Diocesi di Cloyne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Cloyne
Dioecesis Cloynensis
Chiesa latina
Cathedral of St Colman.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Cashel
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Vescovo William Crean
Vescovi emeriti John Magee
Sacerdoti 140 di cui 139 secolari e 1 regolari
1.053 battezzati per sacerdote
Religiosi 6 uomini, 234 donne
Abitanti 149.864
Battezzati 147.522 (98,4% del totale)
Superficie 3.440 km² in Irlanda
Parrocchie 46
Erezione 580
Rito romano
Cattedrale San Colman
Santi patroni San Colman
Indirizzo Cobh, Co. Cork, Ireland
Sito web www.cloynediocese.ie
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Irlanda
L'antica cattedrale di Cloyne, ora chiesa anglicana

La diocesi di Cloyne (in latino: Dioecesis Cloynensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Cashel. Nel 2006 contava 147.522 battezzati su 149.864 abitanti. È attualmente retta dal vescovo William Crean.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende gran parte della contea di Cork e deve il nome al centro abitato di Cloyne.

Sede vescovile è il pittoresco villaggio di Cobh, dove si trova la cattedrale di San Colman.

Il territorio si estende su 3.440 km² ed è suddiviso in 46 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi fu eretta nel VI secolo ed il primo ordinario del luogo fu San Colman, santo molto venerato nei territori vicino a Cork, al quale è dedicata l'odierna cattedrale di Cobh. Come le altre diocesi irlandesi del I millennio, anche la diocesi di Cloyne era una diocesi di tipo monastico, dove l'abate, non necessariamente vescovo, governava il distretto monastico. La prima sede diocesana fu l'antico monastero di Cloyne, fondato da san Colman.

Nel XII secolo si attuò una grande riforma della Chiesa dell'isola per adeguare le giurisdizioni ecclesiastiche irlandesi al sistema diocesano continentale. La diocesi di Cloyne non appare fra le diocesi approvate dal sinodo di Rathbreasail del 1111, mentre appare fra le suffraganee dell'arcidiocesi di Cashel nel sinodo di Kells del 1152. Da questo momento può dirsi canonicamente istituita la diocesi.

Tra il 1265 ed il 1429 la maggior parte dei vescovi era di origine inglese. La cattedrale fu costruita nel XIII secolo probabilmente durante l'episcopato del vescovo Nicholas de Effingham. Questa cattedrale durante la riforma cadde nelle mani degli anglicani, che tuttora la possiedono. Durante questo periodo la diocesi visse un momento di grande prosperità e ricchezza, che ben presto però attirò l'avidità dei signori irlandesi ed inglesi, che finirono per spogliarla dei suoi beni.

Fu proprio a causa della povertà delle rendite diocesane che nel 1429, papa Martino V, durante l'episcopato di Adam Pay, decise di unire la sede alla diocesi di Cork.

Nel XVI secolo, con l'imporsi della riforma protestante, la diocesi visse difficili momenti. I vescovi di Cork e Cloyne non avevano più una cattedrale ed un seminario, e furono costretti ad inviare sul continente, a Roma, a Parigi o a Lovanio, i seminaristi a studiare per il sacerdozio.

Il 10 dicembre 1747 la sede di Cloyne fu separata da Cork ed unita alla diocesi di Ross. Tra i vescovi di questo periodo emerge la figura di John O'Brien, primo vescovo delle sedi unite, che fondò a Lovanio delle borse di studio per i seminaristi irlandesi e compose una grammatica in irlandese. Dal 1769 i vescovi cominciarono a stabilire la loro sede nella cittadina portuale di Cobh.

Nel 1849 Cloyne ritornò ad essere una sede indipendente, separata da Ross. Il vescovo William Keane pose le basi per edificare una nuova cattedrale a Cobh, i cui lavori iniziarono nel 1869 e furono portati a termine nel 1915.

Nel 2011 la diocesi è stata oggetto di un'indagine governativa circa diciannove casi di pedofilia riscontrati tra gli anni novanta e 2000.[1] Alla luce di queste indagini i rapporti tra Eire e Santa Sede si sono deteriorati, soprattutto a seguito delle accuse del governo irlandese al Vaticano di aver coperto questi episodi e di aver ostacolato le indagini.[2]

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • San Colman † (circa 580 - 24 novembre 604 deceduto)
  • O'Malvain † (? - 1094 deceduto)
  • Nehemiah O'Moriertach † (prima del 1140 - 1149 deceduto)
  • O'Dubery † (? - 1159 deceduto)
  • O'Flanagan † (? - 1167 deceduto)
  • Matthew † (prima del 1171 - circa 1192 deceduto)
  • Lawrence O'Sullivan † (? - 1204 deceduto)
  • Daniel † (prima del 1216 - 1222 deceduto)
  • Florence † (24 agosto 1224 - ?)
  • Patrick, O.Cist. † (1226 - 27 aprile 1235 dimesso)
  • David MacKelly, O.P. † (ottobre 1237 - 1238 nominato arcivescovo di Cashel)
  • Alan O'Sullivan, O.P. † (1240 - 26 ottobre 1246 nominato vescovo di Lismore)
  • Daniel, O.F.M. † (12 ottobre 1247 - 1264 deceduto)
  • Reginald † (1265 - 1273 deceduto)
  • Alan O'Lonergan, O.F.M. † (1274 - 1283 deceduto)
  • Nicholas de Effingham † (2 settembre 1284 - 1320 deceduto)
  • Maurice O'Sullivan † (2 ottobre 1321 - ? deceduto)
  • John de Cumba, O.Cist. † (10 agosto 1333 - circa 1350 deceduto)
  • John Wittock † (8 giugno 1351 - circa 1356 deceduto)
  • John de Swafham, O.Carm. † (1º marzo 1363 - 2 luglio 1376 nominato vescovo di Bangor)
  • Richard Wye, O.Carm. † (2 luglio 1376 - 1394 deposto)
  • Gerald Canton, O.E.S.A. † (16 marzo 1394 - dopo il 1407 deceduto)
  • Adam Pay, O.E.S.A. † (26 luglio 1413 - 1430 deceduto)
    • Sede unita a Cork (1429-1747)
  • John O'Brien † (10 gennaio 1748 - prima del 1769 deceduto)
  • Mathew McKenna † (7 agosto 1769 - 4 giugno 1791 deceduto)
  • William Coppinger † (4 giugno 1791 succeduto - 11 agosto 1830 deceduto)
  • Michael Collins † (11 agosto 1830 succeduto - 1832 deceduto)
  • Bartholomew Crotty † (22 marzo 1833 - 3 ottobre 1846 deceduto)
  • David Walsh † (12 marzo 1847 - 19 gennaio 1849 deceduto)
  • Timothy Murphy † (3 agosto 1849 - 4 dicembre 1856 deceduto)
  • William Keane † (15 maggio 1857 - 15 gennaio 1874 deceduto)
  • John McCarthy † (1º settembre 1874 - 9 dicembre 1893 deceduto)
  • Robert Browne † (26 giugno 1894 - 23 marzo 1935 deceduto)
  • James J. Roche † (23 marzo 1935 succeduto - 31 agosto 1956 deceduto)
  • John Ahern † (30 marzo 1957 - 17 febbraio 1987 ritirato)
  • John Magee (17 febbraio 1987 - 24 marzo 2010 dimesso)
    • Dermot Clifford (2009 - 24 novembre 2012) (amministratore apostolico)
  • William Crean, dal 24 novembre 2012

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 149.864 persone contava 147.522 battezzati, corrispondenti al 98,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 106.011 108.527 97,7 168 153 15 631 100 538 47
1970 106.419 108.177 98,4 161 148 13 660 90 456 46
1980 114.000 115.500 98,7 170 161 9 670 76 413 46
1990 123.728 125.384 98,7 168 162 6 736 44 357 46
1999 123.426 125.384 98,4 165 159 6 748 30 272 46
2000 126.357 128.297 98,5 157 153 4 804 22 272 46
2001 128.954 130.834 98,6 161 156 5 800 22 254 46
2002 129.823 131.719 98,6 160 155 5 811 17 254 46
2003 133.940 136.052 98,4 162 160 2 826 14 241 46
2004 136.312 138.346 98,5 162 162 841 8 230 46
2006 147.522 149.864 98,4 140 139 1 1.053 6 234 46

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.justice.ie/en/JELR/Cloyne_Rpt.pdf/Files/Cloyne_Rpt.pdf
  2. ^ Crisi tra Vaticano e Irlanda per lo scandalo pedofilia

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi