Acanthis hornemanni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carduelis hornemanni)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Organetto artico
Carduelis hornemanni CT3.jpg
Acanthis hornemanni
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Fringillidae
Sottofamiglia Carduelinae
Tribù Carduelini
Genere Acanthis
Specie A. hornemanni
Nomenclatura binomiale
Acanthis hornemanni
(Holboll, 1843)
Sinonimi

Carduelis hornemanni

L'organetto artico (Acanthis hornemanni (Holboll, 1843) è un uccello passeriforme della famiglia dei Fringillidi.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il maschio si distingue abbastanza bene dalla femmina poiché sulle penne ha meno striature, ed ha il rosa nelle zone di elezione. Il petto, il ventre e il groppone sono di colore bianco soffuso, la testa e il dorso sono di colore marrone-bruno, il mento è nero, le ali sono a doppia barra nera e bianca, il becco è corto e tozzo. Tra gli organetti il Carduelis hornemanni è quello a taglia maggiore: può raggiungere i 14 cm di lunghezza ed i 20 grammi di peso.[senza fonte]

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Carduelis hornemanni exilipes

Riescono a completare una sola covata l'anno, nel mese di giugno, costruendo i loro nidi o in bassi cespugli o per terra protetti da qualche roccia. Depongono normalmente 5 uova che si schiudono dopo 14 giorni, e dopo due settimane i pulli sono pronti per l'involo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Zone artiche di America, Europa, ed Asia.

La tundra artica disalberata è il suo habitat naturale.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Ne esistono due sottospecie:[1]

  • Acanthis hornemanni hornemanni (Holböll, 1843)
  • Acanthis hornemanni exilipes (Coues, 1862)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Fringillidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli