Codice Aztec

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un esempio di codice Aztec per Wikipedia

Un Codice Aztec è un codice a barre 2D inventato da Andrew Longacre, Jr. e Robert Hussey nel 1995. Il codice fu pubblicato da AIM Inc. nel 1997. Sebbene il codice sia brevettato, è stato rilasciato di pubblico dominio e pubblicato come standard ISO/IEC 24778:2008. Fu chiamato "Aztec", azteco per la somiglianza dello schema centrale del codice ad una piramide azteca. Il codice azteco ha il potenziale per usare meno spazio rispetto agli altri codici a barre 2D, e non richiede una "zona tranquilla" di spazi vuoti.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Il simbolo è costruito su una griglia quadrata con uno schema ad occhio di toro, con il codice collocato al suo centro. I dati sono codificati in una sarie di quadrati concentrici attorno allo schema ad occhio di toro. L'occhio di toro centrale è di 9×9 o 13×13 pixel, e una riga di pixel intorno che codifica i parametri di base, producendo un nucleo di quadrati 11×11 o 15×15. I dati sono aggiunti a strati, ogno strato contiere due anelli di pixel, dando una grandezza totale di 15×15, 19×19, 23×23, etc.

.[1]

Insieme dei caratteri[modifica | modifica sorgente]

Usi[modifica | modifica sorgente]

Nel settore trasporti il codice a barre Aztec è usato da Eurostar, Deutsche Bahn, Ferrovie Ceche, Ferrovie Slovacche, Trenitalia, Nederlandse Spoorwegen, PKP Intercity, VR Group, Virgin Trains, Via Rail, Ferrovie federali svizzere, SNCB e SNCF.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Russ Adams, 2-Dimensional Bar Code Page. URL consultato il 2009-07-09.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]