Commissione dell'Oceano Indiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commissione dell'Oceano Indiano
InOC members.PNG
Quartier generale Quatre Bornes, Mauritius
Membri 5 stati membri
Fondazione gennaio 1984

La Commissione dell'Oceano Indiano (in francese Commission de l'Océan Indien, COI) è un'organizzazione internazionale regionale formata da cinque paesi per incoraggiare la cooperazione e promuovere una crescita sostenibile delle isole dell'Oceano Indiano Occidentale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel gennaio del 1984 con l'Accordo generale di Victoria (Seychelles), raggruppava inizialmente Madagascar, Mauritius e Seychelles. Dopo il gennaio del 1986 sono entrati come membri le Comore e la Francia per conto di Reunion.

Nel settembre 2005, la Commissione ha chiesto lo status d'osservatore dentro l'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

I paesi membri della Commissione sono cinque:

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Quando fu creata, la Commissione si era fissata l'obiettivo di rafforzare i legami di amicizia e di solidarietà tra i popoli della regione e di favorire lo sviluppo economico. In venti anni, le sue missioni sono progressivamente evolute per tenere conto dei nuovi bisogni e dell'aumento della potenza di altre organizzazioni di cooperazioni regionali come la COMESA o la SADC.

Oggi i suoi principali obiettivi sono:

  • la cooperazione politica e diplomatica;
  • la cooperazione economica e commerciale;
  • la cooperazione nei campi dell'agricoltura e pesca marittima
  • la preservazione e la valorizzazione dell'ambiente, delle risorse naturali e degli ecosistemi;
  • la cooperazione nei campi culturali, scientifici, tecnici, educativi e giudiziari;
  • favorire la dimensione regionale dello sviluppo umano;
  • la difesa degli interessi insulari dei suoi paesi membri nel sistema internazionale e presso le organizzazioni d'integrazione regionale.

Istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Le istituzioni fondamentali della Commissione sono quattro:

  • il Vertice dei capi di Stato o di governo;
  • il Consiglio dei ministri (una sessione ordinaria all'anno);
  • il Comitato degli ufficiali permanenti di collegamento (tre riunioni annuali);
  • il Segretariato generale: organo esecutivo diretto da un segretario generale e composto da incaricati designati dagli stati membri.

La lingua ufficiale è il francese.

Segretari Generali[modifica | modifica wikitesto]

I rapporti con altre organizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni paesi membri della Commissione appartengono ad altre organizzazioni internazionali regionali, in particolare:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]