Chang'e 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Chang'e 1
(嫦娥一号sempl., Cháng'é Yīhàopinyin)
Immagine del veicolo
Chang e 1.jpg
Dati della missione
Proprietario Agenzia Spaziale Cinese
Destinazione Luna
Esito
  • Il 19 settembre 2008 è terminata la missione principale
  • Il 1º marzo 2009 il satellite si è schiantato sulla Luna
Luogo lancio Cosmodromo di Xichang
Lancio 24 ottobre 2007
Strumentazione
  • Stereo Camera
  • Altimetro laser
  • Imaging Spectrometer
  • Spettrometro a raggi gamma e a raggi X
  • Radiometro a microonde
  • Rilevatore di particelle ad alta energia
  • 2 Rivelatori di vento solare
Programma cinese di esplorazione della Luna
Missione precedente Missione successiva
- Chang'e 2

Chang'e 1 (嫦娥一号sempl., Cháng'é Yīhàopinyin) è una sonda spaziale dell'Agenzia Spaziale Cinese per l'esplorazione lunare.

Il lancio è avvenuto il 24 ottobre 2007 alle 12:05 dal cosmodromo di Xichang[1]. È entrata in orbita lunare il 5 novembre dello stesso anno. Le osservazioni della superficie condotte tra novembre 2007 e luglio 2008 hanno permesso la realizzazione di una mappa, resa pubblica il 12 novembre 2008.[2][3] La durata della missione è stata quindi prolungata fino al 1º marzo 2009, quando la sonda è stata fatta precipitare sulla Luna.[4]

Il nome deriva dalla divinità lunare cinese, Ch'ang Ô.

Fasi del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto dettagliato è stato completato nel settembre 2004, e lo sviluppo di un prototipo con la relativa fase di test alla fine del 2005. Il progetto, la costruzione, l'assemblaggio, i test e le prove a terra sono state concluse prima del dicembre 2006.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La sonda contiene 24 componenti e il suo peso totale è di 2 350 kg con 130 kg di carico scientifico. È stata progettata per orbitare attorno alla Luna per un anno.

Strumenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Stereo Camera (CCD立体相机) con risoluzione di 160 m e uno spettrometro a lunghezza d'onda compresa tra i 0,48 μm e 0,96 μm .
  • Altimetro laser (激光高度计) con risoluzione di 1 m, lunghezza d'onda di nm, potenza 150 μJ .
  • Imaging Spectrometer (成像光谱仪)
  • Spettrometro a raggi gamma e a raggi X (伽马/X射线谱仪) con una banda energetica da 0,5 eV a 50 keV per i raggi X e da 300 keV a MeV per i raggi gamma.
  • Radiometro a microonde (微波探测仪) con frequenze di GHz, 7,8 GHz, 19,35 GHz e 37 GHz con una profondità di penetrazione massima di 30, 20, 10, 1 m e una risoluzione termica di 0,5 K.
  • Rilevatore di particelle ad alta energia e due Rivelatori di vento solare (太阳高能粒子探测器和低能离子探测器) in grado di rilevare elettroni e ioni pesanti fino ad una energia di 730 MeV

Fasi della missione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il lancio, Chang'e 1 ha effettuato 3 orbite attorno alla Terra, una accensione dei motori al perigeo che ha esteso l'apogeo dell'orbita fino ad una accensione finale per l'inserimento in traiettoria lunare che l'ha posizionata in rotta verso la destinazione. Una successiva accensione ha impostato l'orbita polare della sonda il 31 ottobre, e ulteriori tre correzioni l'hanno inserita nell'orbita circolare definitiva il 5 novembre.[5]

Il piano originale prevedeva una missione di circa un anno successivamente estesa fintanto che il satellite poteva rimanere in orbita. Alle 08:13 UTC del 1º marzo 2009 Chang'e 1 si è infine schiantata sulla superficie lunare a seguito del decadimento orbitale iniziato circa 5 ore prima.[4]

Obiettivi della missione[modifica | modifica wikitesto]

Una volta raggiunta l'orbita lunare la missione Chang'e 1 prevede:

  • la realizzazione di una mappa tridimensionale della superficie della Luna e la ricerca di siti utili ad un allunaggio morbido, per questo scopo verrà usata un'orbita che permetterà l'osservazione completa della Luna
  • lo ricerca di materiali utili sulla superficie e la loro distribuzione
  • lo studio del suolo lunare
  • lo studio dello spazio fra 400 km e 400.000 km.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ “嫦娥一号”发射时间确定 但未到公布时机, XINHUA Online, 7 luglio 2007. URL consultato il 12 luglio.
  2. ^ China publishes first map of whole lunar surface, 12 novembre 2008. URL consultato il 12 novembre 2008.
  3. ^ Chang’E-1 Lunar Mission: An Overview and Primary Science Results (PDF).
  4. ^ a b Du Guodong, China's lunar probe Chang'e-1 impacts Moon, Xinhua, 1º marzo 2009. URL consultato il 1º marzo 2009.
  5. ^ Chinese Probe Enters Lunar Orbit.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica