Lunar Prospector

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lunar Prospector
Immagine del veicolo
Lunar Prospector orbiter.jpg
Dati della missione
Proprietario NASA
Numero di catalogazione 1998-001A
Destinazione orbita polare lunare
Nome nave Athena II
Luogo lancio Kennedy Space Center
Lancio 7 gennaio 1998 alle 02:28:44 UTC
Allunaggio 31 luglio 1999, 9:52:02 UTC, alle coordinate lunari: 87,7° S; 42,1° E
Numero orbite lunari ~7060
Apogeo lunare 101,2 km
Perigeo lunare 99,45 km
Durata 570 giorni
Periodo orbitale 118 m
Inclinazione orbitale 90.55°
Programma Discovery
Missione precedente Missione successiva
Mars Pathfinder Stardust
Sito ufficiale

La missione Lunar Prospector fu la terza dalla NASA creata come parte del Programma Discovery. Con il costo di 62,8 milioni di dollari, la missione di 19 mesi fu progettata per una breve orbita polare analizzando la Luna, con una mappatura della superficie e dei possibili depositi di ghiaccio polari, con una misurazione del campo magnetico e di gravità, e con lo studio degli eventi lunari. La missione finì il 31 luglio 1999 quando la sonda si schiantò nel cratere Shoemaker presso il polo sud lunare in uno sfortunato tentativo di analizzare la presenza di acqua.

I dati raccolti dalla missione hanno permesso la costruzione di una mappa dettagliata della superficie della luna e hanno aiutato a comprenderne l'origine, l'evoluzione e lo stato attuale. Una serie di articoli sono stati pubblicati sul giornale Science[1].

Il ricercatore principale della missione era Alan Binder. Il suo resoconto della missione Contro tutte le probabilità (pubblicato nel 2005 da KenPress, ISBN 1-928771-31-9) è una critica alla burocrazia della NASA.

Navicella e sottosistemi[modifica | modifica sorgente]

Il veicolo spaziale era un cilindro di grafite: 1,36 metri di diametro e 1,28 metri di altezza con tre aste di strumenti da 2,5 metri. Una estensione di 1,1 metri alla fine di un'asta trasportava il magnetometro. Il peso totale (con il pieno) era di 296 kg.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Science Volume 281 Issue 5382

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica