Episodi di Law & Order: Criminal Intent (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Law & Order: Criminal Intent.

La quarta stagione della serie televisiva Law & Order: Criminal Intent è stata trasmessa negli USA dal 26 settembre 2004 al 25 maggio 2005 sul network NBC.

In Italia è andata in onda dal 28 giugno al 17 dicembre 2008 su Rete 4.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Semi-Detached Dipendenza 26 settembre 2004 28 giugno 2008
2 The Posthumous Collection Collezione postuma 3 ottobre 2004 19 luglio 2008
3 Want Bambole viventi 10 ottobre 2004 28 giugno 2008
4 Great Barrier La grande barriera 17 ottobre 2004 27 ottobre 2007
5 Eosphoros La febbre dell'oro 24 ottobre 2004 20 ottobre 2007
6 In the Dark Nel tunnel 31 ottobre 2004 28 giugno 2008
7 Magnificat Sull'orlo del precipizio 7 novembre 2004 5 luglio 2008
8 Silver Lining Argento vivo 14 novembre 2004 12 luglio 2008
9 Inert Dwarf La teoria del tutto 21 novembre 2004 5 luglio 2008
10 View from Up Here La casa dei sogni 2 gennaio 2005 19 luglio 2008
11 Gone Scacco matto 9 gennaio 2005 5 luglio 2008
12 Collective Collezionisti 30 gennaio 2005 19 luglio 2008
13 Stress Position Diritti violati 13 febbraio 2005 9 agosto 2008
14 Sex Club Bacco e Venere 20 febbraio 2005 12 luglio 2008
15 Death Roe Amore di padre 13 marzo 2005 [1]
16 Ex Stasis Estasi morale 20 marzo 2005 12 luglio 2008
17 Shibboleth Incubi, ancora incubi 27 marzo 2005 26 luglio 2008
18 The Good Child Vent'anni d'amore 3 aprile 2005 26 luglio 2008
19 Beast Morte di un angelo 10 aprile 2005 2 agosto 2008
20 No Exit Senza via d'uscita 1º maggio 2005 26 luglio 2008
21 The Unblinking Eye Caccia al tesoro 8 maggio 2005 2 agosto 2008
22 My Good Name Troppa ambizione 15 maggio 2005 9 agosto 2008
23 False-Hearted Judges Senza pietà 25 maggio 2005 2 agosto 2008

Dipendenza[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La squadra speciale si occupa della scomparsa di un conduttore radiofonico molto discusso per le sue trasmissioni dal contenuto provocatoriamente osé. Nel corso delle indagini emerge che l'uomo faceva uso di un particolare farmaco - ben noto al detective Goren - per curare una dipendenza da ossicodone. Quando viene ritrovato il suo cadavere, appare chiaro che lo speaker si è tolto la vita volontariamente. Le analisi autoptiche rivelano che l'assunzione del farmaco era stata interrotta a sua insaputa, provocando manie di suicidio. Gli investigatori spostano la loro attenzione sulla struttura che sei mesi prima aveva seguito la disintossicazione della vittima.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 12.670.000[2]

Collezione postuma[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un famoso fotografo di origine tedesca viene stordito e ammanettato al volante di un auto lanciata a folle velocità nella notte newyorkese. A seguito del conseguente schianto, l'uomo perde la vita. La vittima stava lavorando ad un nuovo progetto, del quale non aveva fatto parola con nessuno. Nei locali in cui lavorava vengono trovate tracce di attrezzature e pellicole molto vecchie, nonché della passata presenza di cadaveri.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 11.000.000[3]

Bambole viventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Want
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Elizabeth Benjamin, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il ritrovamento in un parco del cadavere di una ballerina che lavorava in uno strip club gestito da mafiosi fa accorrere i detective della Squadra Speciale. Il caso però non sembra riguardare la criminalità organizzata, dato che dal corpo della vittima l'assassino ha asportato l'intero muscolo del polpaccio.

  • Altri interpreti: Neil Patrick Harris (John Tagman)
  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 12.810.000[4]
  • Note: l'episodio vinse nel 2005 l'Edgar Award come miglior episodio di una serie televisiva.[5]

La grande barriera[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Great Barrier
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Diana Son, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una ragazza asiatica e il suo accompagnatore mettono a segno un furto con destrezza all'interno di una gioielleria. Durante la fuga, l'uomo crolla a terra e muore di lì a poco. Il segno di un'iniezione sul torace mostra come gli sia stato somministrato il veleno che lo ha ucciso. Ripercorrendo a ritroso le tracce dei due ladri, gli investigatori comprendono come la vittima fosse solo uno strumento utile alla riuscita del piano e che la giovane doveva avere un complice segreto.

  • Altri interpreti: Olivia d'Abo (Nicole Wallace)
  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 11.920.000[6]

La febbre dell'oro[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La leader di un'organizzazione atea viene sequestrata assieme alla nipote in cambio di un riscatto. La più giovane delle due riesce a fuggire, ma quando le forze dell'ordine giungono nel motel dove era tenuta prigioniera trovano il cadavere della nonna e di uno dei malviventi. Ben presto viene rinvenuto il corpo di un secondo sequestratore. Il fatto che i criminali conoscessero approfonditamente la situazione finanziaria dei loro bersagli spinge i detective ad indagare sulle persone a loro più vicine, a cominciare dal padre della sopravvissuta nonché figlio dell'anziana, un religioso cristiano in forte contrasto con i suoi familiari.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 12.400.000[7]
  • Note: l'episodio presenta diverse analogie con la morte di Madalyn Murray O'Hair.

Nel tunnel[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un istituto dove si lavora con resti umani ci si accorge che una testa presenta un foro da arma da fuoco, non compatibile con una morte per cause naturali. L'uomo che ha venduto il cadavere spiega agli investigatori di averlo trovato tra i cunicoli sotterranei frequentati dai senzatetto. La vittima viene identificata in un'assistente sociale e chi la conosceva racconta che negli ultimi giorni era molto presa dalla ricerca di un vagabondo improvvisamente scomparso.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 11.510.000[8]

Sull'orlo del precipizio[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Magnificat
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Diana Son, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'automobile su cui stanno viaggiando una madre e i suoi quattro figli esplode, decretando la morte di tre dei bambini. Prima di lasciare l'ultimo distributore di benzina la donna aveva visto un uomo dai lineamenti arabi mimare il taglio della gola, mentre il marito informa i detective che su quella vettura avrebbe dovuto esserci stato lui. Mentre le prime piste investigative conducono ad un vicolo cieco, Goren e Eames restano colpiti dal controllo dominante dell'uomo nei confronti della moglie.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 11.530.000[9]

Argento vivo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Silver Lining
  • Diretto da: Kevin Dowling
  • Scritto da: Marlane Gomard Meyer, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un'esperta d'arte viene assassinata sulla panchina di un parco. Analizzando gli ultimi giorni di vita della donna, gli investigatori scoprono che la vittima si era imbattuta in una collezione di posate rubate. L'uomo che le aveva commissionato la perizia si dimostra poco collaborativo con Goren e Eames, finché non si accorge, nel corso di una perquisizione, di essere stato derubato da un ladro molto efficiente e metodico. Il furto non è un caso isolato, bensì fa parte di una serie molto ampia che presenta notevoli legami con il lavoro svolto dalla vittima.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 15.160.000[10]

La teoria del tutto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Inert Dwarf
  • Diretto da: Alex Chapple
  • Scritto da: Warren Leight, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Indagando sulla morte di un fisico, Goren e Eames fanno la conoscenza del suo mentore, un geniale paraplegico impegnato nella risoluzione della Teoria del tutto. La vittima, che era il suo assistente, aveva tentato di inviargli una strana formula poco prima di essere ucciso. Osservando l'anziano ricercatore, i detective notano numerosi segni di ferite più o meno recenti le cui giustificazioni non li convincono molto.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 13.470.000[11]

La casa dei sogni[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: View from up Here
  • Diretto da: Alex Chapple
  • Scritto da: Jim Sterling, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un omicidio porta i detective all'interno di un condominio di recente realizzazione ma con molti difetti di costruzione. Quando una tata tenta di uccidere la sua datrice di lavoro e si dichiara colpevole dell'assassinio del suo amante gli investigatori non credono alle sue parole.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 14.850.000[12]

