (rear naked choke) UFC 142: Aldo vs. Mendes 14 gennaio 2012 1 3:22 Brasile Rio De Janeiro, Brasile
Vittoria 12–6 Stati Uniti Parker Porter Sottomissione (triangolo di braccio) Reality Fighting: Gonzaga vs. Porter 8 ottobre 2011 3 1:50 Stati Uniti Uncasville, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Massimi Reality Fighting
Sconfitta 11–6 Stati Uniti Brendan Schaub Decisione (unanime) UFC 121: Lesnar vs. Velasquez 23 ottobre 2010 3 5:00 Stati Uniti Anaheim, Stati Uniti
Sconfitta 11–5 Brasile Junior dos Santos KO (pugni) UFC Live: Vera vs. Jones 21 marzo 2010 1 3:53 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti
Vittoria 11–4 Stati Uniti Chris Tuchscherer KO Tecnico (pugni) UFC 102: Couture vs. Nogueira 29 agosto 2009 1 2:27 Stati Uniti Portland, Stati Uniti
Sconfitta 10–4 Stati Uniti Shane Carwin KO (pugni) UFC 96: Jackson vs. Jardine 7 marzo 2009 1 1:09 Stati Uniti Columbus, Stati Uniti
Vittoria 10–3 Stati Uniti Josh Hendricks KO (pugni) UFC 91: Couture vs. Lesnar 15 novembre 2008 1 1:01 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 9–3 Stati Uniti Justin McCully Sottomissione (americana) UFC 86: Jackson vs. Griffin 5 luglio 2008 1 1:57 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 8–3 Brasile Fabricio Werdum KO Tecnico (pugni) UFC 80: Rapid Fire 19 gennaio 2008 2 4:34 Regno Unito Newcastle, Regno Unito
Sconfitta 8–2 Stati Uniti Randy Couture KO Tecnico (pugni) UFC 74: Respect 25 agosto 2007 3 1:37 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Massimi UFC
Vittoria 8–1 Croazia Mirko Filipović KO (calcio alla testa) UFC 70: Nations Collide 21 aprile 2007 1 4:51 Regno Unito Manchester, Regno Unito Eliminatoria per il titolo dei Pesi Massimi UFC
Vittoria 7–1 Stati Uniti Carmelo Marrero Sottomissione (armbar) UFC 66: Liddell vs. Ortiz 30 dicembre 2006 1 3:22 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 6–1 Brasile Fabiano Scherner KO Tecnico (pugni) UFC 60: Hughes vs. Gracie 27 maggio 2006 2 0:24 Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti
Vittoria 5–1 Stati Uniti Kevin Jordan KO (superman punch) UFC 56: Full Force 19 novembre 2005 3 4:39 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 4–1 Brasile Walter Farias Sottomissione (neck crank) Shooto Brazil: Never Shake 23 ottobre 2004 2 - Brasile San Paolo, Brasile
Vittoria 3–1 Stati Uniti Charlie Brown Sottomissione (sfinimento) Jungle Fight 2 15 maggio 2004 3 - Brasile Manaus, Brasile
Sconfitta 2–1 Brasile Fabricio Werdum KO Tecnico (pugni) Jungle Fight 1 13 ottobre 2003 3 2:11 Brasile Manaus, Brasile
Vittoria 2–0 Stati Uniti Branden Lee Hinkle Sottomissione (triangolo) Meca 9: Meca World Vale Tudo 9 1 agosto 2003 1 3:54 Brasile Rio de Janeiro, Brasile
Vittoria 1–0 Brasile Cicero Costa Sottomissione (pugni) Brazilian Gladiators 2 2 aprile 2003 1 - Brasile Santos, Brasile

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Heavyweight MMA Top 10 (over 205 pounds).
  2. ^ MMA matchmaking post UFC 121.
  3. ^ UFC 142 “Aldo vs. Mendes”: risultati rapidi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 86257532 LCCN: n2009023882