Surveyor 6

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Surveyor 6
Immagine del veicolo
Surveyor mockup.jpg
Dati della missione
Proprietario NASA
Destinazione Luna
Esito Missione terminata
Vettore Atlas-Centaur
Lancio 7 novembre 1967
Strumentazione * Telecamera
  • Rilevatore di elementi chimici

Il Surveyor 6 fu il sesto lander lunare lanciato dagli USA verso la Luna. Il suo scopo era raccogliere informazioni ambientali necessarie per le future missioni Apollo.

La Missione[modifica | modifica wikitesto]

Lancio del Surveyor 6

Il Surveyor 6 fu lanciato il 7 novembre del 1967 alle 07:39:00 UTC tramite il razzo vettore Atlas-Centaur e venne immesso direttamente in una traiettoria di impatto con la Luna. Il volo si svolse con regolarità e il lander toccò terra il 10 novembre 1967 alle 01:01:06 UTC, coordinate 0,49° nord - 1,40° ovest, praticamente il centro dell'emisfero visibile della Luna.
Gli obiettivi della missione erano: ottenere immagini televisive del sito di atterraggio, condurre un test di erosione sul motore Vernier, determinare la quantità relativa di elementi chimici nel suolo lunare e raccogliere dati sulla temperatura ambientale. Tutti i test scientifici furono condotti alla perfezione e in più, il 17 novembre, la sonda effettuò un salto alto 4 metri, utilizzando una riaccensione del razzo frenante per 2,5 secondi, e si spostò di circa 2,5 metri dal suo sito originale di atterraggio.
Le trasmissioni continuarono fino al 24 novembre 1967, quando la sonda fu spenta per due settimane a causa della notte lunare. Fu riaccesa il 14 dicembre 1967 ma non si ottennerò altre informazioni importanti.

Strumenti Scientifici[modifica | modifica wikitesto]

Telecamera[modifica | modifica wikitesto]

Panorama del sito d'atterraggio.

La telecamera, uguale a quella montata nel Surveyor 3, consisteva in un tubo vidicon di 25 e 100 mm di focale montata fissa con un'inclinazione di 16 gradi. Uno specchio, montato vicino all'obiettivo, poteva essere mosso in modo da riprendere la zona d'atterraggio. I comandi venivano inviati dal centro di controllo. Le immagini potevano avere 200 o 600 linee di definizione; le prime furono inviate tramite l'antenna omnidirezionale, mentre le seconde tramite l'antenna direzionata verso la Terra. Il segnale video usato per l'invio a terra era quello utilizzato normalmente dai circuiti televisivi pubblici, non criptato. Furono eseguite in totale 29.914 immagini. Furono tutte registrate su nastro magnetico a terra.

Rilevatore di elementi chimici[modifica | modifica wikitesto]

Fu costruito per rilevare direttamente dalla Luna l'abboddanza dei principali elementi nel suolo lunare. Era composto da sei emettitori di radiazioni alfa (curio 242) collimati che irradiavano un'apertura di 100mm sul fondo dello strumento ove venivano posti i campioni di suolo da analizzare. Due sensori rilevavano lo spettro delle emissioni del campione, mentre quattro altri sensori catturavano i protoni generati dall'interazione della radiazioni con il terreno. I dati raccolti venivano continuamente trasmessi a Terra e dimostrarono che tutti i maggiori elementi erano presenti, tranne idrogeno, elio e litio. Un sensore di protoni venne disattivato il secondo giorno a causa di disturbi nel funzionamento. Lo strumento funzionò per 43 ore tra l'11 novembre e il 24 novembre 1967, ma dopo il "salto" della sonda, il rilevatore si capovolse e non fu più possibile usarlo per i test sul suolo, in compenso fu utilizzato per rilevare i protoni solari e i raggi cosmici. Durante il suo normale funzionamento i dati spediti sulla Terra erano esenti da disturbi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Programma Surveyor
Surveyor 1 · Surveyor 2 · Surveyor 3 · Surveyor 4 · Surveyor 5 · Surveyor 6 · Surveyor 7
Voci correlate: Luna · Esplorazione della Luna · Portale Astronautica · Portale Astronomia
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica