Christopher and His Kind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christopher and His Kind
Christopher and His Kind.jpg
Heinz e Christopher in una scena del film
Titolo originale Christopher and His Kind
Paese Regno Unito
Anno 2011
Formato film TV
Genere drammatico
Durata 90 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Geoffrey Sax
Soggetto Christopher Isherwood (autobiografia)
Sceneggiatura Kevin Elyot
Interpreti e personaggi
Fotografia Kieran McGuigan
Montaggio Paul Knight
Musiche Dominik Scherrer
Scenografia Suzie Davies
Costumi Lorna Marie Mugan
Effetti speciali Donal Neill, Martin Neill
Produttore Celia Duval
Casa di produzione Mammoth Screen
Prima visione
Prima TV Regno Unito
Data 19 marzo 2011
Rete televisiva BBC Two, BBC HD

Christopher and His Kind è un film per la televisione del 2011 diretto da Geoffrey Sax e trasmesso dalla BBC. È un adattamento dell'omonima autobiografia dello scrittore britannico Christopher Isherwood, scritta nel 1976 e pubblicata in Italia con il titolo Christopher e il suo mondo.

Isherwood è interpretato da Matt Smith, mentre il cast principale comprende Toby Jones, Douglas Booth, Imogen Poots e Iddo Goldberg.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1931 Christopher si prepara a lasciare l'Inghilterra per recarsi in Germania. Sul treno conosce Gerald Hamilton, un inglese buono a nulla di origini irlandesi, e i due decidono di prendersi una stanza. Arrivato a Berlino, Christopher incontra l'amico Wystan Auden che lo porta al "Cosy Corner", un locale gay frequentato da gigolò.

Alloggia in una pensione di famiglia gestita da Fräulein Thurau e lì diventa subito amico di Jean Ross, un'aspirante attrice che si esibisce in un club. Intreccia, anche, una tumultuosa relazione con Caspar, un gigolò del "Cosy Corner". La loro relazione continua fino a quando Caspar sparisce improvvisamente e Christopher verrà a scoprire mesi dopo che aveva aderito al partito nazista.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Matt Smith sul set del film

Il film è stato girato a Belfast, nell'Irlanda del Nord.[1] Membri del Partito Unionista dell'Ulster protestarono per le numerose bandiere con la svastica posizionate su alcuni edifici durante le riprese. Di conseguenza, queste scene furono girate solamente al mattino presto o durante la notte.[2] Per studiare il personaggio, l'attore Matt Smith ha letto i romanzi di Isherwood, ha guardato filmati dello scrittore ed ha viaggiato negli Stati Uniti per incontrare il compagno di lunga data di Isherwood, Don Bachardy. Smith ha affermato: «Solo vedere l'amore che Don provava per lui, ed essere nel luogo in cui Christopher ha vissuto e scritto, è stato molto istruttivo».[3]

A causa dell'interesse nell'avere Smith nella parte dell'Undicesimo Dottore in Doctor Who, la BBC ha dettato rigide istruzioni affinché Smith non apparisse completamente nudo nel film. Il regista Geoffrey Sax ha affermato: «Mi hanno detto che non dovevo mostrare il sedere del Doctor Who. Erano piuttosto fermi su questo punto, anche se Matt stava interpretando un personaggio completamente diverso. Hanno investito molto su di lui come Undicesimo Dottore e avrebbero dovuto fare una seconda stagione con lui, quindi erano ovviamente ansiosi di proteggere la loro proprietà. Così ho detto: "Ok, non vedrete il suo didietro"».[2]

L'orologio con la base a forma di delfino che appare ripetutamente nel film è il vero orologio che si trovava nella stanza di Isherwood a Berlino. Don Bachardy l'ha prestato alla produzione.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è andato in onda in prima visione il 20 febbraio 2011 sul canale Arte in Francia e Germania, rispettivamente con il titolo Christopher et Heinz e Christopher und Heinz - Eine Liebe in Berlin.[4][5] Successivamente è stato trasmesso il 19 marzo 2011 nel Regno Unito sui canali BBC Two e BBC HD.[6]

In Canada l'anteprima di Christopher and His Kind si è tenuta il 21 maggio 2011 durante il Toronto LGBT Film and Video Festival.[7] Negli Stati Uniti il film è stato mostrato in anteprima il 24 giugno 2011 durante il Los Angeles Film Festival.[8] Il 26 giugno è stato invece proiettato in chiusura del Frameline Film Festival, a San Francisco.[9]

In Europa il film è stato distribuito in edizione DVD a partire dal 21 marzo 2011, mentre negli Stati Uniti e in Canada è stato venduto dal 28 giugno 2011.[10][11]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sam Wollaston del Guardian ha espresso un forte apprezzamento per Christopher and His Kind, lodando il personaggio di Matt Smith, da lui descritto come «intrigantemente libertino, completamente disdicevole, affascinante, elegante, intelligente e divertente», e paragonando favorevolmente l'interpretazione del protagonista a quella di John Hurt nella parte di Quentin Crisp. Similmente ha apprezzato diversi altri attori e ha applaudito il film per la sua magistrale rievocazione storica, concludendo con «brillante dramma di alto livello, ben fatto».[12]

Michael Hogan del Sunday Telegraph ne ha dato una valutazione altrettanto positiva, definendolo un film «finemente girato, che evoca amorevolmente il periodo storico, ma con un'atmosfera ironica ed ammiccante – per non parlare di alcune vigorose scene di sesso – che gli impediscono di diventare troppo lacrimevole». Anche Hogan ha apprezzato la recitazione di Smith e degli interpreti secondari.[13]

Meno impressionato dal film si è mostrato John Lloyd del Financial Times, che ha trovato sconfortanti le scene di sesso omosessuale per la loro esplicità. Inoltre ha dichiarato di non ritenere la recitazione abbastanza intensa, giudicando invece le scene tra Christopher e sua madre come le più efficaci. Il film, ha concluso, «non è stato magnifico ma ciò nonostante è stato fatto coraggiosamente».[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Adam Dawtrey, Northern Ireland pulls in major projects, Variery, 26 marzo 2011. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  2. ^ a b c (EN) Nudity, Nazis and the Doctor: Matt Smith is a long way from the Tardis as he plays louche writer Christopher Isherwood in new BBC drama, Daily Mail, 18 marzo 2011. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  3. ^ (EN) Network TV BBC Week 12 Christopher And His Kind feature – interview with Matt Smith, BBC. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  4. ^ (FR) Louis Maury, Dimanche: «Christopher et Heinz», une histoire d’amour berlinoise à ne pas manquer, Têtu, 20 febbraio 2011.
  5. ^ (DE) Christopher und Heinz, ARD. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  6. ^ (EN) Christopher And His Kind, BBC. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  7. ^ (EN) Program Details: Christopher and His Kind, Inside Out. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  8. ^ (EN) Christopher and His Kind, Los Angeles Film Festival. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  9. ^ (EN) Films: Christopher and His Kind, Frameline. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  10. ^ (EN) Christopher and His Kind (Region 2), Amazon.com. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  11. ^ (EN) Christopher and His Kind (Region 1), Amazon.com. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  12. ^ (EN) Sam Wollaston, TV review: Christopher and His Kind, The Guardian, 20 marzo 2011. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  13. ^ (EN) Michael Hogan, Christopher and His Kind, BBC One, preview, The Sunday Telegraph, 17 marzo 2011. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  14. ^ (EN) John Lloyd, The winds of gradual change, Financial Times, 25 marzo 2011. URL consultato il 27 dicembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]