Charles Vane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Vane

Charles Vane (1680Port Royal, 29 marzo 1721) è stato un pirata inglese.

La sua attività si concentrò soprattutto su prede inglesi e francesi. La sua carriera da pirata durò dal 1716 fino alla sua morte, avvenuta nel 1721 per impiccagione.

L'imbarcazione sulla quale Vane compiva le sue scorribande era un brigantino denominato Ranger.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizio carriera[modifica | modifica sorgente]

La sua carriera nella pirateria iniziò nel 1716 sotto il comando di Henry Jennis. Quando Charles divenne il nuovo capitano iniziò a saccheggiare i galeoni spagnoli. Nel 1718 il Governatore di New Providence, Woodes Rogers,decise di offrire il perdono ai pirati a patto che la smettessero di saccheggiare città e navi. Charles non accettò e continuò a uccidere i propri nemici.

Carriera nella pirateria[modifica | modifica sorgente]

Charles continuò a praticare la pirateria per i successivi tre anni. Poi Woodes Rogers mandò il colonnello William Rhett a catturare Charles. Nel frattempo lui aveva dato una delle sue navi a un certo Yeats, membro dell'equipaggio e gli aveva dato il compito di depredare le navi a largo del porto di Charleston. Una notte però Yeats fuggì a Charleston e cedette al perdono del Governatore. In seguito Charles passò una settimana con il famoso pirata Barbanera e insieme praticarono qualsiasi forma di pirateria. Dopodiché salpò di nuovo ma il colonnello Rhett gli dava la caccia.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Dopo una lunga battaglia tra Charles e Rhett, la nave di Charles naufragò con tutto l'equipaggio su un isolotto delle Honduras. Vennero poi tratti in salvo da una nave di passaggio ma Charles venne riconosciuto e portato a Port Royal, in Giamaica. Charles venne poi impiccato insieme al suo equipaggio il 29 marzo 1721.

Influenza nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]