Scacco matto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Gone
  • Diretto da: Christopher Swartout
  • Scritto da: Stephanie Sengupta, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il cadavere di Allison Jenkins viene ritrovato in un cassonetto con gli occhi sfregiati. Dai racconti dei suoi parenti, del tassista che l'ha trasportata e di alcuni operai, i detective ricostruiscono la dinamica dell'omicidio e capiscono che la donna deve aver incontrato il suo assassino sul volo da Milwaukee a New York. Nella lista passeggeri trovano poi un viaggiatore dalla falsa identità e dai continui spostamenti aerei. Con la descrizione di un auto vista all'aeroporto dal cognato della vittima risalgono ad una coppia e ad un uomo bersaglio dei loro ricatti.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 13.230.000[13]

Collezionisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Collective
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Gerry Conway, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ingegnoso piano di una ladra induce la polizia ad uccidere per errore un collezionista di giocattoli mentre impugna una pistola finta. Messisi sulle tracce della donna, gli investigatori scoprono che si tratta di una truffatrice che sceglie le sue vittime tra gli appassionati di fantasy. Prevedendo le sue mosse, Goren e Eames visitano una comunità di fan di una saga letteraria vampiresca.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 14.260.000[14]

Diritti violati[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Stress Position
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Charlie Rubin, Warren Leight, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una guardia carceraria viene accoltellata a morte e dell'omicidio si autoaccusa un giovane ex galeotto che ama essere al centro dell'attenzione. Analizzando il suo traffico telefonico per scoprire chi lo abbia convinto ad accollarsi la colpa, Goren e Eames risalgono ad un cellulare usato segretamente dai detenuti della prigione in cui lavorava la vittima. Indirizzati verso l'infermiera che opera nella struttura, i due capiscono che la donna è a conoscenza di qualche segreto. Poco dopo il loro interrogatorio si fa vivo il suo compagno, il detective Mike Logan, proclamando rabbiosamente l'innocenza dell'amata.

  • Altri interpreti: Chris Noth (Detective Mike Logan)
  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 13.530.000[15]

Bacco e Venere[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Sex Club
  • Diretto da: Alex Chapple
  • Scritto da: Elizabeth Benjamin, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un'ex pin up viene uccisa nella sua abitazione. L'assassino prima di andarsene ruba un'agenda che era appartenuta all'ex datore di lavoro della vittima, che la donna aveva da poco acquistato ad un'asta. Risalendo all'identità dell'uomo con cui aveva combattuto a suon di rilanci per aggiudicarsi il cimelio, gli investigatori arrivano ad un componente dello staff di un politico in campagna elettorale.

Amore di padre[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Death Roe
  • Diretto da: Rick Wallace
  • Scritto da: Warren Leight, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sally Moore, critico enogastronomico, viene trovata su un cavalcavia picchiata a morte. Qualche sera prima aveva visitato in incognito l'Apice, il nuovo locale dello chef Joshua Mailer, allievo e genero del celebre Tommy Onorato. Nonostante le prime positive impressioni, la donna e il suo accompagnatore sono state vittima di un'intossicazione alimentare dopo aver mangiato un invitante abalone. Dopo la morte di Sally, di Joshua si sono perse le tracce e solo la sua moto viene rinvenuta abbandonata su una spiaggia.

  • Altri interpreti: Chris Penn (Tommy Onerato)
  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 15.720.000[17]

Estasi morale[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Ex Stasis
  • Diretto da: Bill L. Norton
  • Scritto da: Diana Son, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso di una rapina ad una gioielleria dove ben poco viene portato via, una realizzatrice di preziosi viene uccisa. Le analisi autoptiche evidenziano come il proiettile usato sia stato appositamente alleggerito, permettendo alla vittima di arrivare viva in ospedale e favorendo il successivo trapianto degli organi. Un rene in particolare salva la vita ad una donna molto attiva nel sociale che si trovava proprio in ospedale all'arrivo della moribonda.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 12.350.000[18]

Incubi, ancora incubi[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Shibboleth
  • Diretto da: Darnell Martin
  • Scritto da: Stephanie Sengupta, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il crudele omicidio di una giovane donna viene collegato ad altri delitti analoghi commessi da un serial killer noto con lo pseudonimo di 'Body By Jake'.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 10.700.000[19]
  • Note: l'episodio presenta diverse analogie con il caso di Dennis Rader.

Vent'anni d'amore[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Good Child
  • Diretto da: Jean de Segonzac
  • Scritto da: Marlane Gomard Meyer, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Goren e Eames si occupano dell'omicidio dei coniugi Burnett, testimoni protetti trasferitisi da Buffalo a New York dopo aver denunciato una pericolosa famiglia di criminali. Analizzando le telefonate fatte dalla famiglia i detective scoprono che la figlia Rachel, unica sopravvissuta, era segretamente in contatto con i suoi genitori biologici.

  • Altri interpreti: Melissa Leo (Maureen Curtis)
  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 12.980.000[20]

Morte di un angelo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Beast
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Gina Gionfriddo, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli investigatori indagano su un avvelenamento da diossina e sospettano che la vittima, Lisa Ross, avesse un amante residente nel fuso orario del Regno Unito. Escluse le cause ambientali, i detective studiano la corrispondenza dei coniugi Ross per capire come la donna possa aver assunto la sostanza, arrivando ad una ditta di consegne specializzata in droga.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 10.940.000[21]

Senza via d'uscita[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: No Exit
  • Diretto da: Jean de Segonzac
  • Scritto da: Gerry Conway, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un treno merci travolge un'auto ferma sui binari di un passagggio a livello del Bronx, uccidendo gli occupanti. Il fatto che i vagoni avrebbero potuto contenere sostanze pericolose fa assegnare il caso alla Squadra Speciale, che scopre che si tratta invece di un suicidio collettivo organizzato attraverso un sito internet specializzato. Quattro delle cinque vittime avevano chiare motivazioni per compiere il gesto, mentre la quinta, un giovane avvocato, aveva tentato di fuggire dal mezzo. Per chiarire la sua posizione i detective visitano lo studio in cui lavorava, ambiente molto competitivo che tempo addietro aveva indotto un'altra dipendente a togliersi la vita.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 11.600.000[22]

Caccia al tesoro[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Unblinking Eye
  • Diretto da: Frank Prinzi
  • Scritto da: Jim Sterling, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una sera nel Lower East Side un'aggressione si conclude con l'uccisione di una donna ed il ferimento del suo ragazzo. L'ipotesi della rapina finita male viene ben presto scartata e i sospetti si concentrano sulla ex compagna del sopravvissuto, che secondo molti lo perseguitava dopo la fine della loro relazione.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 11.540.000[23]

Troppa ambizione[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: My Good Name
  • Diretto da: Alex Zakrzewski
  • Scritto da: Warren Leight, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un cadavere viene ritrovato ad Harlem ma appare subito evidente come il corpo sia stato spostato da alcuni agenti che non gradivano del lavoro supplementare nel fine settimana di Pasqua. La vittima era il marito di una dipendente del sindacato di polizia che picchiava regolarmente la consorte. Indagando sulle frequentazioni della donna, Goren e Eames arrivano a Frank Adair, ex agente passato al settore privato con ancora forti legami con i colleghi di un tempo e molto amico del capitano Deakins. L'uomo ambisce anche ad una carriera in politica, spinto dalla sua sprediugicata pr.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 10.320.000[24]

Senza pietà[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: False-Hearted Judges
  • Diretto da: Jean de Segonzac
  • Scritto da: Diana Son, René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un giudice viene ucciso nella sua abitazione di Riverdale (Bronx). Il marito, ferito, racconta di essere stato risparmiato dopo aver detto ad uno degli assassini di avere dei figli. Considerato che la donna aveva ricevuto minacce da un gruppo razzista, Goren e Eames incontrano in carcere il loro leader, che mostra di non essere a conoscenza di un coinvolgimento dei suoi. Poco tempo dopo un giudice nero viene freddato.

  • Ascolti Stati Uniti: telespettatori 14.980.000[25]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'episodio inedito su Rete 4, è andato in onda su Fox Crime
  2. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 29 settembre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  3. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 5 ottobre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  4. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 12 ottobre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  5. ^ (EN) Edgars Database.
  6. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 19 ottobre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  7. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 26 ottobre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  8. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 2 novembre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  9. ^ (EN) Weekly Program Rankings Report su abcmedianet.com, 9 novembre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  10. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 16 novembre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  11. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 23 novembre 2004. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  12. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 4 gennaio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  13. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 11 gennaio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  14. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 1º febbraio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  15. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 15 febbraio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  16. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 23 febbraio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  17. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 15 marzo 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  18. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 22 marzo 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  19. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 29 marzo 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  20. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 5 aprile 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  21. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 12 aprile 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  22. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 3 maggio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  23. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 10 maggio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  24. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 17 maggio 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  25. ^ (EN) Weekly Program Rankings su abcmedianet.com, 1º giugno 2005. URL consultato il 16 febbraio 2015.
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione